Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

TROPPE NOEMI...
Rondini...
Solstizio d'estate...
inquietudini le mie ...
Dolcemente ti dirò...
INFERNO ROSSO...
Quando guardi il cie...
Campidano...
lei temeva il buio...
Un esempio da... non...
Domani è un altro gi...
C'è chi dipinge la ...
Non hanno età...
PIOVE SUR BAGNATO (...
Dolce Carezza...
Spensieratezza...
Come un subacqueo...
HAIKU...
E' oggi il giorno mi...
Sconosciuto...
Dietro i tuoi occhi...
Aquila...
Curriculum Vitae...
Il treno...
Vestiti...
SARO' DI TE...
Risveglio...
VIAGGI DIVERSI...
Cavalco le onde dell...
Alba marina...
L'ira di Lorenza...
La lettera...
Padre Vostro...
A Nòtt...
Quel sussurro...
Quel sorriso...
Nuovi aquiloni...
Le magiche lucciole ...
Quel taxi...
Si può dire grazie s...
L'amante...
Il morso della taran...
L' INFELICITA' SI...
Buon compleanno...
E' nella supponenza,...
La prima estate al m...
Faccia da Cereali...
LIBERTA'...
Falsi d'autore...
Arrivi tu...
Nostalgia amara...
Chiamatemi Aquila...
I bisbigli del cuore...
SEI NELLE MIE MANCAN...
LA LOTTA DEL SOLE di...
Periferie...
Francisca...
Un dolce per te...
Mizzeca!...
Figlia mia...
NA SERA DORCE DE PER...
Due cuori e un'anima...
SHOPPING...
Una mano che mi rega...
Riflessi di seduzion...
L\'attimo!...
FEDELE SPECCHIO DEL ...
Poetic forms...
Suadente e nostalgic...
ACCENDI I TUOI SOGNI...
MONOLOGO A ME ...
L'oracolo...
caparbiamente sorda...
Fuggire...
Nell'orto...
Giugno......
Il pianeta dell'Amor...
LEGGENDA PERSONALE...
LI SOGNI di Enio 2...
Un folletto bizzarro...
con gli occhi chiusi...
LE ROSE ROSSE SUL SU...
amami...
Dannarsi l’anima cre...
Dolore sulla notte...
Con una stretta di m...
primaverile tempo...
Haiku A casa...
AMARTI...
Non c 'è scappatoia....
Penso al destino...
SCIARADA...
Tra le rive delle no...
Un'ambizione che spa...
Tu...
Paradiso in fiamme...
SUPERBIA......
Ciò che distingue l'...
Il Corpo di Psiche...
Perle di Luna...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Fuori dal tempo

Mani madide stringono il tempo
fino a spremerlo per un’attesa smaniosa.
Le ore passeggiano tranquillamente
incuranti di chi attende freneticamente
il loro passaggio rapido.
Vorrei vederle correre impazzite,
quasi a non riconoscere più i numeri,
invece, loro dispettose, rallentano, chiacchierano,
e con fare provocatorio si prendono gioco di me.
Ora ordino loro: rallentate, riposatevi, anzi fermatevi,
ma, con fare beffardo e irritante
si mettono a correre a perdi fiato
a rincorrersi in un gioco senza sosta.
Quale forza impone al tempo ad andare lento?
Quale gioco spinge il tempo ad andare veloce?
Lui procede sempre con lo stesso passo cadenzato,
e ai miei occhi si dilata e si restringe a suo piacimento
sempre all’opposto di ciò che gli chiedo.
E allora?
Non ti attenderò più!
Non sarò più oppresso dal tuo ritmo,
non avrò più tempo, per pensare al tempo.


Share |


Poesia scritta il 23/02/2015 - 14:43
Da gerardo leo
Letta n.577 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Semplicemente bella. Ciao

Danilo Di Prinzio 25/02/2015 - 08:45

--------------------------------------

Complimenti, interessante poesia, piaciuta molto. Ciaooo

Fabio Garbellini 24/02/2015 - 07:15

--------------------------------------

molto bella!!!complimenti

Ludovico Poggi 24/02/2015 - 02:48

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?