Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella cittā...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lā della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchė scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissā se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

a gallina femminista

Appena jornu,
quanno arbeggia
s'arza lu gallittu,


montatu su lu trespulittu
la sveja da
a tuttu lu vicinatu.


Smania e canta, se paoneggia
credennose lu re de a reggia,


ruzzula, sbatte l'ale, pare lu padrone,
becca per primu lu granturcu a colazione


fa a corte a e purcine
lu don jiovanni co 'e vecchie galline...


Quanno vede a biocca
se sente nu patriarca,
co orgojo se lustra e piume.


Na gallina che stia a covā
scojonata da sta situazzione


nun potennone pių de lu maschio padrone
je disse na matina:


-a sor gallu, presteme ascordo:
Tu si lu gallu, d'accordo
ma lu seme č pure mjo,
l'ovo u faccio io!


Usa a raggione;
tu hai fattu solu
a fatica de lu gruppone!-



Share |


Poesia scritta il 25/02/2015 - 14:59
Da loretta margherita citarei
Letta n.429 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Piacevole nella sua vena umoristica...
Trilussiana?

Rocco Michele LETTINI 25/02/2015 - 22:17

--------------------------------------

Sempre pių belle le tue poesie. Allegre ; e sorrido sai? Ho č difficile far sorridere!Complimenti

luciano rosario capaldo 25/02/2015 - 21:05

--------------------------------------

Fortissima questa tua Lor!Mi ha strappato un sorriso!!
Eccellente

Paola Collura 25/02/2015 - 20:27

--------------------------------------

Simpaticissima, il gallo č sempre prepotente ma non fa l'uovo,bravissima,complimenti LOR

genoveffa 2 frau 25/02/2015 - 19:42

--------------------------------------

Eh cara Lorč, prima o poi qualche pollo ci casca! Sempre brava!

Salvatore Linguanti 25/02/2015 - 19:39

--------------------------------------

Veramente belli questi tuoi componimenti
bravissima!

giancarlo gravili 25/02/2015 - 19:13

--------------------------------------

grazie elisa

loretta margherita citarei 25/02/2015 - 18:58

--------------------------------------

Deliziosa!
Ciao Elisa

elisa longhi 25/02/2015 - 18:41

--------------------------------------

grazie paolo

loretta margherita citarei 25/02/2015 - 18:37

--------------------------------------

traduzione

appena giorno
quando albeggia
s'alza il galletto

che messosi sul trespoletto
da la sveglia a tutto il vicinato.

Smania e canta, si pavoneggia
credendosi il re della reggia.
ruzzola, sbatte le ali, si crede il padrone
beccando per primo il granturco
a colazione.,

fa la corte alle pulcine,
il don giovanni con le vecchie galline.

Quando vede la chioccia
si sente un patriarca,
d'orgoglio si lustra le piume.

Una gallina che covando sta
scocciata da questa situazione,
non potendone pių del maschio padrone
gli disse una mattina:

-Signor gallo, mi dia ascolto:
lei č il gallo, son d'accordo,
ma il seme č anche mio
l'uovo lo faccio io!

Usa la ragione:
-tu hai fatto solo
la fatica del groppone!-


loretta margherita citarei 25/02/2015 - 18:37

--------------------------------------

Molto carina, č vero č la gallina che sostiene il peso maggiore di fare l'uovo. Brava e complimenti.

Paolo Ciraolo 25/02/2015 - 18:16

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?