Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

e quell\'uomo lonta...
L'hai mai visto il m...
Solitudine...
Un ponte per la vita...
In me...
Resto a guardare...
Pensieri...
Sere d'estate...
QUEL FILO SOTTILE DE...
Per Eraclito gli opp...
Funerale di Stato...
In omaggio alle vitt...
Tratto Dionisiaco...
Mi sei entrato sotto...
Scriverei il mio dia...
Madre terra...
MORIRE AD AGOSTO...
Quell'arancia...
Giardini giapponesi...
MASTURBAZIONE MENTAL...
Catena senza chiave...
La festa...
AMICI VERI...
il prodigio...
TEMA: UN AMORE SUL W...
Una carezza al cuore...
La più grande ricche...
Un amore virtuale di...
Prendimi l'anima...
ACCADE...
I Poeti non guardano...
Molte persone posseg...
I peggior cattivi so...
SEMPRE MIA...
Alba...
Canzone maldestra...
La Dea che canta...
chiedetelo a Siri...
Il Pirata...
Davanti al mare......
MURO ANTICO...
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Errabondo vagare

C’era di maggio
un autunno opprimente
mentre l’erba comunque cresceva
ignorando il tramonto.

Proiettavo la mente
nell’immenso sdraiata
quando un battere d’ali improvviso
ridestò quel pensiero
deturpando l’istante infinito
del mio giorno speciale.


Errabondo e assetato d’arsura
delicato di azzurro e passione
ritrovavo intonso lo spazio
di quel capo che lento reclina
adagiando sull’omero destro
nell’abbraccio di mute parole
che ci portano a stendere versi
per sfuggire a una vita capestro.



Share |


Poesia scritta il 19/05/2018 - 12:00
Da andrea guidi
Letta n.105 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


ottima 5*

enio2 orsuni 21/05/2018 - 11:39

--------------------------------------

Grazie Margherita, va benissimo così: troppe volte si sprecano parole tanto per riempirsi la bocca, ma la cosa importante è la sensazione che lascia uno scritto senza doverne per forza capire il significato recondito.

andrea guidi 20/05/2018 - 11:03

--------------------------------------

Buona domenica Andrea...bella, non so commentarla

Margherita Pisano 20/05/2018 - 09:31

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?