Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

SIAMO I POETI...
Il matto...
Come alberi in autun...
Sospeso...
Primo amore...
Irene...
Parigi, Febbraio 194...
Passegiando la matti...
Rapporti Umani...
CUORE DI PIETR...
Non trovo....
Il cucciolo...
Promessa....
La domenica dei mort...
SIMILI...
FRUSCIO DI FOGLIE...
Il sonetto dell'autu...
Quel momento in cui ...
Accomiato...
Il suo sorriso era c...
BELLEZZA PROVOCANTE...
E' la sera dei mirac...
PROFONDE FOLLIE...
Andiamo là...
Velate nubi...
Adieu...
L’ultima Volta...
Firmamento...
Tutto si trasforma, ...
La clessidra...
Respiro di vita...
Casuali parabole...
IL SUBACQUEO SPORTIV...
E\' stato splendido...
SonEtti...
Sogno o son desta...
Due tenere folate di...
Diavolo...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
Me ne voglio ì lunta...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



La Principessa Anna.

Tanto tempo fa, in una terra lontana, viveva una principessa di nome Anna.
Ella abitava in un regno sospeso, esattamente in equilibrio, tra anime buone e spiriti del male. Di giorno regnavano le forze del bene: fate, principi, gnomi e folletti che popolavano una reggia, fatta anche da un torrente delizioso cui lati vi era un sottobosco rigoglioso di tutti i tipi di vegetazione, con alberi tropicali e felci.
Vi era poi un giardino adornato con fiori di tutti i tipi e colori, che profumavano di un odore che mandava in estasi la principessa Anna.
La nobile Anna aveva residenza anche al centro di un lago splendido, ai confini della reggia.
Quando al mattino ella si svegliava, dopo aver fatto colazione a base di frutta tropicale, si specchiava nelle acque del lago, da dove intingeva la sua bacchetta fatata. In questo particolare momento assorbiva tutta l’energia positiva che il regno delle forze del bene le trasmetteva. La reggia diveniva sempre più grande e ogni giorno che passava più favolosa e splendente di luce mistica e soave.
Alla mezzanotte in punto, però, la dimensione del bene lasciava spazio a quella del male. Così demoni antichi, orchi maligni e vampiri assetati di sangue, dominavano l’impero della principessa Anna, che subiva il fascino della loro prestanza e del loro perverso lato oscuro.
La nobilissima donna, era il fondamento dell'’equilibrio della sua reggia; quest’ultima era sospesa esattamente tra le due forze opposte, che erano immutabili, per volontà della principessa stessa; ella amava tanto il trascendente, buono e angelico, quanto il bruto, sadico e demoniaco. Solo un cambiamento di preferenza della principessa Anna verso un regno, piuttosto che un altro, avrebbe fatto scomparire il bene o il male dalla sua reggia. La giovane età di Anna tuttavia faceva in modo che lei non si decidesse mai a favore del giorno, paradisiaco e radioso di felicità, o della notte, maledettamente triste e tenebrosa. La giovane donna era innamorata perdutamente di entrambe le dimensioni. Un giorno intervenne però suo padre, il Sovrano Saggio, che per smuovere i sentimenti di sua figlia fece venire per un lungo periodo il male, mattina e sera. In questo periodo, concernente le tenebre, Anna fu colta da una passione ardente e assaporò il proibito, traendo da esso il fascino del maligno. Il padre le aveva consegnato la bacchetta fatata e con essa, ella poteva rimanere in quella lugubre dimensione, o decidere di ritornare per sempre nel giorno felice e amato da tutta la corte. Anna s’innamorò perdutamente di un sanguinario vampiro e lasciò la reggia nello sconforto e nel buio più totale. Tempo passava e i due ebbero una figlia che chiamarono Santa, per volontà di sua madre. La figlia della principessa Anna, crescendo, ebbe un’avversione totale verso il lato oscuro. La madre si rendeva conto, ogni giorno che passava, delle sofferenze terribili che sua figlia era costretta a subire. Era il momento della svolta e, per amore della propria figlia, la principessa Anna agitò lievemente la bacchetta fatata e ritornò per sempre nella dimensione del bene. Da quel giorno tutti i personaggi del regno, furono trasformati in esseri di luce e solo lo splendore e la felicità, abitarono quel paradiso.



Share |


Racconto scritto il 07/06/2018 - 19:07
Da Paolo Ciraolo
Letta n.250 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Sì, l'avevo scritto, Paolo.
Una bella favola, dal messaggio importante...
Tantissimi complimenti per questo meritato riconoscimento e buona estate!

PAOLA SALZANO 06/07/2018 - 18:00

--------------------------------------

Congratulazioni Paolo... per il riconoscimento mensile...Bellissimo racconto che ho letto solo ora!!!
Buona notte e un abbraccio...grazie

Margherita Pisano 05/07/2018 - 23:52

--------------------------------------

Ringrazio la Redazione e la giuria esterna e gli autori tutti che mi hanno recensito. Buona serata e ogni bene.

Paolo Ciraolo 05/07/2018 - 21:24

--------------------------------------

Una bella fiaba dove trionfa il bene

Letizia Messina 23/06/2018 - 20:02

--------------------------------------

Bellissimo racconto fantastico! Bravo!!

Marianna Santini 11/06/2018 - 20:14

--------------------------------------

Vi ringrazio sentitamente carissimi amici di Oggiscrivo e vi auguro buonanotte.

Paolo Ciraolo 09/06/2018 - 00:49

--------------------------------------

Ognuno di noi nella vita sperimenta sia il Bene che il Male, essendo talvolta attratto dall'uno o dall'altro...
Ma solo un atteggiamento sano nei confronti dell'esistenza determina la scelta migliore.
Bel componimento, Paolo

PAOLA SALZANO 08/06/2018 - 15:36

--------------------------------------

Piacevolissima fiaba, con una buona morale.

Teresa Peluso 08/06/2018 - 10:44

--------------------------------------

Stupendo racconto scritto molto bene.*****

Paolo Perrone 08/06/2018 - 09:07

--------------------------------------

l'amore materno supera confini infiniti
bellissimo racconto, Paolo

laisa azzurra 08/06/2018 - 09:02

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?