Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Diavolo...
Luci al neon...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
È AUTUNNO...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...
Enrico e mio padre...
Ognuno di noi possie...
Qui è più facile tro...
L'anima vola...
GIOVANE POETA...
Eterna tristezza...
Amare....
Adriano...
IN QUEI SPAZI VUOTI...
Angeli guardano dall...
Predatori di anime...
La pace dentro...
Pierangelo...
D’emblèe...
Delle volte conviene...
I TUOI BACI...
Natura autodistrutti...
Impronte d’estate...
Selvaggia...
Emozione...
Il respiro dell'autu...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Innocente…

Innocente…


Innocente … tu che per
un silenzio non
voluto gridasti: “Aiuto!”.
Sei colpevole di una
nascita lontana dalla mia.
Io mi nomino innocente
perché seduto sulla
comodità e limito a
indignarmi per la
tua sofferenza
non volendo
rispondere al tuo grido.
La verità è che
voglio vivere
agiato e per vivere
così io, devi
morire tu!
E’ una verità
che suona amaro
ma soltanto per te
perché io vivo
tra mille scelte e tu,
non puoi scegliere
neanche tra
vivere o morire.
IO, DECIDO PER TE.
IO SONO DIO!
Non meriti di vivere
perché io,
non merito di morire.
DOLORE TU, GIOIA IO!
Questo è il verdetto.
Sono, un magistrato di sangue.
Sono un innocente
dall’animo colpevole e
tu un colpevole
dall’animo innocente.
Ma siamo sulla Terra,
dove l’anima è una
lingua morta e
soltanto violenza e
soldi sono la vera giustizia.
Sei un assassino
senza colpa.
MUORI! Oggi
è un giorno di
festa perché
la mia voglia
di avere polvere,
vaga ancora
nell’immortalità.
Sono poi ancora
un innocente
quando punto
il dito su qualcuno,
senza pensare
che loro abbiano
fatto la stessa
cosa con altri,
in passato.
“IO SONO MEGLIO!”,
urlo in strada,
per cercare
approvazione dalla gente.
Quando non c’è
potere, c’è ragione.
Mi guardo intorno
perché ciò che vedo
è anche opera mia e
se uccido come
faccio a sentirmi migliore?
Le mie mani sono
macchiate di sangue …
NON DEVO PUNTARE
IL DITO PER
MOSTRARLO!
Lavarmi le mani
offrendo acqua a
chi non può bere,
è soltanto quello
che devo fare,
soltanto è quello,
il mio sapone.
Lì soltanto potrò
dire di essere migliore,
affidando però
la mia voce al
silenzio per non
rischiare di
diventare schiavo
della presunzione.



Share |


Poesia scritta il 25/08/2014 - 21:57
Da Giuseppe Greco
Letta n.350 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Mi hai fatto pensare alla nostra società, a chi gode dei privilegi a discapito di altri, talmente indifferenti da non ascoltare neppure le grida che invocano aiuto di chi è meno fortunato. Intensa,piaciuta.A rileggerti GIUSEPPE

genoveffa 2 frau 26/08/2014 - 23:22

--------------------------------------

Ma forse il tuo è un discorso più generale che personale. Viviamo in un mondo dominato dall'egoismo e dall'indifferenza. Ciò che non succede a noi non ci tocca. Invece abbiamo enormi responsabilità. Tutti. Molto attenta questa tua riflessione e molto belle e sagge le parole della chiusa, aperta alla speranza. Bravo, Giuseppe, condivido quanto dici. Ciao!!!

Marina Assanti 26/08/2014 - 17:47

--------------------------------------

Un lungo sfogo tormentato...in cui le parole, ad un certo punto, hanno cominciato a ruzzolare senza più controllo...Un esame di coscienza spietato offerto a tutti noi. Una sofferenza intensa, completamente priva di veli.

Vera Lezzi 26/08/2014 - 14:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?