Scrittura Creativa

     
 

La scrittura creativa è una palestra di allenamento per chi ama scrivere e vuole sviluppare il "muscolo" della fantasia.
Per dare uno stimolo abbiamo ideato una simpatica competizione. Mensilmente proporremo un tema diverso fornendo le opportune istruzioni.
Questo mese l''argomento è:

IL DISTACCO

Le istruzioni sono:

Scrivi un racconto in cui emerga il distacco a livello sentimentale (in amore) o affettivo (una persona cara, un’animale, ecc)


~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~~

Per partecipare basta registrarsi gratuitamente ed accedere alla propria area privata dove si trova la pagina per la pubblicazione della scrittura creativa.
Il miglior racconto sarà premiato con la pubblicazione nella prima pagina del sito per un mese con l'indicazione del vincitore.


 
     



Lista Generale

     
 



Milena e i doni dell'amore

MILENA E I DONI DELL’AMORE

Premessa - Siamo tutti interconnessi.
Siamo tutti fatti della stessa materia: animali, piante, uomini e attraverso questa energia comunichiamo gli uni con gli altri, naturalmente non solo tra esseri umani ma anche tra animali e piante. Si può essere in sintonia e comunicare con ogni regno della terra ed anche scambiarsi informazioni anche se non sempre ne siamo consapevoli.

C’era una bella energia tra loro , si erano conosciute per caso Milena e Sabrina e subito c’era stata una grande sintonia tra loro. Nasceva così una bella amicizia che parve subito essere in piena armonia e per qualche anno venne vissuta tra scambi amorevoli e piacevoli chiacchierate ma il sentimento non era uguale da ambo le parti: per Sabrina pur nella sincerità di quei momenti pareva essere solamente una forma di affabilità acquisita nell’ambito dello scorrere della sua vita mentre per Milena era il sentirsi amica, sorella, madre ed era un tutt’uno con i suoi sentimenti che ... (continua)


Maria Luisa Bandiera 25/05/2020 - 08:33
commenti 8 - Numero letture:75

Argomento: IL DISTACCO

Voto:
su 6 votanti





Orme sulla sabbia

C'erano giorni opachi, dove la nebbia ha consumato pianti!

Si muoveva il tempo a passo cadenzato e i minuti lenti separavano istanti tra me e te in un profondo senso di appartenenza.
Mi mancava la tua presenza fisica.
Il resto era impresso nell'anima da sempre e quel filo invisibile restava ancorato tra noi per non slegare mai la mia vita, dalla tua.
- Mi sono svegliata oggi con il rumore di un aereo che volava basso e il rumore assordante feriva le mie orecchie.
Un balzo tra le coperte e resto seduta nel letto senza capire,
ancora assonnata fatico a rendermi conto del rumore.
Poi mi ricordo che non devo andare al lavoro, stamattina.
Da oggi inizia lo smart worching e devo solo accendere il computer, fare doccia veloce e poi colazione.
Sono le otto in punto.
Aspetto che arrivi il buon giorno, dal gruppo lavoro della chat, per iniziare ognuno
la sua parte.
Un po’ incerta mi avvio verso il computer che aspetta di essere collegato ai vari programmi ministeriali.
Cresce l'a... (continua)


Margherita Pisano 24/05/2020 - 15:14
commenti 9 - Numero letture:151

Argomento: IL DISTACCO

Voto:
su 8 votanti





La storia delle declinazioni della Maremma è lunga

Una vanessa dalle ali festonate sembra cadere sui miei piedi. Mi compiaccio della sua livrea vivace, e dei meravigliosi momenti di lettura sul bel racconto di due sorelle proiettate come per magia, anime per mano, nella riverenza di sei colorate tazzine da caffè in dono.
E così scelgo di prolungare quei momenti: tazzina arancio per me, “per il tramonto quando il sole sfiora il mare alla sera e lascia la sua magia dipingendo il cuore alle novità della vita”, e per te gialla “come il sole quando irradia il cuore con i suoi raggi e fa sorridere di gioia”. Ho troppo pudore per la tua preferita, quella grigia. Mi dici che il caffè per questa volta lo offrirai tu… sei gentile Margherita, anche se un pochino devo ammetterlo mi sono autoinvitato. E le nostre nonostante questi strani giorni divengono figure complanari.
Mentre penso a questo e le parole accartocciate nei miei fogli sembrano fuggire sulla losa, Vanessa esce di fretta come da una strettoia di implicazioni, con la valigia nella m... (continua)

Mirko D. Mastro(Poeta) 22/05/2020 - 16:50
commenti 10 - Numero letture:96

Argomento: IL DISTACCO

Voto:
su 7 votanti





Vicini vicini...lontani lontani

Un dolce profumo proveniva dai fiori a grappoli degli alberi d’acacia, che fiancheggiavano il viale di casa. Anna respirava quell'aria dai sentori primaverili, senza provare più alcuna emozione, ormai nel suo cuore era sceso il freddo inverno.
Gli occhi le si riempirono di lacrime ma prontamente e con determinazione le ricacciò indietro, ne aveva versate fin troppe da circa un anno e mezzo. Da quando le era stata inferta una ferita così profonda, da lasciare una lacerazione che difficilmente si sarebbe potuta rimarginare. Lo sguardo di tanto in tanto si posava sul roseto dai colori sgargianti, un tempo restava affascinata dall'esplosione di tanta bellezza, ora le erano indifferenti così come lo erano tutte le cose che la circondavano. Arrivò in fondo al viale, vicino al cancello ma invece di tornare indietro verso casa, imboccò la stradina che portava alla faggeta. Voleva allontanarsi da quelle pareti che la facevano stare male e soprattutto da quell'uomo, suo marito che le causava u... (continua)

Anna Rossi 22/05/2020 - 05:32
commenti 5 - Numero letture:67

Argomento: IL DISTACCO

Voto:
su 2 votanti




[ Pag.1][ Pag.2 ][ Pag.3 ][ Pag.4 ][ Pag.5 ][ Pag.6 ][ Pag.7 ][ Pag.8 ][ Pag.9 ][ Pag.10 ][ Pag.11 ][ Pag.12 ][ Pag.13 ][ Pag.14 ][ Pag.15 ][ Pag.16 ][ Pag.17 ][ Pag.18 ][ Pag.19 ][ Pag.20 ][ Pag.21 ][ Pag.22 ][ Pag.23 ][ Pag.24 ][ Pag.25 ][ Pag.26 ][ Pag.27 ][ Pag.28 ][ Pag.29 ][ Pag.30 ][ Pag.31 ][ Pag.32 ][ Pag.33 ][ Pag.34 ][ Pag.35 ][ Pag.36 ][ Pag.37 ][ Pag.38 ][ Pag.39 ][ Pag.40 ][ Pag.41 ][ Pag.42 ][ Pag.43 ][ Pag.44 ][ Pag.45 ][ Pag.46 ][ Pag.47 ][ Pag.48 ][ Pag.49 ][ Pag.50 ][ Pag.51 ][ Pag.52 ][ Pag.53 ][ Pag.54 ][ Pag.55 ][ Pag.56 ][ Pag.57 ][ Pag.58 ][ Pag.59 ][ Pag.60 ][ Pag.61 ][ Pag.62 ][ Pag.63 ][ Pag.64 ][ Pag.65 ][ Pag.66 ][ Pag.67 ][ Pag.68 ][ Pag.69 ][ Pag.70 ][ Pag.71 ][ Pag.72 ][ Pag.73 ][ Pag.74 ][ Pag.75 ][ Pag.76 ][ Pag.77 ][ Pag.78 ][ Pag.79 ][ Pag.80 ][ Pag.81 ][ Pag.82 ][ Pag.83 ][ Pag.84 ][ Pag.85 ][ Pag.86 ][ Pag.87 ][ Pag.88 ][ Pag.89 ][ Pag.90 ][ Pag.91 ][ Pag.92 ][ Pag.93 ][ Pag.94 ][ Pag.95 ][ Pag.96 ][ Pag.97 ][ Pag.98 ][ Pag.99 ][ Pag.100 ][ Pag.101 ][ Pag.102 ][ Pag.103 ][ Pag.104 ][ Pag.105 ][ Pag.106 ][ Pag.107 ][ Pag.108 ][ Pag.109 ][ Pag.110 ][ Pag.111 ][ Pag.112 ][ Pag.113 ][ Pag.114 ][ Pag.115 ][ Pag.116 ][ Pag.117 ][ Pag.118 ][ Pag.119 ][ Pag.120 ][ Pag.121 ][ Pag.122 ][ Pag.123 ][ Pag.124 ][ Pag.125 ][ Pag.126 ][ Pag.127 ][ Pag.128 ][ Pag.129 ][ Pag.130 ][ Pag.131 ][ Pag.132 ][ Pag.133 ][ Pag.134 ][ Pag.135 ][ Pag.136 ][ Pag.137 ][ Pag.138 ][ Pag.139 ][ Pag.140 ][ Pag.141 ][ Pag.142 ][ Pag.143 ][ Pag.144 ][ Pag.145 ][ Pag.146 ][ Pag.147 ][ Pag.148 ][ Pag.149 ][ Pag.150 ][ Pag.151 ][ Pag.152 ][ Pag.153 ][ Pag.154 ][ Pag.155 ][ Pag.156 ][ Pag.157 ][ Pag.158 ][ Pag.159 ][ Pag.160 ][ Pag.161 ][ Pag.162 ][ Pag.163 ][ Pag.164 ][ Pag.165 ][ Pag.166 ][ Pag.167 ][ Pag.168 ][ Pag.169 ][ Pag.170 ][ Pag.171 ][ Pag.172 ][ Pag.173 ][ Pag.174 ][ Pag.175 ][ Pag.176 ][ Pag.177 ][ Pag.178 ][ Pag.179 ][ Pag.180 ][ Pag.181 ][ Pag.182 ][ Pag.183 ][ Pag.184 ][ Pag.185 ][ Pag.186 ][ Pag.187 ][ Pag.188 ][ Pag.189 ][ Pag.190 ][ Pag.191 ][ Pag.192 ][ Pag.193 ][ Pag.194 ][ Pag.195 ][ Pag.196 ][ Pag.197 ][ Pag.198 ][ Pag.199 ][ Pag.200 ][ Pag.201 ][ Pag.202 ][ Pag.203 ][ Pag.204 ][ Pag.205 ][ Pag.206 ][ Pag.207 ][ Pag.208 ]

 
     


- oggiscrivo.it - Copyright 2009 - 2020 - Tutti i diritti sono riservati - Webmaster Mauro -