Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un uccello, un uomo ...
Notte in periferia...
Riflessi d'amore...
Spire...
Amore virtuale...
INVITO ROSSO MARTE...
PROPOSIZIONI...
Haiku #3...
Alexander una storia...
Vecchio borgo...
LETTERA AL FIG...
BAMBOLA DI PEZZA...
Soliloquio...
Quando mi cerco...
Squaw...
Pentirsi...
Che senso ha......
Haiku...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Come l'eu de toilett...
AGONIA D'UN AMORE...
IN UNA MATTINA D\'AU...
che cos'è questa sol...
Fantasmi d'Autunno...
Cribbio !...
Contrasto a colori...
Il segreto della fel...
Misica classica...
Amarti...
haiku - in autunno, ...
mestizia di una tavo...
la Storia...
L’ESILIO DEL SALUTO...
l'amore...
PASSI...
Scrivi il romanzo ch...
Regali...
Un punto nel Sole...
C'è ancora tempo...
TI SENTO...
Cadute libere...
Haiku 2...
Romantica...
IL SUONO CHE ASPETTA...
Lo stegosauro...
NEL PROFONDO C' E...
Fiori di campo...
Sorella mia...
I sogni...
CONTRO LE REGOLE- Pr...
M'aggio 'a fa' ricov...
- Haiku - L'arcobale...
E CHE GRANDE SIA...
Una storia di paese...
Ieri ho sognato......
Certo che la sera qu...
visione...
Se tu sei qui...
Anime...
un equivoco?...
Ma...siamo sicuri?...
Chioggia...
La panchina dei miei...
Omologazione....
Componiti...
Marco 14:30...
RIFLESSI DI LAGO...
La felicità non può ...
IL PENDOLO...
LA DIGNITÀ SI DISTIN...
Effimera gioia...
Carlo Verdone...
Nessuno mi toglierà ...
E se per un momento ...
Preghiera a Santa Ma...
UNA SERA DI OTTOBRE...
EMOZIONI...
Canal Grande...
LO STUPIDO...
L'ORA DELL'AMORE...
FERVORE LATENTE...
Biondo Corsaro...
Cielo senza stelle...
Architetto...
E' inutile chiedere ...
Stò come una piuma a...
LA GAZZA LADRA IN CU...
La sensibilità è una...
Volerò...
lei scoprì le spalle...
La maschera di Hallo...
16 Ottobre 1943...
Di notte...
L'inciso e i lillà...
Natale a Auschwitz...
Il sole è un grande ...
Dici…...
TEMPO...
I SOGNI CHE NON HO F...
Passa il tempo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Gli occhiali di Lina

Per l'ottantesimo compleanno di suo marito Cesare, Lina aveva preparato la tavola in salotto. Quella domenica sarebbero venuti a festeggiare il compleanno il loro figlio, i nipoti e la nuora.
Quando suonò il campanello, Cesare si precipitò ad aprire la porta e ad accogliere gli invitati.
Mentre la moglie e la nuora, in cucina, preparavano il pranzo chiacchierando allegramente, Cesare portava i nipotini in braccio, per far fare loro, in volo, il giro della casa.
Il figlio di Cesare, in attesa del pranzo, era rimasto sotto il portone del palazzo a discutere con il vecchio vicino che lo aveva visto crescere.
Dopo aver mangiato le prelibatezze preparate con cura da Lina, tutta la famiglia si riunì dietro a Cesare per scattare la foto ricordo di quella giornata di festa.
Arrivò poi il momento dei regali.
I nipotini regalarono al nonno due disegni che avevano fatto a scuola, la nuora regalò al papà acquisito una bella ed elegante cravatta, il figlio regalò al padre la sua presenza a pranzo. Infine la moglie regalò al marito un profumo ed un dopobarba.
Finita la giornata di festa, il figlio, la nuora e i due bambini piccoli se ne andarono via, lasciando soli Cesare e Lina.
I due si regalarono un pomeriggio pieno di affetto, di nostalgici ricordi e di malinconici rimpianti.
La vita stava scivolando lentamente verso il normale declino che li avrebbe resi sempre più fragili, ma sempre più uniti.
Alla sera, dopo aver mangiato una minestrina leggera e aver guardato un po' la televisione, Cesare e Lina andarono a letto.
Lina rinnovò gli auguri al marito con un ultimo bacio d'amore. Cesare inforcò gli occhiali della moglie e si mise a leggere un libro di Pavese.
Verso mezzanotte, finito di leggere alcune pagine del libro, Cesare ridiede gli occhiali alla moglie e si addormentò.
Quella notte Lina morì nel sonno.
Il giorno del funerale della moglie, triste e addolorato, Cesare pensò: “Verrà la morte e avrà i tuoi occhiali”.



Share |


Racconto scritto il 24/11/2017 - 19:34
Da Davide Spedaletti
Letta n.264 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Dave lo trovo un bellissimo racconto,
scritto con dolcezza dona molta emozione.
Poetica la chiusura.

Grazia Giuliani 24/11/2017 - 21:31

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?