Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

dei ciclamini bianch...
Mio...
Pensiero....
LA PORTA DEI RICORDI...
Sul Finir del giorno...
NEVICA...
Angoli...
I Colori dell'Anima....
L'incantesimo della ...
LA STORIA...
Il rumore dell\'alba...
Curiosa luna...
Giovani...
ACQUA 3 acrostici di...
IL SEGRETO DELL' AMO...
MERIGGIO AL MARE...
È l'amore...
Dolce silenzio...
Artiom...
uno sguardo fisso ne...
Piccolo...
La crociera...
Tutti noi siamo mend...
per sentirti mia...
Di silenzi ho riemp...
SIAMO, NON SIAMO...
In questo spazio vuo...
FALSI PROBLEMI...
Una sferzata...
Il mio Dio...
L'età...
Inverno ai Colli...
FESTA SIMPATICA...
L’ora scendeva lenta...
tieneme stritto -(ti...
Il silenzio... Poesi...
L'amore...
Serenità...
PER UN MONDO MIGLIOR...
PIOVE IN PERIFERIA...
IL PARADOSSO DELL'UT...
Ricorda...
Selenite angosciante...
Invernale...
Dall'alba al tramont...
Piazzale Loreto...
ERA AMORE...
Umano...
IL tuo amore assassi...
Haiku Sussulto...
Sorriso...
Ho perso un fratello...
L'inverno e il vorti...
CAMMINANDO...
Aria di primavera...
Incantevole percezio...
TI AMO PERCHÉ...
Vita...
L’ÒMO E LA CACCA di ...
Ogni notte di luna...
TU PRENDI...
PANE ANCORA...
Un fuoco sbagliato...
Una piccola esplosio...
Un raggio di sole...
GIADA- Seconda Parte...
Se fossi chi non son...
AVATAR...
Caro me...
33 versi...
Tabù...
Eterei amanti di pen...
L'Ultimo Anno...
SUSSULTO...
Nella notte che non ...
Confidenze...
Polvere...
SAPPIMI DIRE...
Il filo rosso...
Puoi....
Una cenetta a due...
Una preghiera...
Quo vadis...
LA MACCHINA DEL TEMP...
Le melodie dell\'arp...
ali....
Stile Libero...
L’uomo del faro....
Serenamente...
....tu, annusa...
Lei...
Se una canzone fossi...
BUONE COSE...
Nero grafene...
DIFFICILE ETA'...
Non siamo niente di ...
LA MUSA ISPIRATRICE ...
Brezza primaverile...
Sepoltura...
DOVE SEI...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Mal dipinto quadro

Lascia ogni certezza
se t'accingi a leggere
chè con tanta asprezza
intendo sommergere
false verità,illuse
credenze,invero intruse
in questa ambigua realtà
di soprusi e slealtà
ipocrisia e odio
sofferenza e morte.


Ho creduto anch'io
nell'Esistenza e in Dio,
nel sentimento umano
capace d'ogni impresa;
ma ho creduto invano
costretto ad una resa:
l'incontrovertibile
evidenza ha scalzato
l'apparenza,in un lampo.


Quale dio creerebbe
un sì tanto ingiusto
mondo e popolerebbe
questo senza buon gusto
alcuno, con esseri
malvagi e miseri?
Quale poi oltre a ciò
infliggerebbe ancora
dolore e sofferenza
a quest'infausta razza
e come vera essenza
un'innata ipocrisia?


Non è permesso amare
in questo mal dipinto
quadro, il colore ha stinto
così da cancellare
qualsiasi sentimento
vero ed evidenziare
qualsiasi oscuro male.
In alcun modo inoltre
lo si può ritoccare.


Evita di sperare
caro il mio lettore,
un futuro migliore
non lo puoi realizzare.
Se ti sono concessi
dedica il tuo tempo
ai piaceri dei sensi
stimandoli preziosi
come puri diamanti.
Tienili distanti
i grandi pensieri
ch'oggi domani e ieri
tormentano l'uomo.


Se queste voluttà
non le puoi godere
rifuggi dall'ansietà
del cercar di sapere
perchè proprio a te;
lo so bene, non sarai
felice nè ora nè mai
se non per un istante,
ma non provare invidia
per gli altri fortunati:
siam tutti accomunati
nella suddetta essenza
e in un cammin fatale:
dolore e sofferenza
come guida astrale
che ci mostra infine
la sola unica fine.



Share |


Poesia scritta il 14/03/2015 - 21:17
Da Kevin Maurizi
Letta n.712 volte.
Voto:
su 10 votanti


Commenti


Versi molto crudi ma purtroppo ricchi di un realismo quasi assoluto. Il male ormai impera in tutto il mondo... ma ricordiamoci che, seppure possa sembrare eterno, lo stesso può essere sconfitto con il coraggio e la forza che è presente in ognuno di noi. Una bella e metaforica poesia, letta con piacere.

Arcangelo Galante 15/03/2015 - 19:38

--------------------------------------

Vi ringrazio per i complimenti! Comprendo che il mio pessimismo superi il livello di sopportazione di molti, spesso oltrepassa anche il mio a dire il vero, ma mi preme sottolineare che le mie sono delle ipotesi, derivanti da istintive sensazioni e approfondite riflessioni, e non delle certezze dogmatiche. Molto spesso tento di cambiare rotta e guardare con positività e speranza al presente e al futuro, ma temo che quella che definisco una predisposizione mentale innata, mi impedisca di farlo. Malgrado ciò non credo di essere triste, bensì consapevole di non poter essere felice.

Kevin Maurizi 15/03/2015 - 15:06

--------------------------------------

Hai ben espresso il tuo pensiero, estremamente coerente. Ma sei troppo pessimista per me; io spero che l'uomo si migliori, che sempre più una cultura di solidarietà e giustizia ingabbi gli istinti aggressivi con cui siamo stati inizialmente forgiati, che l'inarrestabile entropia valga solo per il mondo materiale ma non per quello valoriale. Senza sogni, speranze e desideri, l'uomo non ha senso, resterebbe sempre e soltanto un animale pericoloso.Saluti, Fabricio

Fabricio Guerrini 15/03/2015 - 11:04

--------------------------------------

Complimenti Kevin, hai colto il problema principale della teodicea che da sempre crea problemi nella religione cristiana. Ma condivido a pieno il tuo pensiero anche per quanto riguarda la conoscenza e la sofferenza. Non ci resta che invidiare chi vive senza aver pensieri. Complimenti ancora!

Salvatore Mauro 15/03/2015 - 08:58

--------------------------------------

Dimenticavo, è una coincidenza ma tempo fa ho scritto "il dipinto". Lo pubblico appena mi è permesso, anche se è da migliorare... spero tu possa leggerlo.

Emanuele Zito Pan 15/03/2015 - 06:44

--------------------------------------

Vivi complimenti Kevin, la tua poesia esprime al meglio quasi tutta questa oscura realtà, facendolo con una ammirabile amareggiata delicatezza; ma vorrei dire, dato che potrei essere il citato folle lettore, colmo di speranze e guerriero dell'amore, che fin quando il mio o il tuo di cuore custodiranno anche traditi lo splendore, la felicità potrà forse presto invaderci. Se nel tuo profondo scorre quell'impareggiabile sentimento, vuol dire che potrà essere la verità che ti circonda. Sta a te, sta a noi per quanto possiamo riscrivere la storia, provare anche se apparentemente utopico, a pennellare il nostro paradiso. E non è solo credere e non solo sperare... ma è viverlo.

Emanuele Zito Pan 15/03/2015 - 06:37

--------------------------------------

<Troppo grande realtà è la Vita>, nonostante tutte le bruttezze del male, perché se ne possa liquidare il senso con poche parole ed apparenti certezze. Leggerlo riesce sempre e solo a chi il male unicamente non veda, e perfino dietro ad esso la libertà e dignità scorga di Ognuno di Noi. Anche del più sofferente degli Esseri viventi.
Vera

Vera Lezzi 15/03/2015 - 02:45

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?