Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...
Mia nonna diceva che...
Bluff...
Mentre guardo la Lun...
L'UOMO COL CANNOCCHI...
Possedere le chiavi ...
SIAMO PICCOLE D...
Freddo apparente...
La prima volta...
Un ossimoro è la met...
E tu, vigliacca ment...
Salvarsi...
Foglie aperte...
FAMMI RICORDARE...
Ho visto avide bocch...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

L’uccello

Ricco di piume e di soave canto,
l’uccello innamorato disse a lei:
“Se fossi ricco e grande lo direi,
offro soltanto amore e non mi vanto.
Rallegro il giorno intero di gorgheggi
e anche se minuto, assai zelante,
ti diletto con fischi e con volteggi,
sarò per te sicuro un buon amante.
Ecco, sono per te questi saltelli,
largheggio in trilli, canti e piroette,
pasci i miei sguardi e se li trovi belli,
sìan le tue pretese bene accette”.
L’adulata schernì, raspò incurante,
d’una festuca fece bella mostra;
volò lontano, s’eclissò un istante
per poi abbandonarsi a tutta mostra.
Dispettosa guizzò, si volse a lato,
lo scrutò sul retro come di sfuggita,
e frugando saltellò nel vicinato.
Tornò cantando con voce intenerita:
“Taci, lesto alipede pennuto,
conosco il tuo manto scintillante,
molto galante trovo il tuo saluto.
Mi piaci policromo e cangiante,
eccomi a te mio caro spasimante”.
Si alzarono in volo lievi e belli,
fiottando con balzi sincopati
e si perse il mio sguardo fra gli uccelli
che acclamavano in coro rallegrati.


Share |


Poesia scritta il 17/11/2014 - 10:51
Da Ugo Mastrogiovanni
Letta n.412 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Bella ricca di metafore e di bravura... ci regali opere meravigliose con sti a ed affetto

Carla Composto 18/11/2014 - 15:32

--------------------------------------

Ugo, penso che se tutti osservassimo la nostra madre natura con gli occhi della poesia, come fai tu, il mondo sarebbe migliore...e non esagero!!!
Un abbraccio fraterno

Teresa Pisano 18/11/2014 - 08:14

--------------------------------------

DELIZIOSO poetar osservando la natura ,molto bella ,complimenti ROMUALDO

genoveffa 2 frau 17/11/2014 - 22:29

--------------------------------------

Deliziosa descrizione e armonica poesia
Ciao Elisa

elisa longhi 17/11/2014 - 19:33

--------------------------------------

Una bellissima fiaba, che mi ha avvinto sin dall'inizio. Sarebbe bello che anche tra gli uomini ci fosse tale trasporto. Bravissimo!

I. Aedo 17/11/2014 - 17:57

--------------------------------------

Bravo Ugo, un cantico della natura con metafore importanti.
Complimenti
Romualdo

Romualdo Guida 17/11/2014 - 16:19

--------------------------------------

Un costume ormai non piu' seguito da l'umano ... Solo dal mondo animale l'umanita' mancante... Il tuo verseggio lo comprova ablmente...

Rocco Michele LETTINI 17/11/2014 - 16:17

--------------------------------------

Un'accurata analisi di un attento osservatore della natura. Molto bella quest'opera che, per qualche verso, lascia intuire una certa similitudine con la nostra realtà di umani.
Complimenti Ugo.

P.S.: Caro Ugo, ma tu guarda cosa ti riesce a fare un uccello!


Salvatore Linguanti 17/11/2014 - 15:23

--------------------------------------

Che meraviglia! Faresti venire il buonumore pure al più negativo degli Esseri...Mi ci voleva proprio, Ugo, questa dolce, dolcissima atmosfera. GRAZIE! Vera

Vera Lezzi 17/11/2014 - 14:44

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?