Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

HAIKU i...
NON ASCOLTARE ...
NONNA VITA...
Dog fence...
E' TEMPO...
L'occhio indiscreto...
Non fermarti finchè ...
Le braccia dell'amor...
Raccontami tutto...
Non sempre è il vent...
GIORNI DI CARTA...
GIOCAVAMO A NASCONDI...
accendimi, oh luna...
I tuoi sentimenti so...
Malinconicamente Stu...
Quando diventi forte...
Ho visto un angelo...
Brindisi alla felici...
Haiku H...
Sensazione...
Haiku f...
Perdono...
Calla...
ESTATE...
PAOLMATT traduce....
Reale...
ASSIOMA. Nessuno ti ...
LA VITA....TRAGICA...
Echi d\\\'amore...
La forza del Mare...
Già ... perché si pu...
L' immenso...
la differenza della ...
La vita è una scena ...
anima e core...
Il mare ispira semp...
Ogni spina in piuma...
Anime pure...
La mia solitudine me...
Occhi...sguardi......
Senza riscatto...
Sereno...
L'emozione ombrata o...
Se fossi Re ( storia...
Empaths...
IL PECCATO ORIGINALE...
Caccia al tesoro...
CASTELLO DI SABBIA...
Piccerè (punto e a c...
Ancora sorridono i f...
DI LA' DAL MARE...
Vallone di ROVITO...
AMANTI SOSPESI ...
Prosit...
Tremendo maleficio...
HAIKU h...
La sala di lettura d...
ASSENZE E CONFINI...
Diapason d'un pianis...
Il mare......
Campane...
l’Amerigo Vespucci....
Purificanti rugiade...
Spiraglio di speranz...
Parole in origami...
Parole. Le parole...
Quando è troppo tard...
Rosicchi mi sevizi e...
La formichina elisir...
Incoscienza di un am...
A un passo da domani...
Vedo te...
HAIKU N. 9...
Ho bisogno d un uomo...
Vedimi...
Haiku...
QUANDO ALLE DONNE...
Amati...
Il vecchio pescatore...
Come il ferro di una...
Il galeone sommerso...
Haiku n 2...
Venni al mondo...
Cosmo senza confini...
Fantasia...
Alice...
Notti d\'estate...
È estate...
Ogni volta, nuove on...
6 (Sei)...
Vita di fiaba...
Renata...
L\\\'armatura lucent...
Mi guardo allo specc...
Cosa dice il mare...
Poesia delle acque c...
Costruire castelli i...
Poesia: Una sardina...
Incontrarti......
ULTIMO CANTO DEL CIG...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La colazione

Sono venuto da te
la notte
e già attendevo il mattino
dopo,
la promessa di quell'alba tardiva
che cola
sopra le tegole di Roma;
ti è sfuggita un'onda,
forse due
- allungate col caffè -
le ho raccolte nelle conche delle mie mani,
per abbeverarmici,
il tuo sorriso poi
mi ha soccorso quando
credevo che
consegnarti un pacchetto
di premure
servisse poco
a domare la tua placidità
così simile alla mia,
o la quiete che rimbomba
negli spazi acuti
lì in fondo ai tuoi occhi,
la pupilla da gatto
che gioca col gomitolo
dei miei lanceolati,
e mentre si alternavano
i silenzi miei con i silenzi tuoi
un boato si faceva spesso
sempre di più,
calava giù dai Castelli
là su i monti
verdeazzurri che salutavano
il tuo balcone,
ma tu non lo sentivi.
Svegliati, diceva,
e se si rivolgesse a me
a te
o a entrambi
non so dirtelo,
ma se dovessimo svegliarci
insieme, io e te,
la notte faticherebbe poi
ad averci di nuovo.


Share |


Poesia scritta il 22/09/2018 - 12:17
Da Matih Bobek
Letta n.236 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Molto bella

Teresa Peluso 22/09/2018 - 20:51

--------------------------------------

Molto bella

Teresa Peluso 22/09/2018 - 20:51

--------------------------------------

bella

Francesco Cau 22/09/2018 - 20:32

--------------------------------------

stupenda

laisa azzurra 22/09/2018 - 16:36

--------------------------------------

Poesia molto bella.

Antonio Girardi 22/09/2018 - 15:09

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?