Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
Giulia...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
AUTUNNO (doppio acro...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...
Enrico e mio padre...
Ognuno di noi possie...
Qui è più facile tro...
L'anima vola...
GIOVANE POETA...
Eterna tristezza...
Amare....
Adriano...
IN QUEI SPAZI VUOTI...
Angeli guardano dall...
Predatori di anime...
La pace dentro...
Pierangelo...
D’emblèe...
Delle volte conviene...
I TUOI BACI...
Natura autodistrutti...
Impronte d’estate...
Selvaggia...
Emozione...
La colazione...
Il respiro dell'autu...
Il Mare Fantasma...
Cosa Eravamo...
ADDIO...
Un ricordo lontano...
Curioso Settembre...
IMMENSE EMOZIONI...
Che bella cosa la sp...
Arguzie...
BELLEZZA...
Nel fluir dei pensie...
IL SENSO DELLE...
Poeta...
Ti ho cercato...
Gelo Maligno...
Troverai un cielo li...
Il ponte...
Sei un mistero...
Iron883...
Il passato...
IL MONDO RACCONTA Un...
Eppure sembra sempli...
Nato in Settembre...
DUE RAGAZZI...
L’imbecille di turno...
Nonna stand by me...
Sarò solo io a scegl...
In alcuni momenti è ...
Ingrata inettitudine...
Quante volte sono st...
Ulisse...
Brezza...
Sensazioni...
Bruma...
Angoscia...
Così è la vita...
Peccatore...
IMMENSITA'...
mattina presto...
Progetti...
splendore...
Settembre...
L' ANIMA OZIOSA...
spicchi...
Margherita...
UN ATTIMO E FU AMORE...
OASI...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Notti magiche !

M’hai invitato a venì a vedè
er calcio alla tv, su da te.
Io nun volevo famme giudicare
quanno ‘n pallone vedo rotolare,
perché so ‘nartro omo quanno tifo,
so l’ombra de ‘n umano, faccio schifo!
M’accoji sur divano e attorno a me
piazzi li stuzzichini e ‘n po’ de the,
me pare quasi d’essere in tribuna
de cui nun ho dimestichezza arcuna.
Accendi la tv a schermo nero.
granne come…’n cimitero intero.
Me fai sentì come ‘n gran pascià
me trovo a dì : ma che ce so venuto a fa !
Abituato ar mio mobilio,
me sento come er papa ar gran consijio !
Te siedi cor tu’ garbo accanto a me,
indossi er tricolore come ‘n collier.
E mo che la partita è iniziata
te strigni a me, sei quasi impaurita.
Io lo sono forse più de te,
t’abbraccio e nun domandà perché.
‘Na vita ce sta sempre quarcosa
che pe scacciarne n’artra è più ‘mperiosa.
Comincio a strignette ed arrivamo ar dunque,
a partita può aspettà e poi comunque….
“Amò, me dici, stanotte cosa famo ?”
“ ‘A rivincita amò, chi ce trovamo !”


Share |


Poesia scritta il 15/02/2018 - 18:28
Da Nino Curatola
Letta n.162 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Bella, divertente e verseggiata in vernacolo in modo sapiente.
I miei complimenti Nino.
Mi è molto piaciuta.

Anton Reiken 16/02/2018 - 00:02

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?