Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

C'era una volta la m...
Leggiadre emozioni...
RIME ALLO SPECCHIO...
Adele...
come nasce un fiore...
OTTOBRE INVERNALE ??...
UN DOLORE...
SFUMATURE DI MARY...
Proprio come te...
Il nichilista...
InutilitÓ...
'Lascia stare la mia...
Mima...
Salvezza...
Pi¨ di mille stelle...
Assai infinito...
L'immaginazione cos'...
Ascolta...
Pensieri ancestrali...
Haiku: Ricci...
RICORDI DI UN ALTRA ...
I Grilli duettanti...
Ros Maris - rugiada ...
NUVOLE...
SOLO FUMO...
Verso l'erba d'autun...
Er Bijettaro...
Campanili antichi...
La conoscenza umana ...
Il tempo che passa...
dove nasce il vento...
La mia roccia...
Vampiro errante...
Ferro...
Nella cittÓ...
Pensate.....
BACIAMI ANCORA...
GRAZIE MAMMA...
Portami con te...
Rachele...
IL MARE TRA DI NOI...
Sipario sulla notte...
Fame...
A Guido...
A volte capita che n...
UN VIAGGIO CHE NON F...
Accarezzo il mio cuo...
per pudore, per inco...
Le foglie...
I ricordi che ti han...
Marinuzza a muggheri...
Un sano egoismo...
Oh, dolcezza...
BANANE di Enio2 sati...
La mia mamma...
L'insonnia...
Spremute di coraggio...
Sulla cima dell'abis...
Gli eroi di Erice...
La cernia...
E poi tu...
Condannata...
La poesia che non...
il sentiero sul tuo ...
VOLARE...
LONTANANZA...
La Sedia...
Rilancia i dadi...
Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lÓ della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
Nell'ebrezza dell'az...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Il lago

Sciolto il ghiacciaio scivol˛ in basso
intorno le montagne a guardare
i macigni nel frastuono acqueo
mentre in lago s'andava a trasformare.


Non fu cosa di poco momento
incidere vallate da abitare
con una veste cangiante con il cielo
in certi punti aperta come il mare.


E pesci lÓ a nuotare presto presero
seguiti da una fauna naturale
con piante che le sponde rifiorirono.


Ultimo l'uomo venne a dimorare
alle rive lacustri trov˛ cibo
e scali per aprirsi a commerciare.



Share |


Poesia scritta il 25/04/2015 - 21:04
Da Michele Prenna
Letta n.377 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Magnifica storia sul lago che, col suo scenario, ha donato gioia all'uomo, offrendo uno spazio stupendo ove soggiornare e vivere con l'armonia della natura. Lirica paesaggistica e piena di visioni romantiche. Piaciuta molto!

Arcangelo Galante 04/05/2015 - 18:26

--------------------------------------

Immagini che incantano,
complimenti,
piaciuta

genoveffa 2 frau 26/04/2015 - 15:50

--------------------------------------

Bellissima foto, Ŕ molto belli i tuoi versi, belli e invitanti a vedere questo bel paesaggio sul lago. bella, ciao Michele.

Maria Cimino 26/04/2015 - 11:03

--------------------------------------

Un invito ad andarci per capire la sua grandezza... Versi sublimi... Lieta Domenica Michele

Rocco Michele LETTINI 26/04/2015 - 10:38

--------------------------------------

la descrizione della nascita di un lago con tutte le trasformazioni sul paesaggio,molto bella.Ciao Michele

Anna Rossi 26/04/2015 - 05:31

--------------------------------------

belle immagini,molto piaciuta

loretta margherita citarei 26/04/2015 - 05:05

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?