Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La Vita è ci......
Fatalità...
Il bimbo di Hiroshim...
A Citra...
Falce di luna e d'om...
Madonna mia !...
L' ODIO E' UNA LU...
IL TEMPO DELLE CONC...
Stelle si accendono ...
NUTRIMI...
NEL PIÙ ROSEO DEI MO...
Orizzonte...
L’EREDITA’ SPARTITA ...
Tutto era sogno...
L'arte del sorriso...
alzando gli occhi...
Tutto...
Peccato di gola...
La notte...
Viaggio dentro me st...
Tutto scorre......
Io fuggo...
STUPORE...
INGANNEVOLI APPARENZ...
E' estate e sono vec...
Malattia...
Salve, sono Lupo...
Non è da uomini......
Il cielo in una ...
Il nobile Alejandro ...
L'amico del tramonto...
CON TE PER NOI...
QUELLO CHE VORREI DI...
DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Enoedia

Ho mescito nel mio calice
Vino di Francia fatto acido.
L'ho assunto copiosamente,
Mi sono inebriato
Di quel pregiato veleno.
Mi riscaldava la gola,
Mi infiammava lo stomaco,
Mi incendiava il fegato
E il cuore mi devastava:
Ma io non smettevo; versavo
E ingoiavo senza remore,
Senza freno mi ubriacavo
Di quel mortifero nettare:
Ne ero dipendente,
Ne ero assuefatto,
Ne ero divenuto
Proprietario e schiavo.
Cosa mai mi staccherà
Da quella preziosa anfora
Mortale tra i suoi manici?
Se nulla potrà mai farlo,
Che io muoia annegato
In questo speziato veleno!


Share |


Poesia scritta il 16/02/2015 - 14:55
Da Giulio Cerrato
Letta n.264 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


Mi raccomando, non interpretate mai alla lettera le immagini nelle mie poesie...

Giulio Cerrato 16/02/2015 - 23:40

--------------------------------------

Quasi autolesionista, anzi sicuramente, questo affogare nel dolce veleno. Ci vedo molto degli Scapigliati.

Alessandro Sivieri 16/02/2015 - 22:14

--------------------------------------

NO!...Emergi in fretta e VIVI! Vera

Vera Lezzi 16/02/2015 - 20:06

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?