Un bentornato alle Vostre Anime Scrittrici su questo sito affascinante come lo sono le fenici, paragone pensiamo quanto mai appropriato. La rinnovata Redazione
La pubblicazione è gratuita



     
 

REDAZIONE - AVVISI IN BACHECA

Comunicato del 6 luglio 2016 (variazione regolamento del sito)
Si informa che è stato modificato il regolamento del sito con il seguente inserimento:
"E’ consentita la registrazione con pseudonimi ma nei limiti del decoro e della serietà. La Redazione si riserva pertanto di cancellare coloro che si registrano con dizioni che, a insindacabile giudizio della Redazione stessa, possono squalificare il sito. Questo, previo invito inascoltato a rifare la registrazione in modo corretto".

Comunicato del 4 maggio 2016 (valutazioni delle opere):
Anche se riteniamo che l’attribuzione del voto mediante stelline sia del tutto relativa (contano maggiormente i commenti), dobbiamo tener conto di recenti segnalazioni, da parte di alcuni autori, di valutazioni negative avvenute a quanto pare in malafede. Abbiamo compreso il loro disappunto e li abbiamo già informati che, sempre nel rispetto della privacy e dei giudizi, indagheremo su questi episodi attraverso l’individuazione dei malintenzionati con ricerche dei dati memorizzati nel sistema e che, in caso di comprovata irregolarità, adotteremo gli opportuni provvedimenti.
Non è una ricerca agevole ed è delicata perché è giusto rispettare la segretezza del voto e di giudizio ma è altrettanto giusto proteggere gli autori da persone che utilizzano lo strumento del voto in modo improprio. Così il nostro intervento sarà limitato ai casi in cui ravviseremo la lamentata malafede.
Il sistema adottato dobbiamo peraltro mantenerlo soprattutto per la scelta delle opere del mese perché ci consente da un lato di tener conto in qualche modo del parere degli autori e dall’altro ci evita di dover rileggere le opere pubblicate (cosa questa impossibile visto il gran numero delle opere pervenute).

Comunicato del 15 marzo 2016 con integrazione del 29 aprile 2016 (commenti):
Portiamo rispetto per tutti gli autori ma non possiamo più tollerare interventi diretti sui commenti in modo anche aggressivo, a ragione o meno, quando esistono modi diversi di dissenso attraverso l’uso di altri canali (mail alla redazione, messaggistica interna alla redazione o al titolare del sito).
Abbiamo quindi deciso di intervenire sul regolamento prevedendo come infrazione l'intervento diretto sui commenti in modo improprio. Preciseremo inoltre che al ripetersi di tale infrazione la redazione sarà costretta ad adottare provvedimenti adeguati nei confronti dell'autore interessato.

Già a suo tempo abbiamo ripetutamente raccomandato di ponderare attentamente ciò che si scrive a livello critico NEI COMMENTI in quanto basta poco a scoraggiare chi già con molta timidezza ha fatto dono delle proprie emozioni più riservate.
In questi ultimi giorni, in conseguenza di un qualcosa che è successo in tale ambito, si è improvvisamente cancellato dal sito un autore molto benvoluto. Questo ci dà modo di suggerire agli autori di evitare certe critiche a livello pubblico ma di utilizzare la messaggistica privata per non ferire l’interessato. Con l’occasione ribadiamo, a prescindere dall'accaduto, che, pur nel rispetto delle valutazioni, censureremo quei commenti che riterremo lesivi della dignità dell'autore. Se poi dovessimo riscontrare la malafede di chi commenta in modo inappropriato non esiteremo ad allontanarlo dal sito. Insistiamo col ricordare che i commenti sono pubblici.

Comunicato del 10 maggio 2024:
Resteranno per ora in vigore le precedenti disposizioni

La Redazione

 
     

Ultime pubblicazioni

     
 

Toti, uno de’ míi ommini

Barcelóna (de Cataluña)


"Oh Mimì, se solo avessi visto Barcellona! Ci son stato da ragazzo con amici di Calamecca, uno di loro era capace di farsi un gotto di birra alle otto del mattino.
E che panorama tra il mare e il colle del Buco...
Spiaggia e mare, a pescare per dieci giorni. E la sera ristorantini in pianura, ai piedi della cordigliera.
Dovremmo tornarci insieme Mimì. Sangria... (continua)


Mimina Raniera Mezzasalma 18/06/2024 - 11:05
commenti 0 - Numero letture:51

Voto:
su 0 votanti



Ubbia legislativa

Sulla panchina lambratese
al soffio del mantice
carezza il suono nella fisa
quando, all'avvento
del novello
impettito ghisa
con le normative
in bocca, e dentro
alla cervice patrimonio di sc... (continua)

Eric Eco 18/06/2024 - 11:03
commenti 1 - Numero letture:65

Voto:
su 0 votanti


Il volto di mia madre

Che Lei volle così
io lo so
lo potei leggere dentro gli occhi suoi
felici e affaticati
appena dal di lei grembo
fievole mi trasloca
proprio come quando d’inverno
la neve fioca.

Un’illusio... (continua)


Francesco Scolaro 18/06/2024 - 09:43
commenti 3 - Numero letture:91

Voto:
su 0 votanti


La stanchezza che spinge a...

La stanchezza
che spinge
ad andar via
é la stessa
che toglie forze
per farlo.... (continua)

Piccolo Fiore 17/06/2024 - 20:54
commenti 2 - Numero letture:91

Voto:
su 1 votanti



QUESTA SONO IO

Sono una donna
che nel grande
intreccio della vita
cerca di volersi bene.
Negli abissi bianchi
dove tutto scompare
e si ricompone
tra raggi di luce
ho trovato l’amore.
Piccola viandante
che ... (continua)

mirella narducci 17/06/2024 - 17:25
commenti 1 - Numero letture:88

Voto:
su 0 votanti


Di sera

La libertà ha il colore degli occhi buoni
del silenzio che abbatte le pareti
del sale che mi lecco sulle labbra

nell’acqua di un blu antico
ritorna sfumata in ogni sera:

"... vorrei ch... (continua)


Ale Nestori 17/06/2024 - 16:35
commenti 0 - Numero letture:76

Voto:
su 1 votanti



Isocronismo 2.0- nei successivi 16,5” (rimangono 1’ 6”)

Qualcheduno rammenta Regolo che di regola regolava regolarmente la pendola?


Quei mattacchioni del mattatoio
ammattiscono di risate un martedì
mattina al mese quando per la fiera
di San Matteo scende in paese
la famiglia matriarcale De Mattei.
La matrigna sottobraccio
al mattatore del settore del mattone,
la matrona blatera
col matusa e Matilde
con Mattia, i figli: in tutto sei. ... (continua)


Mirko D. Mastro 17/06/2024 - 15:43
commenti 2 - Numero letture:83

Voto:
su 1 votanti


Che si dice?

Che si dice?

Chi lo nega e chi lo dice
sarà sempre un infelice
lo diceva nonna Bice
in un romanzo d'appendice.
Sporco un muro di vernice
poi disegno una pernice,
faccio andar la lavatrice
e ... (continua)


Ferruccio Frontini 17/06/2024 - 07:13
commenti 1 - Numero letture:85

Voto:
su 1 votanti


Un violinista in metro

Sulla linea che mi porta al lavoro,
sale un signore dai riccioli d'oro.
dell'est sono i suoi lineamenti,
in bocca non ha tutti i denti.

In un palmo tiene il suo violino,
nell'altra mano una cas... (continua)


Meneghino Stornello 16/06/2024 - 20:51
commenti 2 - Numero letture:50

Voto:
su 0 votanti


Che colori ha la tua libertà?

Di quel colore che rappresenta la libertà
ne sono mentore a tutte le ore.
Risalta nitido al far del giorno
e al tramonto
quando il sole si nasconde all’orizzonte.
Soggiunta a me improvvisa
la ma... (continua)

Francesco Rossi 16/06/2024 - 19:04
commenti 3 - Numero letture:96

Voto:
su 3 votanti


Rilassano i pensieri

O'viento e' mare
comme e' mane toje
m' accarezza e' capill.
L'uocchie azzurr
comme e' o' cielo
che bacia o' mare
sotto e' lente
e' l'acqua salata 'nfacc
dint' a' na' jurnata doce,
rilassa... (continua)

Francesco Capasso 16/06/2024 - 18:35
commenti 2 - Numero letture:76

Voto:
su 1 votanti


iIl mio micino dorme

Il mio micino si è addormentato per sempre, non corre più per essere inseguito, non mi chiama perché ha bisogno, non aspetta più che io torni, non si stende beato al sole, non si stende felice su di me.
Ora è in una fotografia attaccata ad una croce, sembra che mi aspetti ancora. Ed io piango perché non posso nemmeno sperare di incontrarlo. L'ho perduto come tutte le cose belle che ora non ho più... (continua)

GIOVANNI PIGNALOSA 16/06/2024 - 16:14
commenti 2 - Numero letture:75

Voto:
su 1 votanti



Unione Sarda

Sulle pagine di storia tessute,
Inchiostro scorre come fiumi profondi.
Ogni parola un seme di verità piantato,
nel giardino dell'Unione, storie abbondano.

Con penna in mano, un cavaliere errante... (continua)


Francesco Cau 16/06/2024 - 14:25
commenti 2 - Numero letture:82

Voto:
su 1 votanti



UN GIORNO D\\\'AUTUNNO PIOVEVA : E LEI...

Un giorno d'autunno,
mi alzo come sempre, il mio cuore
è ferito non vuole sentire niente; mi
sento un po' … depressa pensando
sempre al mio … ragazzo, la scuola
la lascio chiusa cosi lui fin... (continua)

Gaetano Lentini 16/06/2024 - 13:54
commenti 0 - Numero letture:74

Voto:
su 1 votanti


In treno

Il bacio rosso delle labbra
affogava
di eguale tinta
e trama
la Tua camicia.
Questo,il tuo restare.
Apparirono
di nulla occorrenza
Il rosa del volto
e il nero degli occhi.
Solo un salto
do... (continua)

Piccolo Fiore 15/06/2024 - 20:13
commenti 0 - Numero letture:99

Voto:
su 0 votanti


Un salto nel futuro

Sulla linea retta
del suono vado in fretta
di colpo infrango il muro
e mi traslo nel futuro.

Da quest’osservatorio
anche se provvisorio
il domani è in anticipo
ed io vi partecipo.

Così m... (continua)


Francesco Scolaro 15/06/2024 - 18:23
commenti 1 - Numero letture:113

Voto:
su 1 votanti


Profumo di Mare

Escono i pescherecci,
nel vocìo stridente
di mille Gabbiani.

E l'onda, placidamente,
accarezza di schiuma
i frangiflutti.


Profuma di sale
il pallore del mattino,
e profuma di Sole e di M... (continua)


Loris Marcato 15/06/2024 - 13:57
commenti 3 - Numero letture:115

Voto:
su 1 votanti


Delicato

Ho avuto accesso a portali che non ho saputo varcare.
Questo è il destino di chi, nella pelle, ha occhi per vedere oltre il materiale.
Come puoi pensare di essere degno di così tanta bellezza?
Come puoi pensare di poterla solamente osservare senza inquinare?
E come toccarla, sapendo che poi non sarà più come prima?
A volte invidio la cieca ignoranza che almeno, ignara, senza conoscerne il va... (continua)

Michele Facchini 15/06/2024 - 08:10
commenti 0 - Numero letture:79

Voto:
su 0 votanti



Isocronismo 2.0- nei primi 16,5” (restano 1’ 22,5”)

Regolarmente la regina regola la regìa all’asticciola nella meridiana


Di regola regolo la pendola
sicchè col regolare pendolare
penda a favor mio la regìa sulla
quale si regge ogni mia regola basilare.
Mi chiamo Regolo come la stella
della costellazione del leone, sire
che regna nella sua reggia e il regno
pende da quel regnante senza nulla dire.
Mentre regolarmente la regina alla ... (continua)


Mirko D. Mastro 15/06/2024 - 06:57
commenti 4 - Numero letture:97

Voto:
su 0 votanti



Cinerina libertà

La mia libertà
ha il color
delle manette
che metto al mio filarino
quando
guarda le altre donnette.
Nuance gabbietta
del cenerino nella casa
sul pavé quasi asciutto,
in fondo
il grigio... (continua)

Erica Calluna 15/06/2024 - 06:08
commenti 2 - Numero letture:97

Voto:
su 0 votanti


D'un cuore svanito

Archivio il sentire
ed iberno il pensiero
mi graffio feroce
e non scorgo il dolore
coi tratti del tempo
provo a ricordare
e disegno un motivo
che annega nel sole

genuflesso nel giorno
a... (continua)


Paolo Giusti 14/06/2024 - 23:41
commenti 2 - Numero letture:120

Voto:
su 3 votanti


Inverno eterno

Chiara l'attesa, sui riflessi dell'inverno,
tenuti nascosti fra semi di grano,
ove profumano gelsomini
che fan respirare pienamente.
Triste è l'aria, che comunica col cielo
Lui che osserva e no... (continua)

MARIA ANGELA CAROSIA 14/06/2024 - 19:28
commenti 5 - Numero letture:127

Voto:
su 4 votanti


Le parole usate

Era una marchetta
comoda,
un libretto di timbri

Ascoltare musica
che non ti piaceva,
guardare film
che ti facevano dormire

Appuntamenti mancati
e bugie.
Ma infine era una vita

mai nata... (continua)


Ale Nestori 14/06/2024 - 18:43
commenti 2 - Numero letture:118

Voto:
su 1 votanti


IL MONDO RESTA

.IL MONDO RESTA
Se potessi fotografare il mondo con una sola immagine
non sceglierei il mare, i tramonti, e l’aurora del
mattino, ma un pensiero che volasse leggero
fino ad occupare un posto tra due stelle.
Un pensiero raggiungibile e divisibile da occupare
il mondo e le coscienze addormentate.
Un sentimento unico da dividersi in miliardi di atomi
che potesse sostituire le sfere impazzite... (continua)

luigi Pirera 14/06/2024 - 12:12
commenti 0 - Numero letture:76

Voto:
su 0 votanti



Grazia Deledda

Sulle colline di Nuoro, l'anima ascolta,
il vento sussurra storie di una vita mai persa.
Grazia cammina tra i sentieri di memoria,
con parole che tessono la Sardegna in gloria.

Nel cuore pulsant... (continua)


Francesco Cau 14/06/2024 - 11:55
commenti 6 - Numero letture:121

Voto:
su 4 votanti


 
     

Poesia del mese

     
  Finimondi (a tema)

La ferita sul
mio braccio
tu serrasti con punti,
cicatrice indelebile.
Nebbia tra i capelli
si dissolse all'alba,
fissando ora il sole
torno con
finimondi di fuoco,
mi riprendo dai
tuoi oc... (continua)

Anna Cenni 03/05/2024 - 12:51
commenti 6 - Numero letture:226

Voto:
su 2 votanti
 
     

Racconto del mese

     
  Reprobi Angelus 1.12

Caput primum
Il cippo fuori Varsavia e la comparsa di Samaèl Propinquus

Con l’alba di un altro due di novembre una fitta coltre di nebbia investì il vetro anteriore dell’autoarticolato amaranto che percorreva la statale oramai da una buona mezz’ora, costretto alla deviazione da un incidente nel quale al ragazzotto alla guida parve fosse coinvolta sola una Volga nera. Forse un prete, o ciò che ne restava pace all’anima sua, alla guida.
Ma avrebbe giurato di aver visto una suora nel cartoccio del lato passeggero.
Allan17 amava il profumo di cannella e zenzero di Varsavia a quest’ora del mattino, ma anche per un omone giulivo di centottanta chili un sudario sul parabrezza era motivo per perdere il sorriso.
Procedeva quasi a passo d’uomo da un po’ con il finestrino abbassato che invitava l’aria pungente a schiaffeggiargli il viso così da rimanere sveglio, quando sul bordo della strada gli sembrò di scorgere una figura vermiglia. Pensò a un fantasma, e scoppiò in una risata sonora... (continua)


Mirko D. Mastro 13/04/2022 - 19:40
commenti 5 - Numero letture:503

Voto:
su 2 votanti
 
     

La grande sfida

     
 

Ti piacciono le sfide ? Ti piace dimostrare che sai creare ? Vuoi far stupire per la tua fantasia ?
Allora confrontati nella sfida della scrittura creativa ! Clicca qua ed inizia l'avventura, e che vinca il migliore !

 
     

IL Vincitore

     
  Lacrime nascoste dentro

Era un mattino come tanti altri, con il sole che filtrava debolmente attraverso le nuvole, quando la paura si annidò nel mio petto, un ospite indesiderato che decise di restare. Il bullismo, una parola che fino ad allora avevo sentito solo nei discorsi degli adulti o letto sui libri, divenne la mia quotidiana realtà, un abisso che mi inghiottì senza preavviso.

Ero diventato il bersaglio preferito di Luca, un compagno di classe che, per ragioni a me sconosciute, aveva deciso di rendere i miei giorni un inferno. Ogni giorno, come un orologio puntualissimo, le sue parole taglienti come lame mi colpivano, lasciandomi ferite invisibili ma profonde. Le risate dei miei compagni, che facevano eco alle sue parole, erano come sale su queste ferite.

La scuola, un tempo luogo di scoperta e apprendimento, si trasformò in una prigione dalle mura invisibili. I corridoi, un labirinto in cui ogni angolo poteva nascondere un nuovo attacco, un nuovo insulto. L'ombra di Luca si allungava ben oltre i... (continua)


Umberto Palazzolo fischietto 02/05/2024 - 13:19
commenti 1 - Numero letture:188

Voto:
su 2 votanti
 
     

- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2024 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -