Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

IO E TE...
La disillusione è co...
UN SALTO NEL ...
e quell\'uomo lonta...
L'hai mai visto il m...
Solitudine...
Un ponte per la vita...
In me...
Resto a guardare...
Pensieri...
Sere d'estate...
QUEL FILO SOTTILE DE...
Per Eraclito gli opp...
Funerale di Stato...
In omaggio alle vitt...
Tratto Dionisiaco...
Mi sei entrato sotto...
Scriverei il mio dia...
Madre terra...
MORIRE AD AGOSTO...
Quell'arancia...
Giardini giapponesi...
MASTURBAZIONE MENTAL...
Catena senza chiave...
La festa...
AMICI VERI...
il prodigio...
TEMA: UN AMORE SUL W...
Una carezza al cuore...
La più grande ricche...
Un amore virtuale di...
Prendimi l'anima...
ACCADE...
I Poeti non guardano...
Molte persone posseg...
I peggior cattivi so...
SEMPRE MIA...
Alba...
Canzone maldestra...
La Dea che canta...
chiedetelo a Siri...
Il Pirata...
Davanti al mare......
MURO ANTICO...
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Lu picuraru

A llu 'rizzonti sponta già lu soli.
Lassa la massarìa lu picuraru;
penza all'amori e lu cori nci doli,
penza alla bbedda figghia t'lu massaru,
a cuiddi uecchj vierdi comu mari
ca l'hannu fattu propriu 'nnamurari.


Si ssetta sotta 'n arvulu t'aulìa,
'uarda li picureddi pasculari,
nci veni 'n'ogna ti malincunia,
sapi ca no' nci pó ccussì campari;
poi, cu ssi lleva tutti li pinzieri,
pigghia lu flautu e si metti a sunari.


Lu soli già shta pponni a chianu a chianu.
Ti giurni com'a ccuddu n'havi assai;
lu giurnu ti l'amori è assa' luntanu
e ppi iddu no' nci 'rriva quasi mai.
Shtraccu, scuntientu, e , amaru amaru
torna alla massarìa lu picuraru.


Traduzione:
Il pecoraio


All'orizzonte spunta già il sole.
Lascia la masseria il pecoraio;
pensa all'amore e il cuore gli duole,
pensa alla bella figlia del massaio,
a quegli occhi verdi come mare
che l'hanno fatto proprio innamorare.


Si siede sotto un ulivo,
guarda le pecorelle pascolare,
gli viene un po' di malinconia,
sa che non può così campare;
poi, per togliersi tutti i pensieri,
prende il flauto e si mette a suonare.


Il sole già tramonta a poco a poco.
Di giorni come quello ne ha parecchi;
il giorno dell'amore è assai lontano
e per lui non arriva quasi mai.
Stanco, scontento e amareggiato
torna alla masseria il pecoraio.


Nota: Poesia in vernacolo sanvitese con
relativa traduzione. Descrive la malinconica
giornata del pecoraio.



Share |


Poesia scritta il 29/03/2014 - 09:35
Da Giuseppe Vita
Letta n.646 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Stupenda! :)

Ivan Pirani 26/04/2014 - 20:48

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?