Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Parigi, Febbraio 194...
Passegiando la matti...
Rapporti Umani...
CUORE DI PIETR...
Non trovo....
Il cucciolo...
Promessa....
La domenica dei mort...
SIMILI...
FRUSCIO DI FOGLIE...
Il sonetto dell'autu...
Quel momento in cui ...
Accomiato...
Il suo sorriso era c...
BELLEZZA PROVOCANTE...
E' la sera dei mirac...
PROFONDE FOLLIE...
Andiamo là...
Velate nubi...
Adieu...
L’ultima Volta...
Firmamento...
Tutto si trasforma, ...
La clessidra...
Respiro di vita...
Casuali parabole...
IL SUBACQUEO SPORTIV...
E\' stato splendido...
SonEtti...
Sogno o son desta...
Due tenere folate di...
Diavolo...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
Me ne voglio ì lunta...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

LA CONVERSIONE DI UN CAMPESINO

Questa è la storia
di un campesino
dall'altopiano
altoatesino
scende in vallata
a rimirare
quest'autostrada
da attraversare
prende un vagone
e chissà... dove andrà!
Oh yeah!


Gli piace il pesce
da divorare
sin dalla spina
immenso piacere,
cos'hai capito?
quello di mare
stavo trattando
che, vuoi scherzare?
Guarda un po'
se si può sempre capire male!
Oh yeah!


Hip - yah!


Scende in città,
che cosa fa?
"Lei, signorina
in quattro si fa?"
"No, lei si sbaglia
è molto coatto,
mi fanno in quattro,
son sensibile al tatto!"
"Questa è la mia mano!"
"Ma lei è proprio un villano!"


"Dicon tutte così,
fanno chicchiricchì!
Poi nella notte oscura
la sgranocchiano dura
la pannocchia dei campi
delizia di altri tempi
oh yeah!"


Pone sul corpo
un ritmo danzante,
un battito estremo,
un ritmo ambulante,
non si fa scrupoli
nell'avanzare
proposte indecenti,
accarezzare!
"Se vuoi io t'aspetto,
non farti pregare!"


Dunque, d'un tratto,
la pederastìa,
velocemente
sì, scappa via.
"Mi piace la donna,
il suo odor di vino!",
e godendo lo accenna:
"Son cittadino!".
La storia va avanti da sé
con i suoi perché...



Share |


Poesia scritta il 05/03/2012 - 18:40
Da Manuel Miranda
Letta n.474 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?