Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Non smetteranno mai...
L 'inganno della mor...
Ti sei presentato...
UN'EMOZIONE CHIAMATA...
Dimentica...
Impalcato sul Polcev...
Non oggi...
Pistoia 1970...
Amore di luglio....
Erano perle...
Chat Intrigante...
L\'incanto del glici...
Scrittura, cinema, f...
UN GOCCIO D'ESTATE...
Paura degli spettri...
Fiamme all'orizzonte...
ANGELO MIO...
amare...
Come i temporali coi...
Com'è pesante questo...
Se ancora potrò sopr...
Ti appartengo...
Girasole...
Caffè...
Il Nascer di un gior...
Primavera...
Pioggia d’agosto...
La vita è bella L...
Ponte...
Se scrivi i codici d...
DOV'ERI?...
I MIEI ARTI...
Ohibo`!...
IO E TE...
La disillusione è co...
UN SALTO NEL ...
e quell\'uomo lonta...
L'hai mai visto il m...
Solitudine...
Un ponte per la vita...
In me...
Resto a guardare...
Pensieri...
Sere d'estate...
QUEL FILO SOTTILE DE...
Per Eraclito gli opp...
Funerale di Stato...
In omaggio alle vitt...
Tratto Dionisiaco...
Mi sei entrato sotto...
Scriverei il mio dia...
Madre terra...
MORIRE AD AGOSTO...
Quell'arancia...
Giardini giapponesi...
MASTURBAZIONE MENTAL...
Catena senza chiave...
La festa...
AMICI VERI...
il prodigio...
TEMA: UN AMORE SUL W...
Una carezza al cuore...
La più grande ricche...
Un amore virtuale di...
Prendimi l'anima...
ACCADE...
I Poeti non guardano...
Molte persone posseg...
I peggior cattivi so...
SEMPRE MIA...
Alba...
Canzone maldestra...
La Dea che canta...
chiedetelo a Siri...
Il Pirata...
Davanti al mare......
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



La ballata della piccola Marta

Eccolo,arriva e Marta lo sente.
Lui sale le scale con passo pesante.
E quella paura nel giorno latente
diventa terrore, arriva suo padre.
La gola si serra, sparisce la voce
il sangue si gela,
non c’è più speranza
ormai lei lo sa …
Fra poco di nuovo accadrà,
ancora una volta, l’ennesima volta.
Nascosta là dietro la porta
a sé rannicchiata lo attende.
Non piange nemmeno,
non è più capace.
Le mani sul volto per farsi un riparo
e un vortice scuro che presto le invade la mente,
sul fondo c’è fuoco e spire di fiamma
risalgono e bruciano tutto d’intorno.
Ma l’orco è arrivato e ormai l’ha trovata,
le grida:
stracciona, che fai là, così rannicchiata?
S’abbassa quell’orco e le molla un ceffone.
Lei alza lo sguardo, lo vede:
suo padre ha bevuto
ha gli occhi iniettati di sangue,
colpisce il suo ventre con calci e con pugni,
urlando parole sconnesse.
Nel cuore di Marta soltanto terrore,
resiste con tutte le forze,
non vuole provare dolore.
Per farsi coraggio ripete in cuor suo
quel bel ritornello di quando felice
con mamma varcava il portone di scuola:
“Io son contadinella, alla campagna bella,
se fossi una regina sarei incoronata …”
Più volte la semplice rima l’aveva aiutata.
Ma l’orco non smette, non sente pietà,
continua a inveire, insiste a colpire,
la piccola Marta si sente morire.
Ma ecco ad una tratto qualcuno la viene a salvare:
arriva la morte e la porta con sé...


Share |


Poesia scritta il 18/07/2014 - 11:14
Da lidia filippi
Letta n.375 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Mi hai commosso!
Un testo davvero bello anche se drammatico.
Bravissima!

Intreccio 2 19/07/2014 - 06:28

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?