BENVENUTO SU QUESTO SITO, dedicato a chi ama scrivere poesie, racconti, aforismi e desidera comunicare agli altri le proprie emozioni o competere piacevolmente in esercizi di scrittura creativa. La pubblicazione è gratuita



     
 

REDAZIONE - AVVISI IN BACHECA

PROPOSTA AGLI AUTORI POETI

Per ravvivare le attività del sito proponiamo ai poeti di scrivere una poesia che abbia come tema “LA SERA” che ha ispirato i più grandi poeti nei secoli. Chi desidera partecipare all'iniziativa può presentare la propria opera inserendola nell’apposita categoria che abbiamo appositamente creato con lo stesso titolo “La sera” (la categoria si trova nella lista a tendina quando si inserisce una poesia). A fine mese sceglieremo le cinque poesie più belle e le sottoporremo al giudizio della giuria. Al poeta che otterrà più voti invieremo come premio un libro di poesie. Agli altri quattro la menzione sul sito.

PUBBLICAZIONE DELLE OPERE

Si informa che è stato introdotto il nuovo sistema di presentazione delle opere. Gli autori che contribuiscono al sostegno del sito con il versamento minimo di 15 euro potranno presentare un’opera ogni 2 giorni. Tale beneficio ha durata annuale per cui durera' 12 mesi dalla data del versamento effettuato nel 2018 e fino al 31 dicembre di questo anno per coloro che hanno effettuato pagamenti di sostegno in precedenza. Il sito verrà comunque mantenuto gratuito con un limite di presentazione di un'opera ogni 5 giorni per tutti gli altri.

Il sistema ha due obiettivi precisi: evitare che qualche autore pubblichi, come avvenuto finora, opere senza il rispetto dei tempi previsti e introdurre un sistema che premi l’apporto economico degli autori che sostengono il sito attraverso le contribuzioni.

Non cerchiamo di certo fondi con finalità lucrative ma per rendere migliori servizi agli autori attraverso interventi tecnici al sito e per avviare altre iniziative progettate (incontri, premiazioni ed altro). Non è nel nostro stile insistere su tale punto per cui non rivolgeremo altri appelli visto che situazione ed obiettivi sono ora noti a tutti. Abbiamo preso comunque atto che sono molto pochi gli autori che hanno finora aderito.

CONTRIBUZIONI

La contribuzione minima è di 15,00 euro che può avvenire secondo le modalità più sotto descritte. Come già detto chi ha già versato un contributo di sostegno nel 2017 è esentato dal pagamento per il 2018.

Due le modalità opzionali di pagamento:

- ricarica carta POSTEPAY n. 4023 6009 4149 8935 (intestata a Martini Adriano MRTDRN38E06L424N). E' l'operazione meno onerosa perchè si può fare in posta esibendo carta d'identità e codice fiscale (costa 1 euro) oppure presso qualsiasi ricevitoria (costo 2 euro). SI DEVE IN QUESTO CASO COMUNICARE IL PAGAMENTO tramite messaggistica alla redazione o via mail a redazione@oggiscrivo.it PERCHE' DALL'ESTRATTO CONTO non ricaviamo il nome del versante,

OPPURE

- bonifico nel conto intestato a Martini Adriano IBAN IWBANK: IT67V 0308 301605 0000 0001 5662 che già funziona come conto del sito, sia per gli introiti che per i pagamenti. Come causale si può inserire qualsiasi dicitura (ad esempio contribuzione sito oggiscrivo). Il bonifico per chi ha un conto on line è in genere gratuito o quasi ma è più caro nelle ricevitorie on line. Il bonifico presso la propria banca costa in relazione alle condizioni pattuite. Abbiamo sempre la visibilità di chi effettua il pagamento per cui non occorrono in questo caso ricevute (le segnalazioni sono facoltative).

--------------------------------------

COMMENTI

Raccomandiamo di ponderare attentamente ciò che si scrive a livello critico NEI COMMENTI in quanto basta poco a scoraggiare chi già con molta timidezza ha fatto dono delle proprie emozioni più riservate.

Critiche a livello pubblico non devono essere fatte per non ferire l’interessato. Con l’occasione ribadiamo che, pur nel rispetto delle valutazioni, censureremo quei commenti che riterremo lesivi della dignità dell'autore. Se poi dovessimo riscontrare la malafede di chi commenta in modo inappropriato non esiteremo ad allontanarlo dal sito. Insistiamo col ricordare che i commenti sono pubblici.

La Redazione

 
     
     
 

Le migliori opere del mese di OTTOBRE 2018 sono risultate le seguenti:

POESIE (elencazione casuale)

Il passato di Santa Scardino
Riflessi di Lago di Damiano Gasperini
Che cos'è questa solitudine di Stefano Medel
Io ti libero di Ele Nicco
Passa il tempo di Vincenzo Russo
Tempo di okrimij 78

RACCONTI (elencazione casuale)

Fervore latente di Silvia Simona Biolcati Rinaldi
Giochi tecnologici di Teresa Peluso
Una storia di paese di Anna Rossi

SCRITTURE CREATIVE (elencazione casuale)

La triste storia di Angelina di Vincenzo Scuderi
Mestizia di una tavola filosofica di Anita La marca
Pranzo indimenticabile di Mirella Narducci

ATTESTATI: A coloro che lo richiedano, e questo vale sia per le poesie che per i racconti e scritture, spediremo un ATTESTATO del riconoscimento ottenuto. Gli interessati dovranno comunicarci nome, cognome ed indirizzo tramite mail a redazione@oggiscrivo.it o tramite messaggistica alla redazione.
Non necessariamente quelle elencate sono le opere migliori in senso assoluto perché non sono state considerate quelle degli autori già selezionati negli ultimi mesi.

TEMA DI SCRITTURA CREATIVA

Insistiamo ogni mese con delle nuove proposte per stimolare gli autori a partecipare al nostro LABORATORIO DI SCRITTURA CREATIVA che abbiamo istituito perché siamo convinti che questo gioco invoglia a scrivere. Forse siamo uno dei pochi siti che percorrono questa strada. Coraggio quindi ... e buon divertimento.

Per il mese di NOVEMBRE 2018 il tema di scrittura creativa è il seguente: UNA FAVOLA MODERNA scrivi una storia che abbia questo incipit e finale. INCIPIT: C’era una volta una prostituta di nome Veronika. Come tutte le prostitute era nata vergine e innocente e nell’adolescenza aveva sognato di incontrare l’uomo della sua vita, di sposarsi e di avere dei figli e una bella casa…… FINALE: Walter era lì ad aspettarla, alla stazione, con un mazzo di rose rosse e gli occhi inondati di luce. Veronika trasalì perché non se l’aspettava, lo abbracciò e gli diede un bacio sulla guancia. Poi s’incamminarono verso l’uscita. Pensò che quell’uomo l’aveva conosciuto tutto sommato da poco, che aveva fatto l’amore con lui solo il giorno prima, che era stato sposato due volte e che non tutte le credenziali erano impeccabili. Ma non si chiese ciò che accade dopo che la scritta “fine” e' apparsa sullo schermo. Se un giorno qualcuno le avesse chiesto di raccontare la sua storia gli avrebbe soltanto chiesto di iniziarla come una favola, con le parole…c’era una volta …(Incipit e finale liberamente tratti dal romanzo "Undici minuti" di Paolo Coelho)

La Redazione

 
     
     
 

INFORMAZIONI IN EVIDENZA

TEMPISTICA APPROVAZIONE OPERE

Poiché abbiamo notato che molti autori hanno la tendenza ad inserire le opere in tarda serata riproponiamo quelli che sono attualmente le fasce orarie di esame ed approvazione:
- ore 8 antimeridiane - ore 14 pomeridiane ed ore 20 serali. Da ciò si evince che tutte le opere che arriveranno dopo le ore 20 saranno visionate e pubblicate il mattino successivo.

APPARTENENZA DELLE OPERE

Per quanto superfluo si raccomanda di pubblicare opere proprie. Nel caso in cui dovessimo accorgerci che l'opera è stata copiata avviseremo l'autore e quindi elimineremo d'opera in questione. Al ripetersi dell'infrazione l'autore sarà allontanato dal sito.

VIRGOLETTE NEL TITOLO

Non inserire nel titolo le virgolette o apici e tanto meno altri simboli perché il programma li utilizza nelle codificazioni. La conseguenza è quella che sparisce completamente la visibilità del testo dell'opera. Questo avviene più frequentemente negli aforismi

PUBBLICAZIONE GIORNALIERA DELLE OPERE

Nell'interesse degli autori il sistema inibisce la pubblicazione di più di un’opera al giorno in modo da consentire ai lettori una lettura differenziata degli scritti. Qualcuno riesce tuttavia a vanificare il blocco inserito nel programma ed a proporre più di un'opera. In questi casi approviamo una sola opera e respingiamo le restanti

La Redazione

La Redazione

 
     

Ultime pubblicazioni

     
 

DOLCEZZE

DOLCEZZE
Non ho né ori né diamanti
solo amore tanto amore posso donarti,
così bella da togliere il fiato,
per quanto tempo ti ho cercato,
il mio cuor dice non lasciarla andare,
in ginocch... (continua)

gcr poeta lupo dell'amiata 16/11/2018 - 18:42
commenti 1 - Numero letture:13

Voto:
su 2 votanti



La sera.

E’ la metafisica
del mio cuore,
la sera,
è la mia sorgente
di vita,
d’onde io traggo
linfa energetica
a piene mani,
aiutato dal destino
che armonizza
La mia pace perpetua.
Io mi beo
dell... (continua)

Paolo Ciraolo 16/11/2018 - 18:35
commenti 1 - Numero letture:14

Voto:
su 0 votanti


Nuova sera

Apro le braccia
a questa sera
che mi investe
col suo passo lento
sullo sfondo scarlatto
di un nuovo tramonto.

Ed è già un migrar
di pensieri,
a conquistare
lontane stelle.... (continua)


Loris Marcato 16/11/2018 - 18:21
commenti 1 - Numero letture:23

Voto:
su 0 votanti



Lancillotto abita qui

C’era una volta una prostituta di nome Veronika. Come tutte le prostitute era nata vergine e innocente e nell’adolescenza aveva sognato di incontrare l’uomo della sua vita, di sposarsi e di avere dei figli e una bella casa.
Amava scrivere belle storie ai confini della realtà. Nel suo diario, che ho letto per caso, descrive la sua “giornata particolare”:
“Era una fredda serata di un giorno qualun... (continua)

GIOVANNI PIGNALOSA 16/11/2018 - 15:17
commenti 1 - Numero letture:16

Voto:
su 2 votanti


@ Rossana

Intrico labirinto il mio pensiero
c'è un'incantesimo per ogni avvenimento
che nasce senza permesso nella solitudine.

Cerco nel baule dei ricordi.
Solo foto in bianco e nero.

Lo specchio del b... (continua)


Eugenia Toschi 16/11/2018 - 12:58
commenti 4 - Numero letture:38

Voto:
su 1 votanti



Di notte

E se la notte non mi conoscesse...
finirei preda dell'illusione
il sole farebbe gioco dei miei capelli
seminando stelle di grano
sogni ad occhi aperti
messaggi in bottiglia
alla deriva
trovereb... (continua)

Grazia Giuliani 16/11/2018 - 12:20
commenti 9 - Numero letture:71

Voto:
su 6 votanti


Comunicazione non verbale

L'aria è quella di Gennaio.
Il cielo si ferma
in riva al mare.
Mi guarda, in un primo momento
di soppiatto.
Cerca il mio sguardo.
Lo trova.
Si morde le labbra.
Sorride.
Si tormenta i capelli... (continua)

michele gentile 16/11/2018 - 08:44
commenti 5 - Numero letture:41

Voto:
su 2 votanti



Nel mio nulla

Ho nascosto
le mie lacrime
nell'intricato silenzio

e nei suoi dedali
così oscuri
mi sono
irrimediabilmente perso.

Ho sciolto
la mia impotenza
nella fitta pioggia

e l'intermina... (continua)


Dario Menicucci 15/11/2018 - 23:26
commenti 6 - Numero letture:100

Voto:
su 5 votanti


Infinito

Oggi l’orizzonte sembra
che non finisce mai.
Vedo un continuo movimento
di cose meravigliose.
Per un momento
mi sembra di godere……
solo per un momento!
Il bisogno della vita chiede
altre cose ... (continua)

ANTONIO ZOCCOLI 15/11/2018 - 21:44
commenti 1 - Numero letture:21

Voto:
su 1 votanti



La gallina dalle uova d’Orio

La gallina in fondo all'aia
a destra
ogni giorno dopo l’asilo
ha uno spettatore alla finestra.
Il bambino dalla gallina
tutta ocra vorrebbe un regalo,
e tutti i giorni domanda alla sua
mamma pe... (continua)

MastroPoeta 75 15/11/2018 - 20:09
commenti 5 - Numero letture:43

Voto:
su 2 votanti


Due parole

Il mio sogno contiene
due parole,
due piccole grandi parole
che colorano il mondo di magia,
ma esula dai campi
di competenze oniriche,
raggio di sole complice
possiede
che valica la port... (continua)

mare blu 15/11/2018 - 18:42
commenti 6 - Numero letture:42

Voto:
su 3 votanti


MILKY CUCCIOLO

Anche se ti chiamo Milki,
tu sei anche il mio Birbi.
Sei un cucciolo giocoso e tenero.
I tuoi occhioni sono grandi e verdi,
come due maccheroni.
Vuoi essere sempre coccolato,
come a me che piace... (continua)

Mary L 15/11/2018 - 18:33
commenti 8 - Numero letture:54

Voto:
su 3 votanti



Pensiero notturno

Vorrei andarmene d’ inverno
mentre la neve
cade lieve e silenziosa,
e che fosse la notte
a salutare l’“amore”
che accanto a me riposa,
vorrei andarmene in silenzio,
volare via veloce per
rag... (continua)

Maria Carla Pellegrini 15/11/2018 - 18:05
commenti 7 - Numero letture:51

Voto:
su 2 votanti



Sillabari

Se mantenessi lo sguardo per terra
mentre incedi sul sentiero del bosco
scorgeresti sassi di tutti i tipi
fogge e colori, bruniti, rotondi
come gatti acciambellati, rossicci
lucidi, aguzzi, albi ... (continua)

Carla Vercelli 15/11/2018 - 17:04
commenti 1 - Numero letture:27

Voto:
su 2 votanti


Ad Oriente

Ad Oriente
già scolora
il buio più zuppo
della notte.
l'Aurora
rischiara l'arrivo
del giorno nuovo.
e la sua aria rosata
fa svanire le stelle.
E la luce del sole
che sorge
illuminerà
casa ... (continua)

Barbara Lai 15/11/2018 - 16:55
commenti 10 - Numero letture:61

Voto:
su 4 votanti


La ferita

La luce della notte ed il buio del giorno abbracciano il viale come un maestoso Oleandro,
I graziosi petali dell'Oleandro svolazzano e svaniscono nella sua proprietà velenosa,
Sussurrando alla mem... (continua)

Michaela Patricie Zaludova 15/11/2018 - 15:48
commenti 2 - Numero letture:30

Voto:
su 0 votanti


Parole nel vento

Stringimi forte forte
amore mio,
sussurrami
mille frasi innamorate ..
Toccami il cuore
in questa follia,
che vede le nostre anime
abbracciate.
Esse non si potranno
mai staccare,
le abbiamo ... (continua)

Teresa Peluso 15/11/2018 - 14:21
commenti 6 - Numero letture:45

Voto:
su 3 votanti


FRAMMENTI

Rivedo mia madre
curva sul camino
a rimestare le braci
e aspri pensieri
disperdersi con il fumo
nel vento e nella bruma
di un algido autunno.
La rivedo nella penombra
seduta accanto al fuoco... (continua)

Antonio Girardi 15/11/2018 - 13:11
commenti 14 - Numero letture:107

Voto:
su 8 votanti


Caccia Misericordiosa

Gli occhi vuoti negli abissi
D'istinto non li guardo
Fuggono le mie pupille
Sono ricercate ovunque
Sono lento, stupido, mi prende!
Inciampo negli ostacoli della vista
S'impossessa del mio mento... (continua)

Ambizioso Stupido 15/11/2018 - 10:49
commenti 5 - Numero letture:68

Voto:
su 2 votanti


Valigie.

Sento per le strade
Le ruote veloci
Delle valigie del venerdì
Tutto scorre in fretta
E un altro mese
È già sfiorito
Tra le venature del centro città
Frugo nella mia mente
Alla ricerca di par... (continua)

Hope Duran 15/11/2018 - 09:00
commenti 5 - Numero letture:48

Voto:
su 2 votanti


Dolce amica...

Nei tuoi occhi ho trovato la vera pace
nei tuoi occhi ho trovato la vera bontà
nei tuoi occhi ho trovato tutto quello che mi piace
perfino il coraggio di guardare in faccia la realtà....

E la re... (continua)


Davide Zocca 15/11/2018 - 07:24
commenti 2 - Numero letture:42

Voto:
su 0 votanti



STERILITA'

Mi guardo allo specchio
questo mio ventre piatto
asciutto come una terra brulla
dove il seme non fa breccia
dove non basta pioggia di pianto
dove le speranze s’infrangono nel nulla.
Teso tamburo... (continua)

mirella narducci 14/11/2018 - 23:19
commenti 12 - Numero letture:101

Voto:
su 7 votanti


Un ricordo

Mi piace guardare la pioggia che cade,
attraverso la luce dei lampioni.
L’asfalto su cui si riflettono i fari
di un auto, nella quale si sente
il respiro di due cuori che battono
all’unisono, men... (continua)

santa scardino 14/11/2018 - 22:52
commenti 9 - Numero letture:75

Voto:
su 4 votanti


Canto Aprico

Coriandoli di laconiche foglie,
di muti pensieri dispersi, alla deriva
nell’inchiostro del mar, al largo, fluttuan le gioie...
di provviste già scadute si riempie la stiva,
l’orecchio teso a cogli... (continua)

Riccardo Piunti 14/11/2018 - 21:53
commenti 2 - Numero letture:27

Voto:
su 1 votanti



Pomeriggio

Anche il cielo se fatto bigio.
le nuvole dell’orizzonte
sono lì di fronte
colorando di grigio e nero.
Vedo in lontananza
un barcone a vela che avanza
portato dal vento di scirocco
e mi diret... (continua)

Francesco Cau 14/11/2018 - 19:18
commenti 10 - Numero letture:176

Voto:
su 6 votanti


 
     

Poesia del mese

     
  Il passato

Il passato è come pioggia
che cade su di noi.
Vano è nascondersi
sotto l’ombrello.
E’ pioggia che bagna,
è pioggia che penetra
in tutto il nostro essere.
A mano a mano che
ci scivola addosso... (continua)

santa scardino 29/10/2018 - 21:06
commenti 12 - Numero letture:171

Voto:
su 5 votanti
 
     

Racconto del mese

     
  Una storia di paese

Quanto era bella Rosalia, ogni domenica mattina andava a messa insieme alle sue zie Assuntina e Totuccia, tutte vestite rigorosamente di nero, com’ era consuetudine nel piccolo paese siciliano, per le donne rimaste zitelle. Anche lei, non essendo ancora maritata, indossava prevalentemente il nero o colori scuri, ma ciò nonostante non passava inosservata.

Rosalia camminava tra le sue zie, quasi che dovessero farle da guardie del corpo ed in effetti non avevano tutti i torti, al suo passaggio tutti gli uomini scapoli e ammogliati si voltavano per guardarla e fare apprezzamenti non sempre delicati. Rosalia dal suo canto pensava: come posso trovare marito, se non mi lasciano nemmeno andare a messa da sola o a fermarmi a chiacchierare con qualcuno?

Prima di uscire le impartivano le ultime raccomandazioni: ” Rosalia, con gli occhi bassi devi stare, capito? Una donna perbene non fissa gli uomini, ma al posto suo sta, intesi?”

Lei annuiva ma sotto la “ veletta” che la obbligavano a m... (continua)


Anna Rossi 20/10/2018 - 06:54
commenti 3 - Numero letture:101

Voto:
su 1 votanti
 
     

La grande sfida

     
 

Ti piacciono le sfide ? Ti piace dimostrare che sai creare ? Vuoi far stupire per la tua fantasia ?
Allora confrontati nella sfida della scrittura creativa ! Clicca qua ed inizia l'avventura, e che vinca il migliore !

 
     

IL Vincitore

     
  La triste storia di Angelina

Quel convivio maledetto

In quella famiglia, più che notizie piacevoli e rilassanti, chissà perché, principalmente a tavola, proprio nell’ora del pranzo, si riversavano certe discussioni, quelle per intenderci negative più disparate, oserei definirle pure maledette.
Non certo perché quella in esame fosse una parentela disgraziata.

Il motivo si potrebbe spiegare, forse, nel caotico quotidiano parapiglia ostile, vissuto tra quelle quattro mura, che poi si scatenava proprio in occasione di quelle solite conviviali.

In poche parole costituiva, per alcuni componenti, momento sdegnoso tanto atteso per la resa dei conti, proprio per “riversare” accuse, comunicare malumori, ostilità, mugugni, frustrazioni, e perché no, anche occasione di vendette.

Si ho scritto bene, si “riversavano” conflitti variegati in quella tavola imbandita, come se ciascuno volesse vomitare risentimento, malanimo covato nell’animo da chissà quanto tempo e aspettasse quell’occasione.
Alla stessa maniera fac... (continua)


Vincenzo Scuderi 30/10/2018 - 08:05
commenti 2 - Numero letture:76

Voto:
su 0 votanti
 
     

- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2018 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -