Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

ESSERE DONNA...
Le stelle illuminano...
Non smetteranno mai...
L 'inganno della mor...
Ti sei presentato...
UN'EMOZIONE CHIAMATA...
Dimentica...
Impalcato sul Polcev...
Non oggi...
Pistoia 1970...
Amore di luglio....
Erano perle...
Chat Intrigante...
L\'incanto del glici...
Scrittura, cinema, f...
UN GOCCIO D'ESTATE...
Paura degli spettri...
Fiamme all'orizzonte...
ANGELO MIO...
amare...
Come i temporali coi...
Com'è pesante questo...
Se ancora potrò sopr...
Ti appartengo...
Girasole...
Caffè...
Il Nascer di un gior...
Primavera...
Pioggia d’agosto...
La vita è bella L...
Ponte...
Se scrivi i codici d...
DOV'ERI?...
I MIEI ARTI...
Ohibo`!...
IO E TE...
La disillusione è co...
UN SALTO NEL ...
e quell\'uomo lonta...
L'hai mai visto il m...
Solitudine...
Un ponte per la vita...
In me...
Resto a guardare...
Pensieri...
Sere d'estate...
QUEL FILO SOTTILE DE...
Per Eraclito gli opp...
Funerale di Stato...
In omaggio alle vitt...
Tratto Dionisiaco...
Mi sei entrato sotto...
Scriverei il mio dia...
Madre terra...
MORIRE AD AGOSTO...
Quell'arancia...
Giardini giapponesi...
MASTURBAZIONE MENTAL...
Catena senza chiave...
La festa...
AMICI VERI...
il prodigio...
TEMA: UN AMORE SUL W...
Una carezza al cuore...
La più grande ricche...
Un amore virtuale di...
Prendimi l'anima...
ACCADE...
I Poeti non guardano...
Molte persone posseg...
I peggior cattivi so...
SEMPRE MIA...
Alba...
Canzone maldestra...
La Dea che canta...
chiedetelo a Siri...
Il Pirata...
Davanti al mare......
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il bar del Sesto Senso

Al bar del Sesto senso ci vai
quando hai litigato con la solitudine
e fatto pace con la rabbia.


Il padrone non si vede mai,
ma dicono che sia in viaggio, forse nel deserto
a comprarsi un’altra moglie
e che presto tornerà.


Ogni volta che entro chiedo di Giovanna,
quella bionda con la voglia di fragola sulla guancia,
ma lei se n’è andata solo un momento prima,
un momento prima che io entrassi,
così, mi dicono sempre.


Al tavolo vicino alla finestra
c’è un vecchio negro che arrotola sigari cubani.
Li offre a chi gli racconta una storia che già non conosca,
poi ti sorride con il suo dente d’oro,
scuote la testa e riprende il lavoro.


In piedi il professore legge il giornale di ieri,
dice che così ha il tempo
per prepararsi alle disgrazie di oggi.
Ride di gusto la portiera
che da anni gli fa gli occhi dolci
e che a volte gli nasconde il giornale per dispetto.


E c’è sempre una puttana, ha occhi così teneri
che non riesco a fissarla senza tremare,
a pensarci qualcuno dice che si chiama Maddalena.
L’ubriaco le guarda i seni,
si fruga nelle tasche
e poi piange chiamando la moglie per nome.


Il cameriere mi conosce,
lo sa che prendo caffè freddo con vaniglia
e sa anche che non voglio zucchero.
Non voglio niente che addolcisca i ricordi.
E poi
E poi
E poi, dal bar del Sesto Senso te ne vai
quando hai litigato con la rabbia
e hai fatto pace con la solitudine.



Share |


Poesia scritta il 13/07/2014 - 18:11
Da floriano fila
Letta n.343 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Sembra di vivere una atmosfera un po'retrò in questa bella poesia che affronta il tema della solitudine.Una storia in mezzo a tante storie di solitudine e vita. Molto bella!

Claretta Frau 13/07/2014 - 19:24

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?