Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ancora......
Emozioni...
I RICORDI RESTANO...
Nun so romano...
Mentre le mani...
LUCCIOLE IN TERRA ...
Ancora domani...
superbia...
tempesta dentro...
TEMPESTA DI FINE AUT...
ASPETTANDO IL T...
La farfalla...
...te ne vai, con la...
Io devo proseguire...
FRIZZI E LAZZI...
Sazio d'Amore...
Invincibile...
Sola cosa importante...
Nevica...
La notte mi prende p...
Odissea d'amore...
Verità Incompiuta...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Apologia

L’apologia


Sei stato beffato. Eh già !
Quanti come me possono gridarlo!
La tua inesorabilità non sempre
è così puntuale come a te piace.
Dopo tanta lotta
si deve pur dare l’onore delle armi.
Allora io mio caro Triste Mietitore
ti dico che sei giunto
in ritardo.
La mia fragilità ha già ceduto il passo
alla morte e surrealmente
da quassù io ….. ti scruto.
Che pena mi fai... ti osservo sai
nel tuo inutile vagar nel tentativo di
portar via il mio corpo
cercando di farti perdonare
dividendo l’anima da un corpo ormai malato.
Esso l’ho già lasciato
su quella maledetta terra
e la mia anima
l’ho già donata
a chi meritava di riceverla per dono
e non per vile separazione terrena.
Io vivrò in te!


Luciano Capaldo 02 gennaio ‘15



Share |


Poesia scritta il 12/02/2015 - 12:29
Da luciano rosario capaldo
Letta n.306 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Faccio mio il commento di Anna. Mi è piaciuto molto l'ultimo verso, di grande effetto!

Chiara B. 15/02/2015 - 18:37

--------------------------------------

un'opera molto profonda e degna di una riflessione...ciao!

Anna Rossi 13/02/2015 - 04:58

--------------------------------------

Surreale, singolare e ben elaborato.
Molto apprezzata. Ciao...

Gio Vigi 12/02/2015 - 22:28

--------------------------------------

Un titolo azzeccato, una bella difesa di se stesso... originale assai. Bravo. ciaociao.

. Focus 12/02/2015 - 18:01

--------------------------------------

Meraviglioso componimento, in versi che toccano profondi sentimenti,
Bravissimo

giancarlo gravili 12/02/2015 - 14:32

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?