Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Eterea...
Il Pirata...
18 giugno 2016...
Sommerso...
Davanti al mare......
MURO ANTICO...
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Dirti ciao...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...
L'addio...
Chiudi gli occhi, fi...
Haiku Nel cielo...
Una amicizia special...
L ' ultima Thule...
Al rincasar degli sb...
Gli anni vanno via e...
POETARE...
In riva al mare...
NON FRIGNARE PIÙ...
Ho bisogno di te...
IL QUINTO ANNIVERSAR...
Nello spazio senza g...
Io e l’estate....
Giovani...
Come rugiada...
Senso di colpa...
quando il tutto sara...
Tu mi colori la vita...
HO CONOSCIUTO L'AMOR...
L'inverno nel cuore...
L'AMORE...
Sul Meeting di Rimin...
NAVIGO DENTRO UNA ...
A RISCHIO DI COTTURA...
Fiordifragola...
L’Abete...
Uno scorcio di io(C)...
Ho cercato di amarti...
Non andar via...
Le esistenze non son...
L' AMORE SUL WE...
Un ombrellone...
Amore virtuale...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Pensaci mamma… (Lettera di un bimbo alla sua mamma il giorno dell’aborto)

Volevo starti vicino
ma tu non hai voluto.
Nella vita c’è sempre una scelta.
Ora devo pagare io?
Tu vorresti farmi pagare
con la vita per una colpa non mia?
Perché mamma? Pensa.
Oggi muoiono i
miei sogni, perché tu
non riesci più a farlo.
Non uccidi solo me.
Pensaci mamma.
So che la tua è
una scelta difficile
ma io che c’entro.
Non merito forse
di vivere anch’io?
Un giorno mi dirai
cosa ti ha spinto a farlo.
Un giorno mi
darai delle risposte
perché oggi uccidi
le mie domande di domani
ma sappi che comunque
ti voglio bene mamma.
Non risolvere con il mio
sangue un tuo problema.
Perché mamma? Pensa.
Io sono innocente non vestirmi
di una colpa figlia della violenza.
Non farlo. Pensaci mamma.


Share |


Poesia scritta il 10/09/2014 - 19:08
Da Giuseppe Greco
Letta n.518 volte.
Voto:
su 7 votanti


Commenti


Straziante! Leggendola, non ho potuto trattenere le lacrime! Ci vuole proprio molto coraggio per compiere un gesto così atroce...

Chiara B. 11/09/2014 - 21:00

--------------------------------------

Piccoli angioletti..Sono commossa,davvero bravo!

giusy leotta 11/09/2014 - 20:23

--------------------------------------

Non mi sento di giudicare quelle mamme che vogliono abortire. Sono scelte difficilissime e dolorose da prendere. Dipende dalle situazioni.Partorire un figlio e poi abbandonarlo o trattarlo male non è anche questo una cosa tremenda? Per il resto mi trovo d'accordo con Vera.

Paola Collura 11/09/2014 - 11:46

--------------------------------------

scusa ho sbagliato pardon GIUSEPPE

Carla Composto 11/09/2014 - 09:57

--------------------------------------

forte questa lirica che trasmette tutta l'angoscia di una mamma che a volte si vede costretta a prendere decisioni che l'accompagneranno per la vita... trattata molto bene complimenti Romualdo

Carla Composto 11/09/2014 - 09:56

--------------------------------------

Leggendo ho percepito tenerezza ,angoscia,tristezza...la vita è un mistero meraviglioso,compreso le decisioni di ogni individuo.Un caro Saluto.

Eugenia Toschi 11/09/2014 - 09:47

--------------------------------------

Scritta da un uomo ha ancora più significato. I colpevoli siamo anche noi. Forte nel senso e nella sostanza.
Complimenti
Romualdo

Romualdo Guida 11/09/2014 - 09:09

--------------------------------------

TOCCANTE VERSEGGIO... CHE COMMOZIONE GIUSEPPE IN VERSI CHE SI FAN LACRIME... FELICE GIORNATA

Rocco Michele LETTINI 11/09/2014 - 06:01

--------------------------------------

Quanta sofferenza in una donna al momento di prendere una decisione come questa ma anche dopo averla messa in atto,resterà per sempre un dolore che nemmeno il tempo riuscirà a mitigare.Ciao

Anna Rossi 11/09/2014 - 05:49

--------------------------------------

Forse vi turberò, ma io -anche per gli studi di medicina fatti- non riesco a considerare <un seme assolutamente iniziale, un bambino>. Quello è una proposta di vita, da esaminare con senso di responsabilità: "Pensi di poter far sviluppare questo seme, positivamente, oppure no?...Io non credo che una donna debba produrre figli illimitatamente, non è una macchina, e i figli non sono gettoni. Trovo disumano caricare le donne di drammi che sono, assai più spesso, le vite prodotte in situazioni proibitive. Inutile dire che la cosa più giusta ancora è programmare, prima di qualsiasi inizio, la vita che si vuole e può dare. Vera

Vera Lezzi 10/09/2014 - 23:44

--------------------------------------

Normalmente sono le donne a sentire di più la responsabilità di questo orrore!! Complimenti...

Lory C. 10/09/2014 - 22:49

--------------------------------------

Normalmente sono le donne a sentire di più la responsabilità di questo orrore!! Complimenti...

Lory C. 10/09/2014 - 22:15

--------------------------------------

POVERO bimbo mai nato se si sentissero tutte le loro voci quanti sarebbero i non nati?e il tormento del rimorso delle madri? intensa nella sua tragicità,bravo GIUSEPPE

genoveffa 2 frau 10/09/2014 - 21:57

--------------------------------------

"Oggi muoiono i
miei sogni, perché tu
non riesci più a farlo.
Non uccidi solo me.
Pensaci mamma."

E' struggente, Giuseppe.
E commovente la tua sensibilità.
Bravo!!!!
Un saluto a te, ciao,
Marina


Marina Assanti 10/09/2014 - 21:11

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?