Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ti guardo... Ti sent...
L’aforisma è… L’a...
Papaveri...
Mare nero...
...negli aranci dei ...
MUORI...
Io sono...
OGGI...
Il buon pirata ...
il sistema e la norm...
Genesi...
A Leopardi ( Parte 1...
giocosi attimi...
Notte sui Lungarni...
HAIKU N.20...
La giostra Felicità...
Salpare verso le ste...
È tardi...
Felicità...
Tovaglioli...
L'ornitolo...
UNA VOLTA E' S...
La maledizione dell’...
Di bianchi...
ACCOMPAGNAMI ALLA VI...
Sole di nebbia...
'O Puvuriello - Il p...
Invidia...
In pace con se stess...
Analisi del mio scet...
Volare...o forse no!...
Chi sei......
Canto di lei che ven...
La lucciola...
La mia storia- OTTOB...
Le Odle...
ODE AL MIO SORRISO...
Loro non c'entrano...
Il sole è amore...
SOLCHI PROFONDI SULL...
Vacanze virtuali...
A mia moglie...
Una storia d'amore...
Aspettando l'amore...
Sogni e Incubi...
Ci siete...
Il tempo...
HAIKU N.18...
La vita in un attimo...
LEGAMI...
La domenica...
IL SOGNO DI DOM...
Lettera dal carcere...
Parvenze teatrali...
CATERINA...
Il ciottolo e la nuv...
Il figlio del male...
Dentro...
addio veramente a...
Il bacio del mattino...
A MALI ESTREMI...
ISTANTI...
Macedonia Onirica...
L'UMANO...
Ricordando te...
Vivi e comportati co...
SONO STELLA...
Marea...
È felicità...
Illusione...
NON RUBARE I MIEI CO...
Tu sei la mia luce...
La felicità esiste d...
GIOVANNA O GIULIANA ...
Illusioni e sentimen...
Così felici...
Lacrima...
Il Niente...
Alla foce d'un rivol...
Ali...
Quando al fulmine no...
RIFLESSIONE CON LA R...
'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



La ballata della piccola Marta

Eccolo,arriva e Marta lo sente.
Lui sale le scale con passo pesante.
E quella paura nel giorno latente
diventa terrore, arriva suo padre.
La gola si serra, sparisce la voce
il sangue si gela,
non c’è più speranza
ormai lei lo sa …
Fra poco di nuovo accadrà,
ancora una volta, l’ennesima volta.
Nascosta là dietro la porta
a sé rannicchiata lo attende.
Non piange nemmeno,
non è più capace.
Le mani sul volto per farsi un riparo
e un vortice scuro che presto le invade la mente,
sul fondo c’è fuoco e spire di fiamma
risalgono e bruciano tutto d’intorno.
Ma l’orco è arrivato e ormai l’ha trovata,
le grida:
stracciona, che fai là, così rannicchiata?
S’abbassa quell’orco e le molla un ceffone.
Lei alza lo sguardo, lo vede:
suo padre ha bevuto
ha gli occhi iniettati di sangue,
colpisce il suo ventre con calci e con pugni,
urlando parole sconnesse.
Nel cuore di Marta soltanto terrore,
resiste con tutte le forze,
non vuole provare dolore.
Per farsi coraggio ripete in cuor suo
quel bel ritornello di quando felice
con mamma varcava il portone di scuola:
“Io son contadinella, alla campagna bella,
se fossi una regina sarei incoronata …”
Più volte la semplice rima l’aveva aiutata.
Ma l’orco non smette, non sente pietà,
continua a inveire, insiste a colpire,
la piccola Marta si sente morire.
Ma ecco ad una tratto qualcuno la viene a salvare:
arriva la morte e la porta con sé...


Share |


Poesia scritta il 18/07/2014 - 11:14
Da lidia filippi
Letta n.398 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Mi hai commosso!
Un testo davvero bello anche se drammatico.
Bravissima!

Intreccio 2 19/07/2014 - 06:28

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?