Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
AUTUNNO (doppio acro...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...
Enrico e mio padre...
Ognuno di noi possie...
Qui è più facile tro...
L'anima vola...
GIOVANE POETA...
Eterna tristezza...
Amare....
Adriano...
IN QUEI SPAZI VUOTI...
Angeli guardano dall...
Predatori di anime...
La pace dentro...
Pierangelo...
D’emblèe...
Delle volte conviene...
I TUOI BACI...
Natura autodistrutti...
Impronte d’estate...
Selvaggia...
Emozione...
La colazione...
Il respiro dell'autu...
Il Mare Fantasma...
Cosa Eravamo...
ADDIO...
Un ricordo lontano...
Curioso Settembre...
IMMENSE EMOZIONI...
Che bella cosa la sp...
Arguzie...
BELLEZZA...
Nel fluir dei pensie...
IL SENSO DELLE...
Poeta...
Ti ho cercato...
Gelo Maligno...
Troverai un cielo li...
Il ponte...
Sei un mistero...
Iron883...
Il passato...
IL MONDO RACCONTA Un...
Eppure sembra sempli...
Nato in Settembre...
DUE RAGAZZI...
L’imbecille di turno...
Nonna stand by me...
Sarò solo io a scegl...
In alcuni momenti è ...
Ingrata inettitudine...
Quante volte sono st...
Ulisse...
Brezza...
Sensazioni...
Bruma...
Angoscia...
Così è la vita...
Peccatore...
IMMENSITA'...
mattina presto...
Progetti...
splendore...
Settembre...
L' ANIMA OZIOSA...
spicchi...
Margherita...
UN ATTIMO E FU AMORE...
OASI...
E non esiste espansi...
La fune....
Il sole splende, sol...
Teniamoci stretti...
Addio...
Lupo...
A furia di fare i fu...
Febbre...
A TE...
Sasso e prato...
Immenso mare...
Quando guardo l'oriz...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Il primo incontro

• Dimmi, è questo il posto dove porti le tue future prede allorché prevale la tua indole di matador ? Bello davvero questo ristorante, a due passi dal mare e disposto a piccole pagode che esaltano l’intimità.
• Non sono stato io a chiederti di venire a cena con me. Sei tu che me lo hai chiesto, io ho fatto solo il mio dovere.
• Iniziamo bene ! Tutto questo romanticismo da parte tua quasi mi crea imbarazzo.
• Voi donne ! Vorreste sempre essere celebrate, anche quando ci affibbiate etichette poco credibili e dispregiative. Alludo al matador che citavi prima.
• Su, non te la prendere ed alza gli occhi, affrontami vis a vis. Ti incuto timore ?
• Tu no ! Il decolletè che sfoggi in questo meraviglioso abito nero mi impone di non guardarti per…non cadere in tentazione. Ho visto il cameriere sbiancare, quando siamo entrati.
• Bhe, questo non depone bene per la tua fama di frequentatore di donne belle (hai notato che non ho detto matador ?).
• Avessi saputo che lo avresti indossato, quest’abito, non sarei venuto a questa cena.
• Per carità, non ti sprecare in complimenti, evita di essere così dolce con me, potrei esserne confusa e impazzire per te.
• Non lo fare. Non mi perdonerei mai di essere uscito con una matta !
• Con quale donna avresti preferito uscire ? No, non me lo dire, posso immaginarlo. A te piacciono le donne che abbiano un anno di noviziato, almeno, alle spalle, tutte coperte, tanto coperte che quando a fine cena faresti quattro salti sul lettone del tuo incantevole appartamento si levassero solo le mutande per farti contento.
• Ma che dici ? E ammesso che fossero importanti le mie preferenze sessuali, che non verrei certo a dire a te, passerebbero in secondo piano. Quello che amo in una donna è la semplicità.
• Andiamo sul difficile. Come si fa ad essere semplici e desiderabili ?
• Con la testa. La donna semplice e intelligente rende l’uomo schiavo. Dico, e mi mordo subito la lingua, che la donna con queste prerogative è superiore all’uomo.
• Insomma, stasera ti è andata male !
• Tutt’altro.
• Ma se mi hai detto che sono appariscente, artefatta non sono una donna che ti può interessare, sempre che volessi interessarti.
• L’uomo, a cui è demandato in primis la scelta della partner, dev’essere a sua volta così intelligente da capire che quello che cerca in una donna non si trova nei posti canonici dove si espandono le sue ricerche. Ha bisogno di capire, magari prima, intuire quali sono le potenzialità di una donna, e se poi sono nascoste deve avere la bravura di farle venire fuori.
• Che discorsi seri. Quasi pallosi. In una serata come questa. Con una luna come questa…
• …e con una donna interessante come te !
• Dici ? E la semplicità ?
• Può celarsi dietro la tua ironia. E le parole che usi non sono parole buttate al vento.
• Me lo aveva detto mia madre che al cospetto di un uomo avrei dovuto rimanere in silenzio !
• Anche a me, mia madre e non la tua, mi ha sempre detto di evitare simili donne, almeno finché fosse campata lei.
• Allora non tenterai di portarmi a casa tua a fine cena ?
• No, ma cercherò di rivederti.
• Mah….Quante ce ne dobbiamo inventare, noi donne, per essere rispettate e amate !



Share |


Racconto scritto il 21/02/2018 - 19:11
Da Nino Curatola
Letta n.174 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Non mi e' parso un primo incontro. Si è percepita l'elettricità, ma pure una sorta di rancore soffocato. Bello stile, originale, m'è piaciuto

Roberto L 22/02/2018 - 07:10

--------------------------------------

Nel ristorante di Primo Appuntamento potranno conoscersi, passare una serata insieme, gustare del buon cibo e del buon vino in un'atmosfera romantica, invece scontro di personalità che tendono a sopraffarsi. Nel racconto si denota attrazione tra i due e il finale è tutto da immaginare! Bene i crismi della storia breve ci sono e a me è piaciuto.

Pica Giulia 22/02/2018 - 00:31

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?