Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
Giulia...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
AUTUNNO (doppio acro...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...
Enrico e mio padre...
Ognuno di noi possie...
Qui è più facile tro...
L'anima vola...
GIOVANE POETA...
Eterna tristezza...
Amare....
Adriano...
IN QUEI SPAZI VUOTI...
Angeli guardano dall...
Predatori di anime...
La pace dentro...
Pierangelo...
D’emblèe...
Delle volte conviene...
I TUOI BACI...
Natura autodistrutti...
Impronte d’estate...
Selvaggia...
Emozione...
La colazione...
Il respiro dell'autu...
Il Mare Fantasma...
Cosa Eravamo...
ADDIO...
Un ricordo lontano...
Curioso Settembre...
IMMENSE EMOZIONI...
Che bella cosa la sp...
Arguzie...
BELLEZZA...
Nel fluir dei pensie...
IL SENSO DELLE...
Poeta...
Ti ho cercato...
Gelo Maligno...
Troverai un cielo li...
Il ponte...
Sei un mistero...
Iron883...
Il passato...
IL MONDO RACCONTA Un...
Eppure sembra sempli...
Nato in Settembre...
DUE RAGAZZI...
L’imbecille di turno...
Nonna stand by me...
Sarò solo io a scegl...
In alcuni momenti è ...
Ingrata inettitudine...
Quante volte sono st...
Ulisse...
Brezza...
Sensazioni...
Bruma...
Angoscia...
Così è la vita...
Peccatore...
IMMENSITA'...
mattina presto...
Progetti...
splendore...
Settembre...
L' ANIMA OZIOSA...
spicchi...
Margherita...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Agli Albori

Come la fame che avanza
il ladro giocondo crea
una complicazione illusoria
agli occhi degli schiavi.
Nella terra dalle bocche avvelenate
e nei suoi oscuri meandri,
le grandi teste perfezionano
ciò che di oscuro c’era
agli albori dell’orologio.
Con grande e sapiente studio
imbalsameranno gli uomini
e manovreranno i carri
per attacar briga
verso i tarli.


Lotte s'innalzano
dagli specchi d'acqua,
dalle montagne grigie
il cui veleno sale deforme,
e negli alti cieli
vi è un ombra
che tutto copre.


L’inganno mangia vivi
coloro che pregano
false e illusorie verità,
come l’erba scura che cresce
dalle bocche del tempo,
anch’esse corrotte
per le lancette che non contano più
ciò che è eterno.


Per le strade solo i ciechi
derubano la natura
di tutti i suoi averi.
Ma chi ha vinto
nel suo interno
non troverà più posto
nelle prigioni del mondo.



Share |


Poesia scritta il 26/06/2014 - 19:32
Da Lorenzo Arcaleni
Letta n.462 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?