Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

- Racconti dal mare...
Padiglione 1...
Ormai la pioggia...
Fra una carezza e l'...
La voce...
STRANE FORME...
SCUSATE IL RITARDO (...
Castell'Arquato...
E ogni volta che cad...
E poi...
Troppo piccola per.....
La vecchia che fila(...
siamo come fiori,alc...
PROFEZIA DI UN ESSER...
Ti ascolto...
A settembre...
Haiku t...
Dipinto di uomo con ...
Una carezza sul viso...
La cura...
Un suono non odo...
Nuvoletta rosa...
Il nipote del vecchi...
1 sett 1939 2 sett ...
Il lento gocciolio d...
Leitmotiv del mio l'...
INVITO ALLA VITA...
licantropi,lupi mann...
La Coccinella Rossa....
A VOLTE E' IL...
SENTORE D'AUTUNNO...
haiku 6...
Bucolico romano...
Tenera Frida...
Lo sguardo di un bim...
Sensazioni 6...
Incorrisposto...
La MIA ESTATE...
FONDALI OCEANICI...
È tutto un click...
La credenza guida il...
Un Libro...
E se pur per errore...
Il seguito...
Per qualche malintes...
Haiku 13...
Particolarmente...
Versi decrescenti...
Oltre il tramonto...
Contorni sbiaditi...
LIBELLULA...
L'ultimo ballo...
Haiku s...
Amicizia...
Tutto Finto...
I RICORDI...
La Verità...
Cinema IRIS...
Tanka1...
La paura è un meccan...
SETTEMBRE...
A qualcuno piace ton...
La Notte scende sul ...
HAIKU N. 13...
Il rumore della piog...
Soffio...
Sensazioni 5...
Manca coraggio...
Musa 2...
Non avrei potuto...
l\'errore...
Il primo bacio...
Tradire...
SONO STATA...
Il recapito...
l'embrione dell'amor...
Se fossi vento...
ITALIA BELLA...
un gatto randagio...
HAIKU F...
Ascolta il vento...
Dialogato...
Haiku n°8...
Pianura...
Figlio/a...
Voglio raccontarti...
NEL SOLE AL TRAMONTO...
Caramelle. Alcune...
AMAMI...
Fiume...
L’ignoto sporge alla...
Stagno...
Il Potere della Real...
Feto non fummo per v...
SULLE ORME DE...
Silenzi...
La mia Anima è circa...
Lo spaventapasseri...
Non ho paura del bui...
Gli insaziabili...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Nel segno del cancro

C’ero quando intorno ai tre anni
assaggiasti la polpa di granchio.
Il tuo musetto disgustato diceva
tutto; e quando ti cavasti quasi un occhio
col turacciolo a Capodanno.
C’ero quando prendesti un granchio
per non dar retta ai tuoi fratelli.
Ma sei il mio più giovane figlio maschio,
e nessuno te ne ha mai fatto una colpa.
E c’ero ogni volta che pur di chiudere il cerchio
sei stato disposto a prenderti
ogni tipo di rischio.
E anche, se lontana, quando ti adagiasti sul mondo
come la linea immaginaria del Tropico del Cancro.
Iniziai a immaginare come questo male
avrebbe potuto modificare la linea che ci lega dentro.
Ci sono anche adesso che di anni ne hai cinquantatre,
e hai ancora quel musetto; ma Gesù non ce l’hai contro.
Ti guardo con amore dalla foto sulla credenza, e per te
ci sarò sempre; anche se mi ha strappata a voi il cancro.
LA MAMMA


P.S. …nel cassetto di Marco



Share |


Poesia scritta il 15/05/2019 - 22:06
Da Mirko (MastroPoeta)
Letta n.185 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


MIRKO...Gesù non è contro di noi...Lui ci ha donato le nostre mamme e Lui se le è riprese! E' il circolo inevitabile della vita, i nostri cari anche se lontani non ci lasciano con loro abbiamo condiviso l'anima. Bella poesia

mirella narducci 17/05/2019 - 10:46

--------------------------------------

Non c'è da aggiungere altro Grazia, è un piacere che tu l'abbia apprezzata

Mirko (MastroPoeta) 16/05/2019 - 19:26

--------------------------------------

...è un testo raffinato che accompagna per mano chi legge...
non so scrivere altro Mirko
è molto bella

Grazia Giuliani 16/05/2019 - 19:22

--------------------------------------


Maria Isabel Mendez 16/05/2019 - 18:43

--------------------------------------

Non hai nientente da farti perdonare cara amica. Ripeto, sono interessanti anche altre interpretazioni. Un grosso ciao

Mirko (MastroPoeta) 16/05/2019 - 18:39

--------------------------------------

Dimmi che mi perdoni, ho letto troppo in fretta senza riflettere!!!

Maria Isabel Mendez 16/05/2019 - 18:36

--------------------------------------

Scusa Mirko, avevo capito male, ti chiedo scusa se sono stata superficiale... perdonami

Maria Isabel Mendez 16/05/2019 - 18:33

--------------------------------------

Alcuni dolori non passano mai.aTriste ma bella

Graziella Silvestri 16/05/2019 - 18:32

--------------------------------------

Spiegare qualcosa che si è scritto non so se si faccia,o se sia meglio lasciare a chi legge una propria interpretazione. Marco è un personaggio reale,e la sua mamma era una persona con una forza d'animo fuori dal comune...questa è la mia interpretazione della lettera che gli ha lasciato nel cassetto della credenza. Mia madre invece se ne è andata,ma per la sua strada... Ma questa è un'altra storia.

Mirko (MastroPoeta) 16/05/2019 - 16:55

--------------------------------------

Molto commovente, dolorosa, vera questa poesia. Poi è originale il punto di vista, la madre che parla dalla foto, se ho capito bene... Questo argomento della madre è bello ma smuove tanti pensieri e dolori in chi, come me, te e tanti altri l'abbiamo persa presto.

Maria Isabel Mendez 16/05/2019 - 14:31

--------------------------------------

Una mamma ci osserva anche dalla foto sul comodino...
Perché nn è lì, neppure un po'
più in là, ma accanto al ns cuore.
Struggente, bellissima

laisa azzurra 16/05/2019 - 11:13

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?