Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ti guardo... Ti sent...
L’aforisma è… L’a...
Papaveri...
Mare nero...
...negli aranci dei ...
MUORI...
Io sono...
OGGI...
Il buon pirata ...
il sistema e la norm...
Genesi...
A Leopardi ( Parte 1...
giocosi attimi...
Notte sui Lungarni...
HAIKU N.20...
La giostra Felicità...
Salpare verso le ste...
È tardi...
Felicità...
Tovaglioli...
L'ornitolo...
UNA VOLTA E' S...
La maledizione dell’...
Di bianchi...
ACCOMPAGNAMI ALLA VI...
Sole di nebbia...
'O Puvuriello - Il p...
Invidia...
In pace con se stess...
Analisi del mio scet...
Volare...o forse no!...
Chi sei......
Canto di lei che ven...
La lucciola...
La mia storia- OTTOB...
Le Odle...
ODE AL MIO SORRISO...
Loro non c'entrano...
Il sole è amore...
SOLCHI PROFONDI SULL...
Vacanze virtuali...
A mia moglie...
Una storia d'amore...
Aspettando l'amore...
Sogni e Incubi...
Ci siete...
Il tempo...
HAIKU N.18...
La vita in un attimo...
LEGAMI...
La domenica...
IL SOGNO DI DOM...
Lettera dal carcere...
Parvenze teatrali...
CATERINA...
Il ciottolo e la nuv...
Il figlio del male...
Dentro...
addio veramente a...
Il bacio del mattino...
A MALI ESTREMI...
ISTANTI...
Macedonia Onirica...
L'UMANO...
Ricordando te...
Vivi e comportati co...
SONO STELLA...
Marea...
È felicità...
Illusione...
NON RUBARE I MIEI CO...
Tu sei la mia luce...
La felicità esiste d...
GIOVANNA O GIULIANA ...
Illusioni e sentimen...
Così felici...
Lacrima...
Il Niente...
Alla foce d'un rivol...
Ali...
Quando al fulmine no...
RIFLESSIONE CON LA R...
'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Una e Trina

Sono spezzata in due.
Scissa, bipolare -
ma cosciente dei due poli
bene e male,
perché al centro io ci sono,
mentre loro si conteggiano
la piccola me, abbandonata
perduta e incosciente
che Io l'ho ritrovata
ed è risorta insieme a me.
Scendiamo unite
verso la fermata
d'un treno ignoto
al belvedere dei colli
e al respiro dei monti.
Ma ci siamo, insieme
noi tre, verso le lacrime
della terra, verso il dovere
che sotterra l'inquietudine e
lo sconforto d'esser me.
Troppi puzzle da ricomporre,
troppe strade da ripercorrere
finalmente ricongiunti
al cospetto del verde
del nostro albero.
Foglie che cadono
e radici che riequilibrano
nel gioco del nostro cammino
che si fa inquieto, nonostante
la pax profunda ci guidi
tra le ali del vento
e le maree del tempo.


Share |


Poesia scritta il 23/06/2014 - 12:22
Da Ayesha Catalano
Letta n.374 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Bellissima la tua poesia, molto vera e umile.

Andrea Calcagnile 26/06/2014 - 18:50

--------------------------------------

Vorremmo essere più entità, ma ne abbiamo una e questa deve barcamenarsi nel mezzo, in equilibrio.
E ti assicuro non è cosa facile....bella la tua poesia.
Hasta luego

Lucio Del Bono 24/06/2014 - 13:19

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?