Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Romantica...
IL SUONO CHE ASPETTA...
Lo stegosauro...
NEL PROFONDO C' E...
Fiori di campo...
Sorella mia...
I sogni...
CONTRO LE REGOLE- Pr...
M'aggio 'a fa' ricov...
- Haiku - L'arcobale...
E CHE GRANDE SIA...
Una storia di paese...
Ieri ho sognato......
Certo che la sera qu...
visione...
Se tu sei qui...
Anime...
un equivoco?...
Ma...siamo sicuri?...
Chioggia...
FIGLIO...
La panchina dei miei...
Omologazione....
Componiti...
Marco 14:30...
RIFLESSI DI LAGO...
La felicità non può ...
IL PENDOLO...
LA DIGNITÀ SI DISTIN...
Effimera gioia...
Carlo Verdone...
Nessuno mi toglierà ...
E se per un momento ...
Preghiera a Santa Ma...
UNA SERA DI OTTOBRE...
EMOZIONI...
Canal Grande...
LO STUPIDO...
L'ORA DELL'AMORE...
FERVORE LATENTE...
Biondo Corsaro...
Cielo senza stelle...
Architetto...
E' inutile chiedere ...
Stò come una piuma a...
LA GAZZA LADRA IN CU...
La sensibilità è una...
Volerò...
lei scoprì le spalle...
La maschera di Hallo...
16 Ottobre 1943...
Di notte...
L'inciso e i lillà...
Natale a Auschwitz...
Il sole è un grande ...
Dici…...
TEMPO...
I SOGNI CHE NON HO F...
Passa il tempo...
SILENZIO...
Vuoto esistenziale...
Il “ primo amore “...
TrAsPaReNzE...
Verso la nuova luce...
Giochi tecnologici...
IL VERO AMORE CRESCE...
Lo sportello dell'in...
Voglio sentire...
BRICIOLA...
IL RUMORE DEL ...
DONNA...
I ricordi fioriscono...
Questa gioia nuova...
Chiarezza...
Intrighi...
L'eco del passato...
Scie tra questi fogl...
LA TRISTEZZA HA I TU...
Il mare in autunno...
Notturno Toscana...
Ho rinchiuso il poet...
SE L'AMORE NON E' UN...
Sovente è al crepusc...
La lampada d'oro...
Albert Einstein....
Quante ombre......
Ti amo...
Addio...
Foglie d’autunno...
Me so montato 'a tes...
L'impalpabile...
Attimo d'amore...
L'albero della vita...
Il Milite ignoto...
PRANZO INDIMENTI...
Amore silenzioso...
Haiku...
Chiedendo alla notte...
Incontrare te, è sta...
La bellezza delle do...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



L’avidità è sempre incinta

L’avidità umana oggigiorno appare come
un pozzo senza fondo,
capace d’ingurgitare ogni cosa,
con quella smania irrefrenabile.
di possedere presto finanche
l’intero mondo.


S’accoppia avidamente
con l’ingordigia
e mai di loro l’uomo si sazia,
perché più quelle bestie
spalancano le loro bocche,
ancor di più l’insaziabilità
mai si quieta.


Perfino gli occhi dell’umano s’infiammano
vogliosi dalla smania,
ed escono fuori dalle orbite
per il possesso smisurato
del denaro ad ogni costo defraudato.


L’avido, aspira sempre
a più ricchezza smisurata,
fortuna ostentata,
sfacciata agiatezza,
pensando di nasconderle
dietro un punto nero,
la sua repellente spudoratezza.


Come può l’”avidità” appartenere
a pieno titolo, a questo mondo?
Eppure oggigiorno è una malattia
assai diffusa, contagiosa.
La trovi persino in ogni angolo di casa.


Piuttosto appartiene al maligno,
questo è di sicuro presto detto,
che beffando l’uomo,
lo illude
offuscandogli, annebbiando
il bene dell’intelletto.


Adesso ascolta me
amico mio di viaggio!


L’avidità…
sostituiscila con la mite “dignità”;
quest’ultima ti regala sempre
l’abito lucente,
della maestosa umanità.


È di certo una buona, fedele, consigliera,
e non t’imbratta mai il viso con il fango,
ma ti regalerà sempre sogni
gioiosi e di certo,
serenità ogni sera.


(L’immagine allegata è un disegno ad acquerello dello stesso autore)



Share |


Poesia scritta il 10/01/2018 - 16:59
Da Vincenzo Scuderi
Letta n.199 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


basterebbe pensare di dover morire e non portarsi dietro nulla. la morte rimette
le cose al posto giusto. lo ha spiegato egregiamente il grande Totò nella sua
'a livella. e tu Vincenzo hai dato un forte contributo.
ma agli avidi poco interessa. 5*

enio2 orsuni 11/01/2018 - 13:13

--------------------------------------

Vincenzo è un po' filosofo e un po' pensatore ma soprattutto un maestro di vita e ce lo conferma in questa sua lirica. Ha ragione Maria quando dice di aver riscontrato la stessa saggezza in altre sue poesie. Da notare che Vincenzo è innanzi tutto scrittore e non gli è sempre facile convertire il suo pensiero in poesia. Ma questa volta ci è riuscito.

Adriano Martini 10/01/2018 - 21:41

--------------------------------------

Ciao Vincenzo caro in ogni tua poesia
riscontro sempre tantissima verità.


L’avidità germoglia facilmente negli uomini superbi... pensando che il denaro li renda migliori di altri, in realtà impoverisce solo il loro cuore.

Ciao buona serata.


Maria Cimino 10/01/2018 - 21:10

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?