Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Le scale...
Un uomo può avere tu...
DILLE CHE AMI LEI...
angeli all'inferno...
AMO LA VITA SILENZIO...
un quarto di follia...
Modernità....
Dall'alto mirando...
Cuore insanguinato d...
BACIAMI 2...
Carpe Diem...
Il sentiero...
Non è un navigare se...
GOCCIA...
Osa!...
L'attesa...
01:07...
lettera a mia madre...
LA MIA VICINA...
DOPPIO RISVEGLIO...
SONO TUA...
Le voci nel vento...
Radio (S)Ballate...
A breath of life, cl...
Il grappolo...
Alba antica...
Farò di te la mia ma...
D\'ora in poi...
Pioggia dalla luna...
Pioggia....
ALBERTONE...
Campagna elettorale...
Soliliquio...
L’AMORE VERO DIO LO ...
Anche se pioveva...
Ne riparliamo domani...
Scrivere poesie...
L'odiamore...
Causa sui...
Vivo...
ER BOVE PIO di Enio ...
UNA DOMENICA INSIEME...
Il vento...
Un giorno da uomo...
Mia cugina Maria...
Incompleta...
Ricordi?...
Valigie Di Emozioni...
Io sono il fulcro di...
Mare...
Speriamo.......
Raul...
Ai posteri...
...ma le gambe ?...
Come quando piove...
AD ALDO MINIUSSI (+2...
Per la felicità?...
Confini e certezze...
A te. A me....
Cocci... d'Eternità....
Paralisi....
UN CORIANDOLO DI CAR...
LO SFRATTO...
Addio Divano...
Un solo pedone...
GLI OCCHI DEL F...
A piedi nudi...
A piedi nudi...
Un Sole stanco, un C...
AMICA PER SEMPRE...
Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Madri

Ci sono madri coraggiose
al mio paese,
piccole donne grigie,
che dalla vita
sono state offese.
Le vedi la mattina presto
andare al camposanto,
hanno in mano un fiore
e in tasca,
il loro pianto.
Vanno ad accertarsi
che non sia appassito nulla
e aggiustano la tomba
come fosse una culla,
una culla,o un piccolo letto
soffice e profumato,
dove riposa il figlio,
che hanno tanto amato.
Per loro!
Vorrei comprare
un mazzo di gigli e,
in sogno,
vederle abbracciare
ancora una volta
i loro figli.
A loro!
Vorrei regalare
un mazzo di rose e
in sogno, consolarle
usando parole preziose.
Ma io,che vorrei tanto
e non posso nulla,
adagio un unico fiore
su questa culla,
è un fiore semplice,
è una viola,
l'ho colta stanotte per voi
che siete state madri
una volta sola.


Share |


Poesia scritta il 13/06/2015 - 10:05
Da Maria Carla Pellegrini
Letta n.319 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Una lirica molto triste, ma ricca di contenuti e pensieri che fanno riflettere il lettore. L'autrice si sofferma ad osservare i comportamenti di una madre che ha perso il proprio figlio, volendosi quasi rendere partecipe di quel lancinante dolore, forse, per cercare di trasformarlo in qualcosa di più accettabile. Poesia molto apprezzata!

Arcangelo Galante 14/06/2015 - 13:19

--------------------------------------

Davvero molto bella, intensa, vera e al tempo stesso delicata. Brava !!! :--1

Roberto Colombo 13/06/2015 - 16:23

--------------------------------------

Una poesia meravigliosa ricca di significato commovente in tutti i suoi tratti. Mi associo al dolore non solo delle madri ma anche dei padri che innaturalmente piangono i loro figli. E' un dolore immenso.
Ci penso spesso e ho paura, tanta paura!
Bravissima

luciano rosario capaldo 13/06/2015 - 15:38

--------------------------------------

Toccanti versi... per chi non ha più figlio... da chiamar...
In tasca il loro pianto... nel cuore il loro immutabile affetto...

Rocco Michele LETTINI 13/06/2015 - 15:31

--------------------------------------

Bellissima mi hai hai fatto commuovere.. e ti dirò mi tocca molto questa tua... e la condivino e ne faccio tesoro... Ciao M.Carla. ti abbraccio forte. e buon fine settimana.

Maria Cimino 13/06/2015 - 15:27

--------------------------------------

Commovente poesia che rende Onore alle madri che non dovrebbero mai sopravvivere alla morte di un figlio.
Opera immensa, ineguagliabile.
Lodi infinite.

Paolo Ciraolo 13/06/2015 - 15:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?