Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella cittā...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lā della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchė scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Vā, curro, jesce!

esce ogge e dimane, vā fōre
vā miezzo 'a via e cammina:
che ce faje dint'a l'ombra
'e sta prigione scura
ca te si fatto su misura?
'O campā sta lā e t'aspetta:
guarda 'e stelle 'a luna e 'o mare
piglia sole e calore chių ca puō
fatto na corsa e nun te fermā
fino a che nun te manca 'o sciato!


Chi t'o ddice have ragione!
Vā mmiez’a l'ato,
tuzzele struscele e parlace
di' chello ca maje dice
astrigno na mano, dā nu vaso
accattāte nu gelato: campa ovčro!
Lascia stā 'e suonno ca te faje
e 'a fantasia dille puro accussė:
-Si, amica mia, tu me faje cumpagnėa
ma sulo cu te nun se po' campā!-


Mo' vene primavera
vā 'a truvā nu sciōre
e siento comme addōre!
Puro 'a vita toje
e' comm'a nu sciōre
nun 'a fā seccā e murė
dint'a nu carcere comme faje tu!
Nun saje c'acqua 'e sciųmmo
passa subbeto e po' scumpare
pe' nun turnā maje cchių?



Share |


Poesia scritta il 03/03/2015 - 11:25
Da Angelo Michele Cozza
Letta n.309 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


Sempre dolce per me la lettura del grande dialetto napoletano, il pių ricco di poesia spontanea che io conosca!
Vera

Vera Lezzi 04/03/2015 - 09:51

--------------------------------------

Bravo! Chiena 'e vita e gioia.
'A vita č una sol' amma campa' e nun amma' sciupā, chesta č na grand' opportunitā, e tu ric na' grossa v'ritā!
Ciā...

Gio Vigi 03/03/2015 - 21:36

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?