Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Parigi, Febbraio 194...
Passegiando la matti...
Rapporti Umani...
CUORE DI PIETR...
Non trovo....
Il cucciolo...
Promessa....
La domenica dei mort...
SIMILI...
FRUSCIO DI FOGLIE...
Il sonetto dell'autu...
Quel momento in cui ...
Accomiato...
Il suo sorriso era c...
BELLEZZA PROVOCANTE...
E' la sera dei mirac...
PROFONDE FOLLIE...
Andiamo là...
Velate nubi...
Adieu...
L’ultima Volta...
Firmamento...
Tutto si trasforma, ...
La clessidra...
Respiro di vita...
Casuali parabole...
IL SUBACQUEO SPORTIV...
E\' stato splendido...
SonEtti...
Sogno o son desta...
Due tenere folate di...
Diavolo...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
Me ne voglio ì lunta...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Stress

Quando ci vuole, ci vuole.
Restare senza far niente,
e riposare la mente,
basta! Col chiasso infernale che fa la sveglia al mattino.
La butto dal comodino,
la mando pure in pensione.
Quando ci vuole, ci vuole.
Correre andare di fretta,
perché nessuno ti aspetta.
Mandare giù,giusto un boccone, e poi correre alla stazione.
Prendere al volo anche il treno
per poi schiacciare lì un pisolino.
Ma sogni!
C’è sempre lo studente cretino
che fa un chiasso infernale.
Proprio come la sveglia al mattino.
Decido
lo butto dal finestrino.
Lo salva solo l’arrivo in stazione
e salva anche me dalla prigione.
Scendo
sono ancora in tensione
e senza volerlo urto la donna cannone.
Le chiedo scusa, ma quella niente,
non pensa sia stato un incidente.
Cerco con calma di farle capire la situazione:
la sveglia, il cretino, l’arrivo in stazione,
la donna inveisce
non sente ragione.
Digrigno i denti,le passo oltre
Corro, e per un pelo prendo il sette al volo.
Sgomitando mi faccio avanti
tutto pigiato nella gran calca
fra un mix di profumi e fetore d’ascella.
Per mia fortuna ciò dura per poco
perché la prima è la mia fermata.
Scendo di corsa tutto stravolto
o Dio! Mi dico, per oggi è fatta.
Mi attendono solo sei ore d’ufficio e poi … vado a casa.


Share |


Poesia scritta il 16/03/2014 - 12:22
Da Claretta Frau
Letta n.483 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Rispecchia chiaramente,nel viver quotidiano,i momenti di sofferenza e di distacco che ognuno di noi attraversa on smarrimento...brava Claretta!Attraverso i tuoi versi ho rivissuto i miei viaggi per motivi di lavoro...che stress!

costanza lai 21/03/2014 - 17:46

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?