Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ricordando te...
Vivi e comportati co...
SONO STELLA...
Marea...
È felicità...
Illusione...
NON RUBARE I MIEI CO...
Tu sei la mia luce...
La felicità esiste d...
GIOVANNA O GIULIANA ...
Illusioni e sentimen...
Così felici...
Lacrima...
Il Niente...
Alla foce d'un rivol...
Ali...
Quando al fulmine no...
RIFLESSIONE CON LA R...
'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...
LA FELICITÀ ...SAI...
BIANCO...
La maledizione dell’...
L'ULTIMO DONO...
Cechin...
IL CANCRO È UN CLAND...
Antoine e il Piccolo...
Ragazza col turbante...
Mille...
Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- DICEM...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\\\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

La religione

Penzo c’ormai nun è più ‘n opinione
che è l’omo che se ‘nventa la religgione
pe’ smania de potere e p’esse padrone
de li sentimenti e penzieri della popolazione,
come si nun bastassero la politica e la morale
mò ce se mettono puro l’imamme e ‘r cardinale.
Io me meravijo de come er padreterno
ch’è infinitamente bono e fonte de pace
possa scaraventà li pori cristi all’inferno
o comannà d’ammazzà l’artri come ‘n rapace.
Mesà che ‘r paradiso lo vedemo cor binocolo
ciaveva preso Carlo che allora è l’oppio der popolo.
La religione quella unica e sincera
nasce da sola drent’ar core,
e come ‘n fiore a primavera
quanno sboccia nun fa rumore,
è quella che quanno vedi le stelle
te fa volà in braccio ar creatore,
t’accorgi che sta ‘n tutte le cose belle,
è quer sospiro profonno che se chiama amore.


Share |


Poesia scritta il 14/09/2014 - 01:38
Da paolo di cristofaro
Letta n.447 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Paolo , la mia religione ?
rispettare il prossimo indipendentemente dal colore , dal sesso , dall'età , e dalla sua credenza.
mi piacerebbe che un giorno tutte le religioni rispettassero un codice , come succede nelle strade , con diversi tipi di marche di auto , complicato?
no , credo che hai capito ,ciao grande

salvatore alvaro 15/09/2014 - 18:23

--------------------------------------

Sono d'accordo con te, Paolo! La religione non s'inventa, e credere nasce dal cuore! Buona serata,

Chiara B. 15/09/2014 - 17:30

--------------------------------------

hai ragione il Signore é nei nostri cuori... e la fede non si può inventare... un vernacolo molto bello bravo paolo

Carla Composto 15/09/2014 - 13:07

--------------------------------------

Grazie a tutti per i vostri commenti così profondi e pieni di spunti!!!! Ciao! Grazie!

paolo di cristofaro 15/09/2014 - 12:41

--------------------------------------

Purtroppo chiunque crede in una religione pensa che la sua sia la vera ed unica...E così sorgono le lotte sanguinarie tra religioni che diventano il vero cancro dei popoli col desiderio di dominio di una sulle altre che invade i credenti...Non c'è proprio più religione.

Auro Lezzi 15/09/2014 - 11:30

--------------------------------------

Sono pienamente d'accordo con te.
Bella poesia e in dialetto lo è ancor di più!!

Paola Collura 15/09/2014 - 10:22

--------------------------------------

Hai proprio ragione ,nelle lotte di potere mettono in mezzo la religione,il paradiso speriamo di vederlo anche qua quando tutte le brutture saranno terminate
sicuramente quando abbiamo la FEDE nel cuore,allora guardiamo tutto con amore,opera intensa pregna di profondo significato,pensiero condiviso,serena serata Paolo

genoveffa 2 frau 14/09/2014 - 21:31

--------------------------------------

In piena sintonia con tutto quanto hai scritto rendendolo ancora più schietto attraverso il dialetto. In tutto si può cogliere bene e male, anche nelle religioni, ma in queste c'è senz'altro molto di costruito con logiche di potere, mentre la fede vera è quella personale di una libera coscienza. E la più bella, per me, è proprio quella di tipo contemplativo di cui parli tu. Buona serata nell'amore e nella gioia di Dio. Vera

Vera Lezzi 14/09/2014 - 21:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?