Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il matto...
Come alberi in autun...
Sospeso...
Primo amore...
Irene...
Parigi, Febbraio 194...
Passegiando la matti...
Rapporti Umani...
CUORE DI PIETR...
Non trovo....
Il cucciolo...
Promessa....
La domenica dei mort...
SIMILI...
FRUSCIO DI FOGLIE...
Il sonetto dell'autu...
Quel momento in cui ...
Accomiato...
Il suo sorriso era c...
BELLEZZA PROVOCANTE...
E' la sera dei mirac...
PROFONDE FOLLIE...
Andiamo là...
Velate nubi...
Adieu...
L’ultima Volta...
Firmamento...
Tutto si trasforma, ...
La clessidra...
Respiro di vita...
Casuali parabole...
IL SUBACQUEO SPORTIV...
E\' stato splendido...
SonEtti...
Sogno o son desta...
Due tenere folate di...
Diavolo...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
Me ne voglio ì lunta...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La rimembranza

La rimembranza


Nell 'ora dell ultimo
giorno degli ultimi amori
del comiato ,
s' offende la memoria al rimembrar ,
perché più la tormenta e strazia il core .
Allor si affanna a riveder l' amato volto
il suon della voce i perduti verbi .
Più more il giorno più tormenta la notte ,
trancia il petto un dolore battente,
Il disperato disio di sentir l 'amato sono .
Sovvengon le idee i giorni persi
ammutolisce il pianto di non aver vissuto
Infino all' ultimo raggio .
Nel pensier si fugge a furor d 'animo.
per non patir il silente dardo.
Ove sei perduta parte che il corpo e' tanto lasso?
E' forse più duro della morte
non sentir l 'amato chiasso ?
Quando un onda si stacca dal
pelago non va per suo passo ,
subito la sorregge la sorella ,
non soffre del primo parto.
Eppur il vento ad un fischio
l' altro l' attende per crear burrasca .
Noi incerto destin se uno segue
troverà stesso viaggio ?
S' incupisce per lo svanire
d' uno sguardo ,
Si sente come seme che cade di vaso in vaso
ma non trova mai la terra
A Mnemosine i sinceri vati
l'accurate preghiere
Oh grande dea non far
Immergere questa nostra
carne nell oblio di Lete
Ove il tuo dono annega !
Dolce rifugio della memoria
certi di ritrovar l 'amato lume .
Quanta dovizia d 'amor in quei
fiori, lacrime e dolore ,
se a lacrimar ci pone il freddo marmo.
Lode a questo ramo d' oro che entro
sì nutre di immortal sentir ,s 'alimenta
di tempo in tempo come fucina ,un foco
qual non teme d 'esser cenere !
Sogno , ricordo eterno ricovero ove fuggir.


Corrado cioci



Share |


Poesia scritta il 13/06/2018 - 10:05
Da corrado cioci
Letta n.71 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?