Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

SORRIDO ALLA VITA...
CANTICO DEI GATTICI...
Componimento elegiac...
QUANDO LA RAGION...
DONNA GUARDA LA CICO...
Zio Franco...
L'ODORE DELLA PIOGGI...
VUOTE PAROLE...
Haiku nr. 7...
Evoluzioni....
Partenze...
VISIONE...
Leggenda...
ODE AL LATO B...
Dai bambini poveri d...
Primavera...
Haiku (Occhi intenti...
Le 10 regole per ess...
La Cardella...
PICCOLO PROMEMORIA, ...
CUORE APPESO...
NON SIAMO SOLI...
Il rumore...
Caffè amaro...
Travestiti...
Sulle labbra il mio ...
Il mio nome è Altair...
Rosina innamorata...
L'ora blù...
Router 66...
Sorrido alla primave...
Muoio e vivo nello s...
Ballo da sola...
L' alfabeto...
Io e la vita...
Il dolore...
Sera di primavera...
ciclo vitale...
Haiku... caudato...
Non un minuto in più...
Spartimmece \'e suon...
Oltre la vita...
...che non fossero r...
Era una stella...
Da un rifiorire di m...
PRIGIONIERO DELLE MI...
Basket (così è la vi...
Quella primavera...
Ricordi...
Il Carbonaio mio Pad...
Un amore a Venezia...
Un mondo d'amore...
La pace nell'anima...
Ci sono anime talmen...
Fratellanza...
fine...
Argento...
METEO STABILITA' CON...
Il giardino dei rico...
Tutto in una notte...
Piove sole sopra di ...
Tramonto....
Una punta d’inchiost...
Semenza...
Haiku 6...
Cuore...
Come un girasole...
Melodia...
Caffè amaro...
Voicu, il vampiro...
LA PRIMAVERA...
Ad Angela......
Al ristorante.......
Haiku 3...
Libera, vorrei......
Corolle...
Passione...
No english, no party...
Sogno...
TRE CROCI...
Aridi deserti...
Morte...
UN QUADERNO A RIGHE...
Ali di angeli...
il risveglio della c...
PER LUI E LEI TRA FA...
L’orgoglio spesso co...
Racconto in tre righ...
Il mio melo...
NON MI BASTI MAI...
IL DESTINO...
La primavera...
E' difficile unire l...
DialogicaMente...
Haiku nr. 6...
Finiamola di essere ...
NOTTI DI LUNA PIENA...
Quando mi doni le gi...
Avanti...
Respice post te. Hom...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Dovrei

A che servono adesso due occhi
che non sanno far nascere lacrime
e non sanno vedere la fine di un giorno
che sordo e distratto oltrepassa la méta.


L’indifferenza che mi hai regalato
risuona in tasche ormai vuote;
ho giocato i miei ultimi spiccioli
al tavolo verde dei poveri illusi.


Dovrei prendere le armi contro il destino,
rivoltare la mia vita come un calzino,
catalizzare elementi primordiali
perché avvenga una reazione a catena…



Ma indulgo in astratte tentazioni
e non ho più voglia di pensare


mi siedo qui, e aspetto.



Share |


Poesia scritta il 13/12/2018 - 16:53
Da andrea guidi
Letta n.177 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


valichi ogni semplicistica equazione dando valore a una realtà interiore che conserva inalterata la sua forza. ciao carissimo andrea

GiuliaRebecca Parma 17/12/2018 - 22:25

--------------------------------------

A volte ci mancano e forze e, in quel sedersi ed aspettare, ritroviamo la nostra vita.
Molto bella Andrea

Grazia Giuliani 16/12/2018 - 18:21

--------------------------------------

Vi ringrazio veramente tanto, Laisa e Scardy... In certi momenti, quando la vita smette di aiutarci, è bello pensare di poter contare, sia pure virtualmente, su persone deliziose. Buona fine settimana!

andrea guidi 15/12/2018 - 21:26

--------------------------------------

Analizzare la propria vita ci rende spettatori e protagonisti di un film in cui c'è sempre qualcosa da rifare o da rivedere. Hai descritto le tue emozioni con molta sensibilità....molto bella.

santa scardino 14/12/2018 - 19:37

--------------------------------------

Malinconia....tu, spettatore della tua vita, proprio quella in cui sei sempre stato, com'è giusto, protagonista.
Molto bella, Andrea. Complimenti e sempre, grazie

laisa azzurra 14/12/2018 - 13:32

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?