Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

CONTAMINAZIONE DI FAVOLE

Le istruzioni sono:

Scrivi un racconto in chiave umoristica in cui personaggi di favole famose s'incontrano


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 



Paperino non ricorda

Ieri sera si è consumata una piccola grande ingiustizia. Nel camino ardeva ancora sotto la cenere la brace insieme alla collera e a quella sconsolatezza dentro lo stomaco che non riesce ad uscire. Credo Dio ieri sera sia stato un acrobata su un filo di polvere con la paura di cadere nella memoria del carbone. Più di caligine che di carbone le pennellate sulle gote di mia suocera, accovacciata nel tentativo di ravvivare la fiamma con un sorriso in volto ed un mazzetto di cerini e un cubo di accendifuoco in mano. Teresa piccola fiammiferaia, la sola cosa umoristica di questa storia.
Giulio raccontava da un librone una favola ai miei tre ragazzi. Guardava i fili d’oro tra i capelli color paglia di Teresa e la farina per l’impasto delle reginelle, e parlava di una bellissima figlia e di un mugnaio e di un re, e sognava forse di volare fuori dalla finestra nella notte su un mestolo. E credeva forse di chiamarsi Tremotino. Non sempre la notte è tutto il nero di cui si ha bisogno. Il nero s... (continua)

Mirko D. Mastro(Poeta) 26/02/2020 - 05:54
commenti 9 - Numero letture:90

Argomento: CONTAMINAZIONE DI FAVOLE

Voto:
su 5 votanti





La vera storia di Cenerentola, Biancaneve e i sette nani

C’è un piccolo paese, lontano da qui, poggiato sul monte più alto come sospeso tra cielo e terra. Ha casette con tetti a spiovente, è attraversato da esigui ruscelli con prati in fiore dove nascono rose, margherite, favole e leggende belle. Sul cipresso più alto si siede e si raccoglie una piccola stella innamorata.
In questo paese non c’è la Tv, si cena a lume di candela, si trasmettono messaggi con il pony express, i più romantici utilizzano la colomba bianca, i più estrosi bottiglietta con il messaggio affidata alle onde del mare.
Di sera le comari si riuniscono davanti al fuoco scoppiettante di ceppi accesi, raccontano e commentano le favole più belle. Dicono che Cenerentola era una brava guagliona , ben formata, capelli rosso rubino, pelle chiara come luna a prima sera, che mostrava con gioia la sua fisicità. Era in perenne contrasto con le due sorellastre, una bruna capelli neri sbiaditi, l’altra bionda capelli giallo pallido , esili, timide, senza forme e sempre insicure. Col... (continua)

GIOVANNI PIGNALOSA 19/02/2020 - 08:27
commenti 3 - Numero letture:76

Argomento: CONTAMINAZIONE DI FAVOLE

Voto:
su 1 votanti



La giostra delle fiabe

LA GIOSTRA DELLE FIABE
Esiste in un luogo, nelle immensità dell’universo, una giostra come quelle che normalmente girando in tondo e fanno divertire i bambini buoni. Questa però era una giostra molto particolare chiamata - La giostra delle fiabe - dove sopra si trovavano alcuni personaggi con il libro in mano che rappresentava la loro fiaba e serviva per poter accedere all’interno della fiaba stessa.
Purtroppo dopo una pioggia di neutrini le favole erano state tutte rimescolate.
Il principe Filippo che voleva svegliare la bella addormentata nel bosco - la sua Aurora - non trovandola sulla giostra pensò che doveva essere ancora dentro la fiaba, prese allora il libro delle favole e ci si tuffò dentro. Si trovò invece davanti a Biancaneve che dormiva per via della mela avvelenata della strega cattiva. Pensando che una principessa vale l’altra si chinò ugualmente per darle un bacio ma Biancaneve aprì gli occhi di colpo e vedendolo gridò:
“No, no tu non sei della mia fiaba, non... (continua)

Maria Luisa Bandiera 13/02/2020 - 08:10
commenti 8 - Numero letture:123

Argomento: CONTAMINAZIONE DI FAVOLE

Voto:
su 3 votanti



Il cantastorie di favole nuove

Zitti tutti e se mi state ad ascoltare,
vi racconterò una storia
che di certo vi farà sognare.
Sono il cantastorie di un libro
che non esiste,
ci son raccontate dentro
favole mai viste.
Fiabe e racconti vi proclamerò in anteprima
ma attenzione!
perchè tutti sono scritti in rima.
Occhi aperti e orecchie ben aperte
che in maniera alternativa
sto per leggervi questa
scrittura in rima creativa.

C'erano una volta in un paese molto lontano,
e dove il tempo scorreva senza ore,
misteriosi personaggi in cerca d'autore.
In quello strano posto
un sentiero incantato
porta ad un bosco assai fatato.
Da lontano una casetta molto piccola fa capolino,
dove ci abitano i sette nani insieme a pollicino.
Accanto c'è una casa tutta di cioccolato
con la porta di mascarpone
e il tetto di panbagnato.
Ci vivon due fratelli non più prigionieri
che conoscono a memoria
tutti i sentieri.
Hansel e Gretel sono i loro nomi
giocano con fate gentili
e biricchini gnomi.
Qui il temp... (continua)


Chiara Giuranna 11/02/2020 - 19:28
commenti 5 - Numero letture:95

Argomento: CONTAMINAZIONE DI FAVOLE

Voto:
su 1 votanti




[ Pag.1][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2020 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -