Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Ad Amatrice...
Mi sei apparsa...
Haiku PERDERSI...
LANGUIDAMENTE........
Libera nos a malo...
Il Gallo mattiniero...
EMANUELLE - sera (le...
L\\\'amore taciuto...
Le ali tarpate...
Il pescatore...
La Volpe Notturna....
SOLO TU PER SEMPRE...
Italia mia (C)...
Parole disorientate...
NERONE er bullo ...
Poeta...
CERCAMI SOTTO LA PEL...
Ora ricordo...
UNA VOLONTARIA...
Terra di Sicilia...
Non aver fretta di m...
La partita di pallon...
Ci sei!...
IL PRESENTE...
Foglia frale Ness...
La comparsa...
LENTEZZA...
La Scatola Laccata, ...
Come soltanto nei so...
ACINO ACERBO...
Il dolce vento dell\...
Un'altra dimensione...
Ti amo e soffro...
...ISTANTE DI PURA F...
CON TE NELL/INFINITO...
Tra vortici di stell...
Un metro di neve bia...
Quell'alone cupo e f...
Poco a poco...
ER LIMONE PAZZO...
Portatore di pietre...
afferra quella nuvol...
D'azzurro e sale...
Rimorso...
il gigante nano. ...
la rosa...
In certi momenti la ...
È bello vivere da il...
la luna dall'alto.....
Non voglio sognare p...
le cose semprici...
DESTINI INCROCIATI (...
E la Luna parló al ...
Ho visto una stella...
Mi piace tutto di te...
Il nulla...
La tua assenza mi ha...
Il Pavone vanitoso...
Maria grazie di esis...
amo la pioggia...
Al cimitero dei carr...
Settembre...
MAROTTA: Family Beac...
Spesso ogni piccola ...
UCCELLI di MALO AUGU...
IL MISTERO DELL\\'EM...
Notturno n.4...
NOI LA VITA...
Agrigento e la Festa...
Piccola cosa...
Il Nero...
Gioventù...
IL MIO AVATAR...
E tacque attorno a n...
FIORI D'ARANCIO...
A ME STESSO...
LA PENDOLA...
Di notte...
Vorrei essere......
Io...
Brezza...
Svegliati è tardi......
Qualcosa che non va...
19 AGOSTO ER COMPLEA...
Non ti chiedere se ...
L’uomo dovrebbe fare...
Dolcezza...
il suo nome...
Falò di pensieri...
Italia mia...
RESILIENZA...
Gli alberi intorno...
Specchio spiatore...
Illusione o realtà?...
Le mie parole sono l...
Quando arriverà il m...
La Pecora nera...
Dove nel cosmo è bui...
Tristezza per la gen...
Ne ho baciate tante ...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Parlami

Ho preso il mio essenziale
povero, semplice, niente di eccezionale,
buttato nella sacca alla rinfusa
come faccio quando son confusa.
Strade polverose ho percorso
guardando avanti senza rimorso;
ho attraversato rigogliosi e fitti boschi
guardandomi attorno con nuovi occhi
per giungere fino a te, mio confidente
mai distante, mai assente
per ascoltare il tuo dire
ed il tuo aspro profumo sentire.
Ma ti ho trovato sciatto e sbiadito,
apatico, immobile e assopito,
dall’animo fiacco ed annoiato,
direi quasi accigliato.
Volevo che mi parlassi
mi scuotessi, come un sacco di sassi
ed ogni cosa, come per incanto
tornasse a posto, come note in un canto.
Mi son seduta a contemplarti
e i miei pensieri si son intrecciati:
la trama rigida della ragione
che incontra il placido ordito del cuore
in un tessuto forte e consistente
unico, autentico e presente.
Ho scorto della mia storia ogni profilo
e ho separato con cura ogni filo:
quello prezioso come il grano dorato
premio per ogni sogno realizzato;
quello leggero come la seta
e come una squillante risata aperta;
quello forte come il lino
per aggrapparmi e sfuggire al destino.
Ne ho intravisto qualcuno spezzato
debole, inutile e ormai dimenticato
a cui da tempo ho fatto un nodo
per sanare la ferita di ogni chiodo.
E mentre liscio con la mano il tessuto
capisco, o Mare, perché oggi non hai ceduto
a regalarmi la musica delle tue onde,
il tuo blu dalle sfumature profonde
ed il sapore deciso del tuo sale:
è proprio una bella idea, niente male!
Come uno specchio oggi sei stato
e da maestro l’occasione mi hai donato
per smuovere le mie pavide maree
in sinuose onde, madri di nuove idee
dalla schiuma bianca e leggera
a sciogliere il sale che mi rende severa.
Il mio ricco essenziale raccolgo alla rinfusa,
non più perplessa, sola o delusa;
mi giro, ti guardo e ripeto il rituale,
son felice: “Grazie o Mare!”



Bèrchida, 19 Aprile 2015 - scritta seduta su uno scoglio.



Share |


Poesia scritta il 20/04/2015 - 14:12
Da Millina Spina
Letta n.347 volte.
Voto:
su 8 votanti


Commenti


Un testo introspettivo che riflette l'amore per il mare, specchio di un dialogo con sé stessi. Lirica piaciuta !

Arcangelo Galante 21/04/2015 - 14:34

--------------------------------------

Grazie mille Luciano, Chiara B, Gio, Rocco Michele, Genoveffa e Maria!!
Nel mare mi rifletto e devo dire che spesso ciò che mi rimanda è migliore di quel che gli propongo!
Buona notte a tutti!!

Millina Spina 20/04/2015 - 22:15

--------------------------------------

Che bello quel mare. meravigliosa e delicata poesia. Ciao. Millina.

Maria Cimino 20/04/2015 - 20:41

--------------------------------------

Mare, montagna, il colore dei fiori...tutta la Natura mi invita a tuffarmi dentro di me e fondermi con ciò che mi circonda.
Una campagnola come me non potrebbe vivere in città.....

Millina Spina 20/04/2015 - 19:19

--------------------------------------

Bellissima opera,il nostro mare grande ispiratore di versi,complimenti,

genoveffa 2 frau 20/04/2015 - 19:18

--------------------------------------

Hai decantato con intelligenza e... con il cuore...

Rocco Michele LETTINI 20/04/2015 - 17:39

--------------------------------------

Ti capisco. Davanti all'immensità del mare sembra essere tutto più chiaro, come le sue acque.Quando, invece, è burrascoso sembra attrarre a sè le tue tempeste.
Molto bella, brava! Ciao...

Gio Vigi 20/04/2015 - 17:18

--------------------------------------

Posso solo dire...stupenda!! Buona serata,

Chiara B. 20/04/2015 - 17:17

--------------------------------------

Millina un bellissima dedica e profonda introspezione che solo difronte ad un mare può trovare le parole giuste da verseggiare come hai fatto tu. Bella.

luciano rosario capaldo 20/04/2015 - 17:01

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?