Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

STELLA CADENTE...
si dice sempre il l...
Storia di un seme...
Il velo del tempo...
Che nostalgia Obama!...
Al mio caro babbo...
Prendi il mio cuore...
Cavaliere errante...
A te...
E i pinguini non vi ...
LUOGHI DEL PAS...
Il rumore della risa...
Versi tersi....
Buone vacanze...
Zio Primo...
Ammonite...
L\' omino di latta...
Tu, la mia vita...
Senza armonia...
Una nota d\'amore...
Inverno...
Ormai è sera......
SCRITTURA AGOSTO...
Compleanno...
Un'altra vita mi ucc...
NEL CUORE DEL MONDO...
Il veliero...
L’uomo del buonumore...
Bella e lucente...
AMO LA SOLITUD...
CLOCHARD...
Tinte tenue...
Nuraghe Losa...
Per i veri amici, co...
Il Privilegio...
Torneranno a cadere ...
La corona di alloro...
Nell'azzurro...
Margherita...
Notte di rugiada e g...
La farfalla di Falco...
LUCE CREMISI...
Gladiolum detto di p...
Avere una mente calm...
MILLE E NON PIU’ MIL...
Polvere di farfalla ...
RICAMI...
HAIKU 15...
Baci casti...
Miseri resti...
Del Sole...
L'ironia della besti...
Trovano posto verso ...
Chi sa e finge di no...
Fiamma...
Soffermati...
Ma quanto tempo......
LA COSCIENZA...
Senza permesso...
Morire senza morte...
Silenzio dei pensier...
Marea...
La sera ad agosto co...
Livia...
La vita è un viaggio...
Bisso...
canzone triste...
Farfallina colorata...
Murales...
Parodia di Volare di...
Il mocio...
Il suo albero...
Con ottimismo...
ACQUA...
SATELLITE...
I promessi sposi del...
Agosto...
La notte nel mirino...
Nel mantello della n...
EMOZIONI...
DI DOMENICA...
Notte d'estate...
Quando ti ritroverò...
MARE RIME IN ...
30 Luglio 2022...
Artiste de rue...
L'amore sognato...
Lo sdraio a dondolo...
Violento temporale e...
Canto della Porta de...
Rosellina...
HAIKU 14...
La Luna ci è amica. ...
Taciturno (carmi)...
E piove così (con...
La terra è piena di ...
Era amore...
Il pupazzolaio...
Una notte jazz...
IN QUELLA TERRA DIME...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

MALEDETTI

Cosa chiediamo
in fondo in fondo,
il largo, un desiderio;
soprattutto,
una scintilla sempre accesa,
una parola sulla fiamma
dall’innocente pazzia
tra ebbrezza e tempesta.
…Nulla più.


E dateci nuvole azzurre,
una ad una
per volteggiarle,
tanto da quaggiù
chi osa ancora
flagellarsi d’immenso.


Dei paesaggi innevati
regalateci i silenzi
per placare i veleni
negl’esili dell’anima.


Ritorneremo
più insani di prima,
disarmati d’ogni disfatta.

Un foglio ci basta, sbiadito,
meglio di sogni imbevuto,
piume di giada
e sangue composto d’incanto
in queste vene controvento.


Concedeteci, ancora,
luci soffuse per incendiare
foreste d’emozioni,
terre sempre verdi
e dalle ceneri sparse
d’incantevole indulgenza
ascolterete tutte l’inumane sinfonie.


Anche l’universo,
sia posato o rabbioso,
impassibile si fermerà
per vederci ondeggiare.



Avanzeremo barcollanti
a testa alta,
onda dopo onda,
senza indugi
né inciampi
per verseggiare lacrime
sui spartiti d’ogni cuore.


Ma non chiamateci maledetti,
se tra l’una e l’altra nota
saremo proprio noi,
gl’assordanti rintocchi di quel faro;
noi,
i supersiti d’ogni deriva,
a reggervi la mano titubante
che scioglierà l’arcobaleno.


Cosa fareste poi,
mi domando,
dall’antico porto
su cui ormeggiare
adirate emozioni;
cosa chiedereste
se non fossimo qua,
l’infamia di questo viaggio
o la gloria di un paradiso
dimenticato da Dio?




Share |


Opera scritta il 18/02/2015 - 23:49
Da domenico pesci
Letta n.885 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?