Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il rumore...
Caffè amaro...
Travestiti...
Sulle labbra il mio ...
Il mio nome è Altair...
Rosina innamorata...
L'ora blù...
Router 66...
Sorrido alla primave...
Muoio e vivo nello s...
Ballo da sola...
L' alfabeto...
Io e la vita...
Il dolore...
Sera di primavera...
ciclo vitale...
Haiku... caudato...
Non un minuto in più...
Spartimmece \'e suon...
Oltre la vita...
...che non fossero r...
Era una stella...
Da un rifiorire di m...
PRIGIONIERO DELLE MI...
Basket (così è la vi...
Quella primavera...
Ricordi...
Il Carbonaio mio Pad...
Un amore a Venezia...
Un mondo d'amore...
La pace nell'anima...
Ci sono anime talmen...
Fratellanza...
fine...
Argento...
METEO STABILITA' CON...
Il giardino dei rico...
Tutto in una notte...
Piove sole sopra di ...
Tramonto....
Una punta d’inchiost...
Semenza...
Haiku 6...
Cuore...
Come un girasole...
Melodia...
Caffè amaro...
Voicu, il vampiro...
LA PRIMAVERA...
Ad Angela......
Al ristorante.......
Haiku 3...
Libera, vorrei......
Corolle...
Passione...
No english, no party...
Sogno...
TRE CROCI...
Aridi deserti...
Morte...
UN QUADERNO A RIGHE...
Ali di angeli...
il risveglio della c...
PER LUI E LEI TRA FA...
L’orgoglio spesso co...
Racconto in tre righ...
Il mio melo...
NON MI BASTI MAI...
IL DESTINO...
La primavera...
E' difficile unire l...
DialogicaMente...
Haiku nr. 6...
Finiamola di essere ...
NOTTI DI LUNA PIENA...
Quando mi doni le gi...
Avanti...
Respice post te. Hom...
La mano...
DA GRANDE...
Ricordi che tornano...
Mi hai amato...
E' di costoro la col...
Legend - Parte 1...
Transumanesimo...
RAFFICHE...
Haiku 2...
Lungo la ferrovia...
..io nasco, è primav...
LUNA...
Per non dimenticare...
Santa Rita da Cascia...
Italiani...
la luna stanotte...
Manchi...
Perfida nostalgia...
Il maestro non veden...
RE (A MORRIS)...
Fissando il mare...
Viatico...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Nella boscosa distesa

Piangi!
Lascia esondar il fiume
che sottile giace sul filo
delle ciglia tue.
Aspira alle glorie dell’altezza,
tanto più nobili
del giaciglio spoglio nella boscosa distesa,
ove s’appoggia,
quando il burrascoso invade,
l’animo.
Parlerei ancora,
ma s’innalza alto,
in così basso loco,
l’impedimento che esclude
lo sguardo nella dimora del sentir
tanto buio che t’affligge.
Alle parole sovvengono i sospiri
e il fiato manca
per far vaticinio ai rauchi tuoi lamenti.


Share |


Poesia scritta il 19/02/2019 - 18:44
Da Sildom Minunni
Letta n.88 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Bella...il pianto come liberazione..

Graziella Silvestri 21/02/2019 - 09:08

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?