Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

SORRIDO ALLA VITA...
CANTICO DEI GATTICI...
Componimento elegiac...
QUANDO LA RAGION...
DONNA GUARDA LA CICO...
Zio Franco...
L'ODORE DELLA PIOGGI...
VUOTE PAROLE...
Haiku nr. 7...
Evoluzioni....
Partenze...
VISIONE...
Leggenda...
ODE AL LATO B...
Dai bambini poveri d...
Primavera...
Haiku (Occhi intenti...
Le 10 regole per ess...
La Cardella...
PICCOLO PROMEMORIA, ...
CUORE APPESO...
NON SIAMO SOLI...
Il rumore...
Caffè amaro...
Travestiti...
Sulle labbra il mio ...
Il mio nome è Altair...
Rosina innamorata...
L'ora blù...
Router 66...
Sorrido alla primave...
Muoio e vivo nello s...
Ballo da sola...
L' alfabeto...
Io e la vita...
Il dolore...
Sera di primavera...
ciclo vitale...
Haiku... caudato...
Non un minuto in più...
Spartimmece \'e suon...
Oltre la vita...
...che non fossero r...
Era una stella...
Da un rifiorire di m...
PRIGIONIERO DELLE MI...
Basket (così è la vi...
Quella primavera...
Ricordi...
Il Carbonaio mio Pad...
Un amore a Venezia...
Un mondo d'amore...
La pace nell'anima...
Ci sono anime talmen...
Fratellanza...
fine...
Argento...
METEO STABILITA' CON...
Il giardino dei rico...
Tutto in una notte...
Piove sole sopra di ...
Tramonto....
Una punta d’inchiost...
Semenza...
Haiku 6...
Cuore...
Come un girasole...
Melodia...
Caffè amaro...
Voicu, il vampiro...
LA PRIMAVERA...
Ad Angela......
Al ristorante.......
Haiku 3...
Libera, vorrei......
Corolle...
Passione...
No english, no party...
Sogno...
TRE CROCI...
Aridi deserti...
Morte...
UN QUADERNO A RIGHE...
Ali di angeli...
il risveglio della c...
PER LUI E LEI TRA FA...
L’orgoglio spesso co...
Racconto in tre righ...
Il mio melo...
NON MI BASTI MAI...
IL DESTINO...
La primavera...
E' difficile unire l...
DialogicaMente...
Haiku nr. 6...
Finiamola di essere ...
NOTTI DI LUNA PIENA...
Quando mi doni le gi...
Avanti...
Respice post te. Hom...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La vita e il mare

La vita e il mare


Vado errando stamane
per la via del mercato.
serbo in cuore la debole speranza
forte di desiderio
di scorger volti amici
parole affettuose
di chi mi vede in me un volto famigliare
tranquillo e sereno
come fu la mia infanzia breve
e troppo veloce.
Vorrei grazie a quei volti solcati ormai dalle rughe
dimenticare, tornare indietro
e riscaldarmi col calor degli affetti.
Ma una ondata di vento gelido
brezza di mare umida i percorre il viso e fa rabbrividir il corpo.
"Sei cresciuta ormai"
pare sussurrarmi.
"non c'è più tempo per indugiar sul cammino".
Ma io son forse diversa per viver come tutti
e sola me ne torno a ragionar china
per il pesante peso della mia vita
a indugiar sulle mie pene
immersa nel mio silenzioso patire
famigliare dolore.



Share |


Poesia scritta il 12/12/2018 - 17:53
Da Maria teresa Lombardo
Letta n.114 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Molto bella e delicata questa poesia.

Antonio Girardi 13/12/2018 - 17:39

--------------------------------------

tristezza e solitudine
in una poesia che è bellezza

laisa azzurra 13/12/2018 - 15:12

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?