Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Eterea...
Il Pirata...
18 giugno 2016...
Sommerso...
Davanti al mare......
MURO ANTICO...
Vietnam anni sessant...
Orca Assassina...
Brecciame...
Sognare o arrendersi...
Errore umano...
Se mi guardi e non p...
BOSCO...
Segni indifferenti...
QUANDO TI ABBRACCIO...
ricordare...
L'amore e l'amicizia...
Ho un sogno da realu...
l'antica porta...
L’Amore che vorrei...
Infinito...
Dirti ciao...
Capitano, dove sei?....
Gioca a scacchi cont...
Luci d'Estate...
..e tirarlo a forza...
L’orticello del conv...
Cicala...
Che roba !...
Poesia è una pagina ...
Eclissi di luna...
Tempesta...
QUANDO ARRIVERÀ IL M...
Eppur m'è caro...
Riflessioni in bilic...
Lidia...
Per i bambini è faci...
La voce del vento...
Da questa battima...
Notti d'agosto...
Starseed...
Ormai come ogni nott...
La vecchierella...
Il paese fantasma...
La guerra tra animi...
Soffice balzo...
La mia vita...
Sul tetto del mondo...
La Quercia...
Ti tengo nel cuore...
Non esiste vita che ...
Donna...
L'ultimo esame...
Ti porterò con me...
Ho comprato una lett...
Lira di Dio...
La dama...
Mattino...
Visioni d'Estate 201...
I miei castelli......
mi piace stare qui...
Inadatto...
RICORDI...
Una Corsa Speciale...
Lo scorrere dell\'ac...
Dove sei?...
L'addio...
Chiudi gli occhi, fi...
Haiku Nel cielo...
Una amicizia special...
L ' ultima Thule...
Al rincasar degli sb...
Gli anni vanno via e...
POETARE...
In riva al mare...
NON FRIGNARE PIÙ...
Ho bisogno di te...
IL QUINTO ANNIVERSAR...
Nello spazio senza g...
Io e l’estate....
Giovani...
Come rugiada...
Senso di colpa...
quando il tutto sara...
Tu mi colori la vita...
HO CONOSCIUTO L'AMOR...
L'inverno nel cuore...
L'AMORE...
Sul Meeting di Rimin...
NAVIGO DENTRO UNA ...
A RISCHIO DI COTTURA...
Fiordifragola...
L’Abete...
Uno scorcio di io(C)...
Ho cercato di amarti...
Non andar via...
Le esistenze non son...
L' AMORE SUL WE...
Un ombrellone...
Amore virtuale...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

A sòcrama

"Shtava 'nu fiatu e mu' no' nci shta nienti
intra la shtanza ddò' ha' shtata curcata
pi quinnic'anni e cchiù, sempri malata,
e lu rispiru tua mu' no' ssi senti.


T'hamu 'ssishtuta et èrumu cuntienti
ci ti putemmu vètiri sanata,
ma Diu ddà ssobra cu Iddu t'è purtata
lassannu a nui dulori sulamenti.


Eppuru tu ha' passatu li cient'anni
fatiannu nfign'a l'ùrtumu mumentu.
Ha' shtata mamma, socra e puru nonna.


Ha' shata 'na divota t'la Matonna.
T'n'ha' sciuta senza mancu 'nu lamientu
doppu ca tu ha' passatu tanta 'ffanni."


Traduzione:
A mia suocera


"C'era un fiato ed ora non c'è niente
nella stanza dove sei stata coricata
per quindici anni e più, sempre malata,
ed il respiro tuo or non si sente.


Ti abbiamo assistita ed eravamo contenti
se potevamo vederti guarita,
ma Dio lassù con Lui t'ha portata
lasciando a noi dolore solamente.


Eppure tu hai passato i cent'anni
lavorando fino all'ultimo momento.
Sei stata mamma, suocera e pure nonna.


Sei stata una devota della Madonna.
Te ne sei andata senza neanche un lamento
dopo che tu hai sofferto tanti affanni."


Sonetto classico in vernacolo sanvitese
con relativa traduzione.
Schema rimico: ABBA/ABBA, CDE/EDC.



Share |


Poesia scritta il 23/09/2014 - 06:49
Da Giuseppe Vita
Letta n.1125 volte.
Voto:
su 10 votanti


Commenti


ciao PEPPE, Ho detto tutto

salvatore alvaro 24/09/2014 - 18:15

--------------------------------------

Toccante questa dedica a tua suocera, dev'essere stata molto importante per te e anche una gran Donna! Buona giornata Giuseppe!

Chiara B. 24/09/2014 - 10:13

--------------------------------------

Mi ha stupito leggere una dedica per l'amata suocera e mi fa molto piacere. Dev'essere stata veramente una donna
eccezionale per aver meritato il vostro affetto.
Complimenti Giuseppe.
Bravissimo.

Paola Collura 23/09/2014 - 18:20

--------------------------------------

Si apprezza molto l'atteggiamento della suocera di silenziosa accettazione del male. Mi ricorda molto mia nonna. E' un insegnamento veramente cristiano, molto diverso da quello insofferente di noi tutti, oggi.
Apprezzato anche l'aspetto umano delle persone che hanno assistito l'anziana, nella speranza che potesse sempre riprendersi e guardando più al bene di lei e non alla propria libertà.
Un argomento che dovrebbe profondamente far riflettere, soprattutto la generazione odierna. Buon pomeriggio Giuseppe!

Salvatore Linguanti 23/09/2014 - 16:26

--------------------------------------

Amici, leggendo i vostri commenti e pensando a mia suocera mi sono commosso sino a piangere, perché questa dedica non solo è un omaggio a lei, santa donna, ma rappresenta anche un pezzo della mia vita. Io e mia moglie abbiamo assistita mia suocera centenaria rimasta allettata per oltre quindici anni. È stata una grande lavoratrice ed ha profuso tanto bene non solo nei nostri riguardi, ma anche verso il prossimo.Ho scritto anche un'epigrafe composta di due quartine in rima alternata per la sua lapide. Si è giustamente meritato il nostro affetto e la nostra stima. Un grazie a tutti voi ed un sentitissimo saluto!

Giuseppe Vita 23/09/2014 - 16:15

--------------------------------------

Dedica molto bella con metrica eccellente. Piaciute entrambe le versioni.
Ciao
Aurelio

Aurelio Zucchi 23/09/2014 - 15:56

--------------------------------------

Le tue poesie sono molto vicino
al mio sentire " Lucano" e tu riesci sempre ad emozionarmi per la tua minuziosità e per il tuo poetare.
" T'n'ha' sciuta senza mancu 'nu lamientu
doppu ca tu ha' passatu tanta 'ffanni."
I miei complimenti, Giuseppe.
Bravo.

Mario Bruno Ciancia 23/09/2014 - 15:26

--------------------------------------

DOLCISSIMA questa tua dedica al ricordo della suocera,avvenimento raro,sicuramente è stata una donna eccezionale se ha lasciato questo dolce rispettoso sentito ricordo.Complimenti GIUSEPPE

genoveffa 2 frau 23/09/2014 - 15:20

--------------------------------------

Dolcissima questa dedica a tua suocera.
Come tu hai amato lei, lei avrà senz'altro amato te.
Bravo, Giuseppe, ti sono vicina.
Ti lascio un fiore e una preghiera per tua suocera e per la vostra famiglia.
Un caro saluto, Marina

Marina Assanti 23/09/2014 - 11:51

--------------------------------------

Io lo penso e dico spesso: credo che, in questo mondo, ci sia anche chi destinato sia da Dio ad una missione veramente straordinaria per valore e generosità: insegnare agli altri sia a soffrire, che ad amare chi soffre!...
Grazie, Giuseppe per questo sofferto, e tuttavia prezioso tuo contributo. Vera

Vera Lezzi 23/09/2014 - 11:43

--------------------------------------

UNA DEDICA ALLA SUOCERA E' RARITA'... L'HAI DECANTATA SOAVEMENTE... UNA TERZINA CRISTIANAMENTE LASCIATA... IL MIO ELOGIO GIUSEPPE

Rocco Michele LETTINI 23/09/2014 - 11:23

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?