Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

FRUSCIO DI FOGLIE...
Il sonetto dell'autu...
Quel momento in cui ...
Accomiato...
Il suo sorriso era c...
BELLEZZA PROVOCANTE...
E' la sera dei mirac...
PROFONDE FOLLIE...
Andiamo là...
Velate nubi...
Adieu...
L’ultima Volta...
Firmamento...
Tutto si trasforma, ...
La clessidra...
Respiro di vita...
Casuali parabole...
IL SUBACQUEO SPORTIV...
E\' stato splendido...
SonEtti...
Sogno o son desta...
Due tenere folate di...
Diavolo...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
Me ne voglio ì lunta...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Conserva il mio ricordo.

Conserva il mio ricordo quando la pioggia bagnerà le vetrate della tua camera, quando la nostalgia busserà e tu la lascerai entrare, dopo averla rifiutata tante volte avendole fatto credere che non ci fosse nessuno a cui far visita.
Ricorda il suono della voce che ti ha provocato la pelle d’oca al minimo sussurro e che ti ha urlato contro quando anche il cielo ha deciso di cadere.
Fermati a pensare se ne è valsa la pena e dopo gridalo a squarciagola, così che io, ovunque sia, possa sentire che nulla è stato vano.
Illuditi di avermi ancora accanto e di poter sentire la mia mano sul tuo petto che tiene il tempo dei battiti concomitanti dei nostri cuori.
Desidera, di anno in anno, un mondo dove al soffio delle candeline non avresti avuto bisogno di chiedere il mio ritorno.
Sogna il futuro che avevamo progettato insieme, sogna i viaggi che avremmo fatto, sogna i tramonti che non guarderemo mai.
Regalati la sensazione di svegliarti un’altra volta a fianco a me e di sentirti invincibile per questo, immagina i miei capelli arruffati e il mio sguardo dolcemente assonnato darti il buongiorno e stringerti tra le lenzuola fresche.
Guarda fuori e disegnaci passeggiare mano nella mano soffermandoti sulle nostre linee della vita che si incrociano vorticosamente.
Pensa alla sensazione del mio respiro sul tuo collo, alle gambe tremanti quando ti sono stata troppo vicina e ai vuoti allo stomaco quando invece me ne sono andata.
Voltati indietro e ripercorri le orme del nostro passato e apprezzami per aver lottato per comprendere e occupare la parte più profonda di te.
Lascia che il desiderio di me ti richiami durante la notte e ti risvegli, inquieto e amareggiato, lascia che il mio profumo ti pervada senza preavviso e ti riporti sensazioni mai archiviate, ma gelosamente nascoste.
Vai a guardare il mare alle prime luci del mattino e riscopri un po’ di me in ogni sfaccettatura del cielo: scoprirai che sai già tutto e che mai più conoscerai così a fondo qualcun altro.
Custodisci segretamente i resti di una me che hai conosciuto soltanto tu.
Porta nel cuore e nella mente l’idea di ciò che sarebbe potuto essere, della rosa che non coglieremo mai.



Share |


Racconto scritto il 06/08/2018 - 15:01
Da Martina Ciano
Letta n.56 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Un racconto
...vera poesia
Complimenti

laisa azzurra 06/08/2018 - 17:00

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?