Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

QUELLA FACCIA OSCURA...
Forse è solo fortuna...
Il lato oscuro della...
Un giorno prenderemo...
La casa rosa...
Lontano da questa st...
Maremma...
Notte taciturna...
Che strana la vita: ...
L\'ultima...
Inopportuna...
Con te...
Peso specifico...
ad Anjia P. Ettorova...
Felicità...
...difficile...
Una Guancia...
Haiku...
Io l'anima, io il co...
I migliori possono e...
Crociata culturale (...
Ti ricordi luna?...
Il campanaccio...
Haiku T...
Caterina...
DEAMICISIANA PRIMA :...
I magnifici sette...
Notte bianca a San F...
Fragili...
HAIKU n...
Se il mio vivere......
È necessario riparar...
Inquieto pensiero...
il bisogno di te...
Piombo...
DELIRIO.......
Il Tempo Sottrae...
Vita ordinaria...
MALINCONIA...
Eppure la palla di v...
Una bimba mora deve ...
Da una gentilezza, p...
C'è sempre un vento...
La verità, quando vu...
Episodio...
Alcune volte nella n...
unto di femminicidi...
Il mio senso vive so...
Proposte particolari...
Donna Fugata...
IL GRUPPO BASE...
L'amore per la Natur...
Il sole cieco...
e poi, e poi ancora...
Il pane...
VIVERE NEL VUOTO...
L’aprimitilli...
Passione di fuoco....
CONVINZIONI...
La stella cadente...
Dove il tempo...
PELLEGRINAGGIO A MON...
L'astronauta e la Lu...
POTEVO IO ESSERE RE...
IL PRIMO AMORE...
Natura...
Sono vecchio...
mondo pazzoide...
VITA SCAPIGLIATA...
Nel bagliore di una ...
CLANDESTINO...
Un figlio ti cambia ...
Enzo Jannacci...
Un'estate al sud...
Vanno gli innamorati...
Notti di luna...
Parentesi...
Il pensiero...
Gocce in cielo...
Quel sussurro...
ATTIMI MINUSCOLI UNI...
Casa rude...
Simulacro ingannator...
IL SOGNO DI GREAT SW...
Il mio analista è in...
Io vivrò per te...
TU...
Viandante...
Immenso mare...
I miracoli esistono,...
C\'era una volta......
Talora la sincerità ...
Una tunica bianca...
Uomo bianco e uomo n...
a commuovermi ci pen...
Quaderno delle poesi...
Ironia dell'alcool...
Non è tardi...
INVENTIAMOCI LA ...
L'estremo punto le o...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Rosicchi mi sevizi e non mi uccidi!

Affranto infelice e stanco
annegar vorrei nel Nulla
or che esausto di battere è il cuore
e proibito mi è porre fine alla vita.
Oblio pietoso perché diserti e ozi
oh ulcere crudeli, crampi di morte!
Luce mai sconfiggi il buio
tutto si scompone e svanisce
e converge in un puro zero
che non si dispiega in nessun luogo.
Mi son giocato tutto e ho perso
e nelle tasche non ho più un soldo.


Assonnati dolore che vivo
e tu Moira perché ritardi
e disconosci il mio diritto
a non soffrire e più atroce
fomenti la mia demenza
se sono destinato a morire?
Rosicchi mi sevizi e non mi uccidi!


Non ostacolare il desiderio
di farmi polvere, silenziami
fammi tranquillo e sereno
fammi sordo a rintocchi di campane a lutto
salpi e ai miei morti mi ricongiunga
nel caos e nella eterna notte io ritorni!


Ha ogni giorno i suoi getti
di orticarie e di spine
un’implacabile logorio avanza
pasce la mente acute pene
asciugo lacrime di esser nato
sconto il castigo di esser schiavo
di un borioso corpo che ostinato
il vizio di essere non abiura.


Subita è la vita non chiesta
e niente siamo io e te o morte!
Amare, bere, andare al bagno
illusioni, inganni addii e poi? Più nulla!
O folli acquiescenti ciechi e illusi
che accettate il calvario e la croce!


A mani giunte e supino io sorrida
prima di scompormi in atomi
decreti il tempo che nel mondo
tra miliardi di viventi a caso fui
e che tanto per fato amai e piansi.



Share |


Poesia scritta il 20/06/2019 - 19:49
Da Angelo Michele Cozza
Letta n.71 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?