Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- Dicem...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
Occhi belli (Sindro...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...
HAIKU N.16...
La Sera...
Impermeabile...
Fabrizio De Andrè...
DOV' E' LA FEL...
OGNI VOLTA...
sedotto ed increspat...
La scintilla e la ce...
Guarda lontano...
IL ROSPO...
SUBLIME...
Liscio Gassato e Fer...
Mi perdoni Padre per...
Quando ti accorgi ch...
Un Pesce...
LIBERTA'...
Ad occhi chiusi...
Si tenta sempre di s...
Il fuggitivo...
C'è cosa è l'autismo...
LE PAURE DEL PASSATO...
ecce homo...
IL VOLO DEL GHEPPIO...
Le storie diventano ...
La felicità, luci e ...
Nel silenzio del cie...
Un minuto...
Difetti inutili: c'è...
Uomo rigettato...
abissi di memoria...
MAI NOTTE FU TANTO A...
Inutile tempo...
Serve chiarezza...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il Mio Nome E' Dolore

Adesso è Dolore,
Dolore il mio nome …


Scompiglia il vento
stinti capelli
cade la pioggia
sulle mie spalle …


E’ lento il passo
che mi conduce
verso quei luoghi
- antiche patrie -
che ora ritrovo
dopo due anni
le mani vuote
velato sguardo
fremito ardente
di nostalgie …


Nel sangue scorri
mio eterno amore
fisso il pensiero
rivolto a te …


Non tornerai
a me, lo so,
eppure mai
ti scorderò …


Piccola donna
senza domani
che per te visse
per te vivrà


inviando al cielo
la sua canzone
stonate note
d’amor per te …



21.6.2014



Share |


Poesia scritta il 05/07/2014 - 01:12
Da Marina Assanti
Letta n.464 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Ti ringrazio di cuore cara Carla, per il tuo apprezzatissimo commento. Ciao, Marina

Marina Assanti 12/07/2014 - 10:56

--------------------------------------

un dolore che arriva a lacerare l'anima, che prende il cuore che non trova sollievo... bellissimi versi pregni d'amore seppur sofferto il mio elogio cara...

Carla Composto 12/07/2014 - 05:46

--------------------------------------

E' stata scritta in un momento amaro e di sconforto Giuseppe. Superato, però. I primi due versi si staccano, sì. Sono senari. Grazie per il gradito commento, un caro saluto, Marina

Marina Assanti 06/07/2014 - 17:05

--------------------------------------

Par sia una tua delusione d'amore vissuta in tempi passati e che ti tormenta tuttora. Bei versi quinari eccetto i primi due. Piaciuta ed apprezzata, brava! Un saluto!

Giuseppe Vita 06/07/2014 - 16:38

--------------------------------------

Ti ringrazio, Paola, per l'apprezzatissimo commento. Ciao, Marina :)

Marina Assanti 06/07/2014 - 14:00

--------------------------------------

Versi molto belli, malinconici, dolorosi...
Molto sentita.
Complimenti Marina.

Paola Collura 06/07/2014 - 13:22

--------------------------------------

Davvero apprezzatissimo il tuo calzante commento, Salvatore. Ti ringrazio di cuore. Serena domenica a te, ciao, Marina

Marina Assanti 06/07/2014 - 11:47

--------------------------------------

Una realtà che s'identifica con un nome e con una persona la cui vita appare trasformata, priva di quel significato che, fino ad un tempo, appariva certo ed essenziale. Una poesia velata dalla nebbia della tristezza generata dal freddo del dolore. Molto bella. Serena domenica, Salva

Salvatore Linguanti 06/07/2014 - 06:23

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?