Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

SIAMO I POETI...
Il matto...
Come alberi in autun...
Sospeso...
Primo amore...
Irene...
Parigi, Febbraio 194...
Passegiando la matti...
Rapporti Umani...
CUORE DI PIETR...
Non trovo....
Il cucciolo...
Promessa....
La domenica dei mort...
SIMILI...
FRUSCIO DI FOGLIE...
Il sonetto dell'autu...
Quel momento in cui ...
Accomiato...
Il suo sorriso era c...
BELLEZZA PROVOCANTE...
E' la sera dei mirac...
PROFONDE FOLLIE...
Andiamo là...
Velate nubi...
Adieu...
L’ultima Volta...
Firmamento...
Tutto si trasforma, ...
La clessidra...
Respiro di vita...
Casuali parabole...
IL SUBACQUEO SPORTIV...
E\' stato splendido...
SonEtti...
Sogno o son desta...
Due tenere folate di...
Diavolo...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
Me ne voglio ì lunta...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Io e te per sempre

Ti portai sulla spiaggia di sera
c’era il cielo maculato di stelle
con la luna tutta per noi
il vento intonava il suo canto.


Ma tu t’imbronciasti e dicesti:
che tedio!


Così ti portai al giardino
tra il pesco fiorito e le palme
tutto intorno un olezzo di gigli
un aliare di grilli e farfalle.


Ma tu mi guardasti e dicesti:
vado via!


Ti rincorsi per clivi e per valli
finchè ti raggiunsi affannato
era estate ed il sole bruciava
sui i rami ansimavan le foglie.


Ma tu arrabbiata dicesti:
vai via … son materia.

Nei suoi occhi mi vi riflesso
e così compresi l’arcano
i segreti il destino la vita
l’esigenza di tenersi per mano.


Tranquillamente annuimmo
ed insieme riprendemmo la via.



Share |


Poesia scritta il 14/06/2018 - 09:45
Da Francesco Scolaro
Letta n.187 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Evidentemente, a parte le bellezze e gli olezzi della natura, la donzella desiderava qualcosa di amoroso, va bene le bellezze, aprono il cuore alle emozioni, ma poi queste emozioni desiderano essere colmate. Versi apprezzati per la loro scorrevolezza, l'armonia e le immagini contenute!

Grazia Denaro 15/06/2018 - 16:02

--------------------------------------

MIRELLA NARDUCCI: Materia intesa come materia del corpo umano, quindi la carne che è debole e materiale rispetto hai grandi sentimenti che l’anima sa suscitare e che con le immagini ho voluto metaforicamente rappresenta. Però noi siamo corpo e anima e quindi dobbiamo cercare di convivere serenamente ……. Grazie Mirella del tuo commento che comunque ha una sua logica interpretativa. Grazie anche a PAOLA, FRANCESCO E GRAZIA per i loro competenti commenti. Alla prossima, CIAO

Francesco Scolaro 14/06/2018 - 22:45

--------------------------------------

Nella semplicità sta il vero significato dell'amore, e non solo...
Molto bella!

Grazia Giuliani 14/06/2018 - 17:30

--------------------------------------

FRANCESCO SCOLARO...A me ha suscitato un altro pensiero quello di voler condividere i posti e le situazioni più belle, ma chi ti risponde sempre negativamente è la vita che è materia e no fantasia. In seguito poi facendo pace con lei (la vita) riprendi tranquillamente la via.Gradirei sapere se io ho perso la via con la mia riflessione. Bentornato Francesco. Alla prossima ciao

mirella narducci 14/06/2018 - 15:01

--------------------------------------

Francesco Scolaro
Ed ecco un bell’esempio di poesia ermetica. E’ un invocazione all'amore dell’anima, resa con belle immagini colorate, evocative dun grande poeta.

Francesco Cau 14/06/2018 - 14:26

--------------------------------------

Questa poesia contiene una sottile ironia, per culminare in una chiusa dove, a parer mio, viene esplicitato il segreto dell'amore...quello vero.
Piaciuta

PAOLA SALZANO 14/06/2018 - 13:56

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?