Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ti guardo... Ti sent...
L’aforisma è… L’a...
Papaveri...
Mare nero...
...negli aranci dei ...
MUORI...
Io sono...
OGGI...
Il buon pirata ...
il sistema e la norm...
Genesi...
A Leopardi ( Parte 1...
giocosi attimi...
Notte sui Lungarni...
HAIKU N.20...
La giostra Felicità...
Salpare verso le ste...
È tardi...
Felicità...
Tovaglioli...
L'ornitolo...
UNA VOLTA E' S...
La maledizione dell’...
Di bianchi...
ACCOMPAGNAMI ALLA VI...
Sole di nebbia...
'O Puvuriello - Il p...
Invidia...
In pace con se stess...
Analisi del mio scet...
Volare...o forse no!...
Chi sei......
Canto di lei che ven...
La lucciola...
La mia storia- OTTOB...
Le Odle...
ODE AL MIO SORRISO...
Loro non c'entrano...
Il sole è amore...
SOLCHI PROFONDI SULL...
Vacanze virtuali...
A mia moglie...
Una storia d'amore...
Aspettando l'amore...
Sogni e Incubi...
Ci siete...
Il tempo...
HAIKU N.18...
La vita in un attimo...
LEGAMI...
La domenica...
IL SOGNO DI DOM...
Lettera dal carcere...
Parvenze teatrali...
CATERINA...
Il ciottolo e la nuv...
Il figlio del male...
Dentro...
addio veramente a...
Il bacio del mattino...
A MALI ESTREMI...
ISTANTI...
Macedonia Onirica...
L'UMANO...
Ricordando te...
Vivi e comportati co...
SONO STELLA...
Marea...
È felicità...
Illusione...
NON RUBARE I MIEI CO...
Tu sei la mia luce...
La felicità esiste d...
GIOVANNA O GIULIANA ...
Illusioni e sentimen...
Così felici...
Lacrima...
Il Niente...
Alla foce d'un rivol...
Ali...
Quando al fulmine no...
RIFLESSIONE CON LA R...
'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Alla mia anima.

Anima mia,
ingiallita foglia d'autunno,
contorto
albero tra i venti,
che vai portando stasera
dentro la pena del tuo rimpianto?


Per chi batti ali stanche
che del muto Cielo non reggono il peso?
Di profondi e insaziabili lamenti
vai straziando il tuo essere,
come cane randagio
cerchi un giaciglio ove appoggiarti,
e la solitudine che t'avvolge
non ha lacrima
che possa mutare in sorriso.


Anima mia,
che farai stasera
estranea e silente?
La tua tristezza non ti pesa
più che pietra sul cuore?


Questo grigio silenzio
che la vita ci svela
si consuma nell'inutile attesa:
cadono invano i tuoi pensieri
e nessuno raccoglie il tuo sguardo.
Di fronte alla Falce che avanza
sui campi del grano,
ove muore il fiordaliso
e la speronella rinsecca,
come puoi strappare il dolore
che t'avvolge e ti schiaccia?


Che diremo, noi tutti,
alla nera Paura
che le nostre notti visita,
quando brandelli di carne
ci strapperà ad uno ad uno l'Angoscia?


Lo spazio e il respiro
che dentro ci vivono,
gravati da quel peso impalpabile,
invano scruteremo ancora nello specchio,
ove, misera pittura di vertigine,
ciò che pensiamo conoscere
mostra solo labili sembianze,
che la Morte aspetta
ed il Cielo non nutre.



Share |


Poesia scritta il 03/02/2014 - 21:08
Da Giuseppe Vecchi
Letta n.475 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?