Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella cittą...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lą della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchģ scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

A cuore aperto

Non mi spaventa la tristezza dei salici
o la pioggia che scende esile a marzo
lasciando scivolare gił verso gli occhi
e sul cuore addolorato miseri tormenti


non mi spaventa il sapore di salsedine
che sulla pelle sa di effimera incertezza
e fa piegare le ginocchia in preghiere
che mai saranno udite dall'astuta morte


mi spaventa la notte col suo nero cielo
che avvolge e distrugge tutti i pensieri
derubando le parole smarrite nel vento
e lacerando i petali alle rose sbocciate


mi spaventa il vuoto della solitudine
il gusto di un bacio che non sa d'amore
o serrare le palpebre e non sentire pił
il tuo cuore che illumina la mia Poesia



Share |


Poesia scritta il 30/12/2014 - 15:35
Da Calogero Pettineo
Letta n.415 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Triste ma, allo stesso tempo, bellissima e intima! Buona serata,

Chiara B. 02/01/2015 - 18:05

--------------------------------------

A CUORE APERTO SINCERAMENTE FORGIATO... Il mio encomio e il mio augurio di un Felice 2015...

Rocco Michele LETTINI 31/12/2014 - 09:59

--------------------------------------

...spaventevolmente bella! Triste, ma affascinante. Ciaooo

Fabio Garbellini 31/12/2014 - 09:39

--------------------------------------

Hai ben dipinto lo strazio del vuoto della solitudine,complimenti,molto triste ma bellissima,felice e sereno Nuovo Anno,

genoveffa 2 frau 31/12/2014 - 08:31

--------------------------------------

Bella e triste mi spaventa il vuoto la solitudine e il silenzio
ti auguro buon anno

Eleonora Carullo 30/12/2014 - 23:11

--------------------------------------

"mi spaventa il vuoto della solitudine
il gusto di un bacio che non sa d'amore"
Questi versi li trovo estremamente toccanti!
Bella tutta !
Ciao Elisa

elisa longhi 30/12/2014 - 22:00

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?