Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mio......
Se...
LUCE CHE MI TOCCA...
Sera...
A Firenze...
Al pianoforte...
Sbrigati ad amare...
Foglia d'autunno...
PRIMAVERA D'AUTUNNO...
Time out...
CANTO D'AMORE...
Questa fu missione d...
C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
Inutilità...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Più di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella città...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Uno strano gioco...

Un cielo rosso porpora
annunciava l’arrivo della sera
e a cavallo dei miei pensieri
valutavo il niente.
La fine del giorno scivolava via,
portando con se il suo pesante strascico
senza lasciare apparente traccia.
Varcavo le porte della notte
salendo sui gradini del vento
ma non osando volgere lo sguardo altrove.
Il gelido alito del buio
bloccava ogni movimento,
trascinando la vita con se,
lasciandomi li, senza scampo alcuno.
Fu il rumore del mare a giocare con me,
danzando tra il cuore e la mente,
stringendomi tra le sue forti braccia,
impedendo al vento di portarmi via.
Avrei pianto per lui,
avendo una lacrima, una sola, gliela avrei data
ma mi disse: “Non farlo perché non sai se domani ci sarò,
tieniti stretto a me che ora ti porto via,
via da queste onde che altro non fanno
che il gioco del vento”.
Mi portò con se, giù,
fin sotto lo strato di rabbia,
dove la calma regnava sovrana
e la pace cullava i miei pensieri.
Nel silenzio ringraziai il mare
di avermi inghiottito nella sua dolcezza,
tenendomi lontano dal suo lato oscuro.
Ora vivo nel vento
e aspetto che il mare torni da me
a coprirmi col suo abito
e custodirmi nel suo silenzio.


Share |


Poesia scritta il 13/01/2015 - 20:34
Da Cristiano Pili
Letta n.500 volte.
Voto:
su 6 votanti


Commenti


Grazie VERA, sarebbe bello, ma a volte bisogna sapersi accontentare degli equilibri che si riescono a trovare, anche se non bisogna mai smettere di cercare. Grazie della tua saggia osservazione. Un saluto

Cristiano Pili 15/01/2015 - 07:03

--------------------------------------

Intensamente ti auguro di sperimentare profondità in cui non compromessi abitino, ma il loro contrario: autenticità...Il cammino non è facile, ma il risultato lo merita!
Vera

Vera Lezzi 15/01/2015 - 00:36

--------------------------------------

Grazie Dario,grazie Claretta, grazie Genoveffa, sono lusingato dai vostri commenti. E che il mare di emozioni non possa prosciugarsi mai. Un saluto amici.

Cristiano Pili 14/01/2015 - 22:39

--------------------------------------

Malinconica e dolce. Molto bella Dario

Dario Menicucci 14/01/2015 - 22:20

--------------------------------------

Bella e profonda come il tuo mare di emozioni.

Claretta Frau 14/01/2015 - 22:16

--------------------------------------

La vita qualche volta ci pone di fronte a prove durissime, uscirne e riuscire a capire i valori importanti trovando la pace interiore è una grande conquista,complimenti CRISTIANO,molto bella

genoveffa 2 frau 14/01/2015 - 19:33

--------------------------------------

Grazie Salvatore,grazie Giancarlo,grazie Romualdo. Mare e vento sono legati indissolubilmente come è indissolubile il legame che c'è tra ciò che vorremo e ciò che la vita ci riserva, bisogna scendere in fondo per trovare il giusto compromesso per far sì che le due cose trovino la giusta armonia. Ciao amici

Cristiano Pili 14/01/2015 - 18:38

--------------------------------------

Molto bella, triste e malinconica. Ciao

Romualdo Guida 14/01/2015 - 17:38

--------------------------------------

Bellissimi versi, colmi di tristezza!
Ho molto apprezzato questa tua poesia

giancarlo gravili 14/01/2015 - 17:01

--------------------------------------

Bisogna, sempre, scendere giù nel profondo, per trovare o ritrovare il senso delle cose e la pace. Bella metafora!

Salvatore Linguanti 14/01/2015 - 15:59

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?