Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
AUTUNNO (doppio acro...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...
Enrico e mio padre...
Ognuno di noi possie...
Qui è più facile tro...
L'anima vola...
GIOVANE POETA...
Eterna tristezza...
Amare....
Adriano...
IN QUEI SPAZI VUOTI...
Angeli guardano dall...
Predatori di anime...
La pace dentro...
Pierangelo...
D’emblèe...
Delle volte conviene...
I TUOI BACI...
Natura autodistrutti...
Impronte d’estate...
Selvaggia...
Emozione...
La colazione...
Il respiro dell'autu...
Il Mare Fantasma...
Cosa Eravamo...
ADDIO...
Un ricordo lontano...
Curioso Settembre...
IMMENSE EMOZIONI...
Che bella cosa la sp...
Arguzie...
BELLEZZA...
Nel fluir dei pensie...
IL SENSO DELLE...
Poeta...
Ti ho cercato...
Gelo Maligno...
Troverai un cielo li...
Il ponte...
Sei un mistero...
Iron883...
Il passato...
IL MONDO RACCONTA Un...
Eppure sembra sempli...
Nato in Settembre...
DUE RAGAZZI...
L’imbecille di turno...
Nonna stand by me...
Sarò solo io a scegl...
In alcuni momenti è ...
Ingrata inettitudine...
Quante volte sono st...
Ulisse...
Brezza...
Sensazioni...
Bruma...
Angoscia...
Così è la vita...
Peccatore...
IMMENSITA'...
mattina presto...
Progetti...
splendore...
Settembre...
L' ANIMA OZIOSA...
spicchi...
Margherita...
UN ATTIMO E FU AMORE...
OASI...
E non esiste espansi...
La fune....
Il sole splende, sol...
Teniamoci stretti...
Addio...
Lupo...
A furia di fare i fu...
Febbre...
A TE...
Sasso e prato...
Immenso mare...
Quando guardo l'oriz...
Poesia......
Tre corse in tram...
Un tanto ingenuo e t...
Sul lungomare della ...
Cavaliere della carr...
Se insegni con passi...
L' odore dell'amore...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

FINO A QUANDO?

Bagliori mirati e crepitii insoluti.
Rantoli, certezza di una morte oscura
senza contorno d’occhi in Croce di bambini.
Nell’inseguirsi di curiosi mai sazi di, perché?
avvolti a Madri gridano, forse un ultimo: Cos’è?


Dove non so, un’altra Parte scruta e vede
il progresso ormai, avverte aghi nei pagliai.
Sono -Pezze- (un dì, lo marchiavano nel pianto)
Pezze d’appoggio a “Leve” a radere coscienze.
Deve vivere. Se perirà, non sarà come Sansone.


Ho riletto o Dio, sono i tuoi Popoli, gli Eletti
da Ismaele a Isacco, benedetti fin d’allora.
Signore pietà non maledirmi, mi basta.
Lasciami piangere la Civiltà che è morta
e sia quel che sia del Progresso che l’ha sepolta.



Share |


Poesia scritta il 21/08/2014 - 14:35
Da giampietro corvi c.
Letta n.515 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


GIAMPIETRO,mi associo al tuo pianto, di civiltà in questo mondo è rimasto ben poco,SAPIENTE verseggiare,buona serata

genoveffa 2 frau 22/08/2014 - 17:57

--------------------------------------

Ermetismo è vero: ermetismo importante che si apre a una domanda che forse non troverà mai risposta fino a quando Signore. Non è forse abbastanza alto il nostro grido di dolore? Fino a quando la tua croce sarà la nostra croce.E il loro progresso la nostra penitenza e tomba.

Claretta Frau 22/08/2014 - 11:09

--------------------------------------

Un ermetismo usato con perizia ed eleganza per un tema commovente e complesso.

Ugo Mastrogiovanni 22/08/2014 - 10:57

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?