Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

chiedetelo a Siri...
Eterea...
Il Pirata...
Sommerso...
Davanti al mare......
MURO ANTICO...
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Dirti ciao...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...
L'addio...
Chiudi gli occhi, fi...
Haiku Nel cielo...
Una amicizia special...
L ' ultima Thule...
Al rincasar degli sb...
Gli anni vanno via e...
POETARE...
In riva al mare...
NON FRIGNARE PIÙ...
Ho bisogno di te...
IL QUINTO ANNIVERSAR...
Nello spazio senza g...
Io e l’estate....
Giovani...
Come rugiada...
Senso di colpa...
quando il tutto sara...
Tu mi colori la vita...
HO CONOSCIUTO L'AMOR...
L'inverno nel cuore...
L'AMORE...
Sul Meeting di Rimin...
NAVIGO DENTRO UNA ...
A RISCHIO DI COTTURA...
Fiordifragola...
L’Abete...
Uno scorcio di io(C)...
Ho cercato di amarti...
Non andar via...
Le esistenze non son...
L' AMORE SUL WE...
Un ombrellone...
Amore virtuale...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Compunto in disparte ti osservo

Compunto in disparte ti osservo


Compunto in disparte ti osservo
a rinnovare i fiori sul candido marmo
al ritmo dei giorni e delle stagioni.


Commossa ti sfiori le labbra
e posi un delicato bacio
sopra il ritratto.


Poi un sospiro
e come sei d’uso fare,
nel tuo composto dolore,
un sussurro…
un saluto pregno d’amore.


E d’un tratto il tuo volto si è rasserenato,
sulla tua bocca mi par di notare
un lieve sorriso… appena accennato,
forse, stai solo occultando il dolore.


Incrocio il tuo sguardo,
per me un libro aperto,
e cerco risposte,
di là dal dolore
vi leggo certezze:
sei convinta che un giorno
verrà il tempo del ritorno.


Io non condivido i tuoi stessi gesti
e nemmeno manifesto certezze,
ma guardo il ritratto,
leggo due date e rifletto:
“Costretta fra quelle drammatiche cifre
è imprigionata la nostra felicità,
chissà se un giorno si libererà.”


Abbracciati in silenzio,
innamorati da sempre
infelici da allora,
riprendiamo il cammino
a tratti sereno
troppo spesso angosciante
che porta a domani.


Ti apro il cancello e ti lascio passare,
prima di seguirti mi volgo a guardare…
rassegnato mi scopro a pensare:
“Un altro giorno l’abbiam messo alle spalle…
che tragedia, è la vita!”



Share |


Poesia scritta il 28/12/2017 - 10:53
Da vecchio scarpone
Letta n.240 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


grazie dell'abbraccio, che naturalmente ricambio. ciao Margherita
Giancarlo

vecchio scarpone 29/12/2017 - 09:02

--------------------------------------

ricambio l'abbraccio, ti ringrazio.
ciao Grazia
Giancarlo

vecchio scarpone 29/12/2017 - 08:58

--------------------------------------

Si, certo uno spiraglio alla speranza sempre... un abbraccio Giancarlo

Margherita Pisano 28/12/2017 - 23:02

--------------------------------------

Molto commovente...
Un abbraccio

Grazia Giuliani 28/12/2017 - 22:38

--------------------------------------

ho tralasciato porta: una porta, perlomeno uno spiraglio doveva essere

vecchio scarpone 28/12/2017 - 21:05

--------------------------------------

è una poesia che scrissi molti anni fa, che,come avrai ben compreso, non avrei mai voluto dover scrivere. Ma, purtroppo, così va la vita, e in fondo questa poesia lascia, se non una, perlomeno uno spiraglio aperto alla speranza. Ti ringrazio.
Ciao Margherita
Giancarlo

vecchio scarpone 28/12/2017 - 21:03

--------------------------------------

Il dolore della perdita si legge in questi intensi versi...un cammino diverso si coglie nei gesti dei giorni quasi a filmare o a spezzare qualcosa che per sempre è andato al di là del confine invisibile...ma resta l'amore profondo che riempie quel gesto delicato e dolcissimo di una madre e di un padre...uniti nel tempo dei giorni a venire. Toccante e commovente... molto bella! Ciao Giancarlo.

Margherita Pisano 28/12/2017 - 16:27

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?