Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

UNA DOMENICA INSIEME...
Il vento...
Un giorno da uomo...
Mia cugina Maria...
Incompleta...
Ricordi?...
Valigie Di Emozioni...
Io sono il fulcro di...
Mare...
Speriamo.......
Raul...
Ai posteri...
...ma le gambe ?...
Come quando piove...
AD ALDO MINIUSSI (+2...
Per la felicità?...
Confini e certezze...
A te. A me....
Cocci... d'Eternità....
Paralisi....
UN CORIANDOLO DI CAR...
LO SFRATTO...
Addio Divano...
Un solo pedone...
GLI OCCHI DEL F...
A piedi nudi...
A piedi nudi...
Un Sole stanco, un C...
AMICA PER SEMPRE...
Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...
La libertà di scrive...
Stella Luminosa...
Il primo incontro...
Sarà neve...
Dille ch'è suo...
Scritture del cielo...
Bacio in Metrò...
Ghirlanda di mani...
La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...
Le mie mani...
L'indefinito...
AMICIZIA 2...
e tu...
Buon trapasso...
Solitudine...
Nuove fioriture...
Solitari casali....
Il privilegio di gua...
Febbraio...
e lei colse un'ultim...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

IL MIO PASSATO

Vorrei sguazzare di nuovo nei miei sogni del passato
Riprendermi ciò che il tempo mi ha rubato,
entrare ed uscire da quel letto esasperato
che ogni sera mi accoglie un po turbato.
"La notte è sempre stata
Per tutti i miei amori
L'immagine passata
Dei ricordi e dei dolori".
Anche il letto ormai hga capito
Che vorrei nel mio passato essere spedito
Per cadere nelle braccia astratte del mio amore
Per dimenticare quelle concrete del dolore.


Share |


Poesia scritta il 10/11/2014 - 14:47
Da VINCENZO ANGELINO
Letta n.626 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Bravo Vincenzo! Per ogni cosa, ce un motivo. Una cosa prende, pero un altra ti da.

Dimitrina Vladimirova 13/07/2015 - 00:07

--------------------------------------

Mi hai fatto sorridere; molto simpatica.

Ugo Mastrogiovanni 11/11/2014 - 14:40

--------------------------------------

AH quanto ci fa soffrire il passato se
solo capisse di più quel benedetto letto
intensa e bella questa tua poesia
Giancarlo

giancarlo gravili 11/11/2014 - 08:30

--------------------------------------

Poesia molto bella e significativa. Vorremmo a volte andare indietro nel tempo, per ritrovare i momenti indimenticabili.; bisogna, però, guardare avanti, perché il presente può riservare belle sensazioni. Complimenti!

I. Aedo 11/11/2014 - 00:12

--------------------------------------

Parole bellissime.. che pur essendo poche riescono a raccontare uno stato d'animo tanto complesso..
e come è assurdo.. leggere e ritrovare se stesso...

Grazie, per le emozioni che hai condiviso.

e complimenti! a rileggerti presto!

Ciao, A. Meis


Andrea Meis 10/11/2014 - 22:49

--------------------------------------

Riprendere i sogni del passato e scordare i dolori sarebbe troppo bello,i bei ricordi bisogna curarli il resto va cancellato ,complimenti,opera intensa e sofferta

genoveffa 2 frau 10/11/2014 - 18:53

--------------------------------------

Soggetto della poesia...chiunque tu sia...concreto o solo immaginato...che dire può, chi ti ami leggendoti se non: "No, non cullarti nel dolore! La sofferenza, qualunque sia, va guardata bene in faccia...esaminata, diagnosticata, energicamente curata. Con la gioia opposta ai suoi dolori, le gioie opposte alle sue tristezze...Tutto questo facendo dipendere DA NOI. Perché proprio questo, sempre sia la PRIMA GIOIA da VIVERE! Vera

Vera Lezzi 10/11/2014 - 17:30

--------------------------------------

Mi piace, anche la cura con la quale hai associato le varie rime.
Bravo!
Ciaooo

Giuseppe Aiello 10/11/2014 - 16:32

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?