Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

In questa mia sera...
CONFUSO...
Inverno...
e guardo i papaveri...
IL GIARDINO DELLE PA...
Fantasia furfante....
IL FANTASMA DELLA BI...
Forse un giorno...(m...
Mi piace guardare l'...
Troppi sentimenti fa...
dio esiste perchè ha...
Piccolo uomo...
Trepidi richiami...
Nuovo Evento...
NATALE 2...
Un ponte...
Abbiamo la coscienza...
HAIKU' ***...
Decoupage...
Connessione....
Nella sua meraviglia...
La nostra stella......
HAIKU N.9...
Sogno...
QUESTO NATALE GALOPP...
SOFFIO DI VITA...
Sussurro della vita...
Domani ancora noi...
Riflessioni...
Donna avvolta...
LA VITA...
LA NOIA SI VE...
Frenesie...
Fai presto a dire an...
Dovrei...
Natale all'improvvis...
Il futuro...
La vita ( Il respiro...
Rumore...
Senza possibilità di...
La sedia...
Lontano da qui...
Adesso......
Sul Tuo viso...
MARTA...
La vita e il mare...
I silenzi della nott...
Un giorno una person...
SOLO PER UN ATTIMO...
Natale...
Sole d'inverno...
Volo di uccelli...
All'ombra...
Finalmente...
Amare....
SE SOLO AVESSE UN CU...
Bella dentro...
gelida pioggia...
Persa...
A te che vaghi nell'...
bagnati di lillà...
COS' E' LA VIT...
Il pesciolino e il p...
La vita è negli occh...
Segnali...
Esordire....
Instabilità...
Haiku- l'angoscia so...
LA FEDE...
Prospettiva di un'Es...
Consapevolezza...
Sento il bisogno di ...
Prima di amare...
Un incontro per la v...
Fase di rotazione...
È Natale...
La poesia...
Il Natale che non c’...
Vita...
Vorrei amarti.......
A TE...
Il Paradiso terrestr...
HAIKU N.8...
Ricordo 'a notte...
...scappa fanciulla,...
Dicembre...
La bellezza dei prep...
Ninfea...
CASTELLI DI SAB...
Ma non ne abbiamo ab...
Stella Cadente...
SI L'AMMORE...
Il padre che sta dom...
La piovra...
Anche questa è vita!...
Canto libero...
SOGNI...
Ombre e precipizi...
matto...
Bigliettini...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Cosa ne sai di me

Cosa ne sai di me, di tutti i miei sogni tu
che stai su un trono e punti il dito sulle mie miserie.
Sai ben confondere chi ti sta ad ascoltare
ma vali poco, meno del nulla;
sei padrone della superbia, di quella fame esagerata.
Siamo solo fantocci raggirati da parole sterili, secche
e a noi cosa lasci?
No. Non ti invidio né ti accuso,
è solo che vorrei volare come è giusto sia
ma tu non lo permetti,
mi massacri con i debiti, con la tua austerità.
E a lei cosa dirò?
A lei che amo più di me stesso;
a lei che ho promesso un sogno,
una famiglia forte e figli da crescere
cosa dirò mai?
Che sono un uomo che non vale niente?
Che non c'è pane per la nostra tavola?
Io non voglio la tua poltrona
né tanto meno la tua giacca costosa;
voglio svegliarmi solo con i miei pensieri,
guardare i suoi occhi blu e sentirmi
ancora vivo, ancora un uomo.
Voglio un lavoro come tutti e avere un figlio
a cui dare il canto del mondo,
ma diventare padre non è più un dono
è agonia per chi è sconfitto dalla vita
e tu sorridi, ancora sorridi,
del mio pianto non ti importa nulla.


Prego che un giorno possa avere anche io il diritto
di essere chiamato padre.



Share |


Poesia scritta il 18/07/2014 - 05:04
Da LUCA SANTO
Letta n.352 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?