Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

MADRE TI TROVERO...
Tanka 11...
Lassù nel cielo...
IN BILICO COME UN EQ...
MISURA DEL TEMPO, MI...
Qui...
Oltre la vita...
EFFIMERA SEMBIANZA...
Disordine e anarchia...
Vento di profumi...
Forza Cagliari...
Io amo....
Turista nella nebbia...
fuga dalla solitudin...
Distorsione Notturna...
Lasciami andare...
Un fiore...
SAMAEL, il concepime...
Noi...
Dimmi...
Autunno....
Pensieri ,(per la fi...
Bevendo birra in tab...
ANCORATI RINGRAZIAME...
AUTUNNO...
Quante lune attraver...
20:48...
Foglie...
Oggi e ieri...
La marcia...
ADDIO...
Abbandono...
FIDATI OGNI TANTO...
Donna ti amo....
Nello specchio dell'...
METAFORE...
Tutte le volte che h...
Se adesso sei nei mi...
La danza delle fogli...
Umida è l'aria...
Con l’incertezza del...
Delle tue mani...
Oltre la gente...
Fantasia...
Tanka 10...
FRAGILE...
La stagione nuova...
Oleandro...
Il canto dell'autunn...
Il Nulla e il Tutto ...
Le bambole...
Paura...
Haiku dolce...
Con i nostri pensier...
Nuotando...
AMICI (seconda parte...
Poesia breve - Tanka...
Prima neve...
NOTTE ESTIVA...
RIMARCHEVOLE NE FU L...
Gelo...
Lo scrigno...
Desiderio...
HAIKU COMMEMORATIVO...
Il Templare di Árnes...
L'Amore è magia...
Tra queste pareti...
Pensare a te...
Terra mia...
C\\\'é vita dentro u...
Vuoto...
REPROBI ANGELUS (IV)...
Tanka 9...
Addio...
La Quarta Testa di D...
Depressione, spietat...
...è azzurra...
Sensazioni 7...
ANCORAGGIO...
Trentaduesima sonata...
Io...tu...
Tanka...
la non accettazione ...
sapete cosa e' la...
Tu sei...
Le domande di Nicol...
Volgere...
L' amore della mia v...
Grazie d'autunno...
Ogni giorno che pass...
STO SOGNANDO......
Immortale...
Il Mondo intero....
La scomparsa di Gius...
Candido sorriso...
UN ADDIO (in memoria...
Haiku R...
Diventa mare...
LA MAGIA DEL GIORNO...
Voglie al vento...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Rosicchi mi sevizi e non mi uccidi!

Affranto infelice e stanco
annegar vorrei nel Nulla
or che esausto di battere è il cuore
e proibito mi è porre fine alla vita.
Oblio pietoso perché diserti e ozi
oh ulcere crudeli, crampi di morte!
Luce mai sconfiggi il buio
tutto si scompone e svanisce
e converge in un puro zero
che non si dispiega in nessun luogo.
Mi son giocato tutto e ho perso
e nelle tasche non ho più un soldo.


Assonnati dolore che vivo
e tu Moira perché ritardi
e disconosci il mio diritto
a non soffrire e più atroce
fomenti la mia demenza
se sono destinato a morire?
Rosicchi mi sevizi e non mi uccidi!


Non ostacolare il desiderio
di farmi polvere, silenziami
fammi tranquillo e sereno
fammi sordo a rintocchi di campane a lutto
salpi e ai miei morti mi ricongiunga
nel caos e nella eterna notte io ritorni!


Ha ogni giorno i suoi getti
di orticarie e di spine
un’implacabile logorio avanza
pasce la mente acute pene
asciugo lacrime di esser nato
sconto il castigo di esser schiavo
di un borioso corpo che ostinato
il vizio di essere non abiura.


Subita è la vita non chiesta
e niente siamo io e te o morte!
Amare, bere, andare al bagno
illusioni, inganni addii e poi? Più nulla!
O folli acquiescenti ciechi e illusi
che accettate il calvario e la croce!


A mani giunte e supino io sorrida
prima di scompormi in atomi
decreti il tempo che nel mondo
tra miliardi di viventi a caso fui
e che tanto per fato amai e piansi.



Share |


Poesia scritta il 20/06/2019 - 19:49
Da Angelo Michele Cozza
Letta n.127 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?