Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mi sentii amato...
Odio e amore...
Le lacrime...
Quannu vegnu o me pa...
NOCTUA PRONUBA...
Barcollo...
Una tiepida scia di ...
Se decidi di donarmi...
LE CANZONI...
C'era una volta la m...
DUE NOVEMBRE...
Il tramonto...
Musa...
IL CUORE E L' ...
Parlami ancora!...
Storia di una vita c...
Quegli occhi...
Relax emotivo...
Terra bagnata...
Madreluna...
Nella vita non smarr...
Penzeno pe' noi...
Oro bianco...
Forse ti amo... fors...
Di lą della siepe...
Grazie...
Tascapane...
Il borgo incantato...
Occhi verde Amazzoni...
L'anima si spezza so...
Per essere davvero f...
L'incudine...
S.Francesco....
E' Tempo...
Nell'ebrezza dell'az...
Nelle sere...
Pirchģ scappi?...
Dentro a una parente...
Giulia...
AMOR CHE A NULLO AMA...
Il cantautore...
Spesso nelle risate ...
Terre in moto...
Oasi...
A volte il perdono r...
La mia dolce musa...
Fiammelle Autunnali...
Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissą se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore č come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In cittą...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Fuori dal mondo

Scrivo
perché non só cosa dire
forse solo che lo avevo capito,
stasera scrivo da sobrio
tra una bugia troppo ripetuta
e una vita
che non trova soddisfazione,
musica nelle orecchie
per aiutarmi a seguire
questo ritmo,
tra rabbia e disperazione
digrigno i denti,
per mio pensiero
ormai troppo narcisista,
un'altro vuoto entra in me
e io rido per non piangere,
un'altra volta al punto
di partenza,
certe volte mi domando
se tutto questo sia un sogno,
ma poi arriva la vita
mi dą uno schiaffo
e sento che fą male,
cerco di essere migliore
ma credo di non riuscirci,
poi guardo fuori
e non é il mondo che volevo,
la musica mi aiuta
creando qualcosa
che non riesco a spiegare,
certe volte ho paura di uscire
per andare ad ascoltare
quegli ipocriti,
la pazzia o la depressione
mi hanno preso in ostaggio
e non mi vogliono
lasciare andare.
Chiuso in camera
chiudo queste rime,
certe volte mi chiedo
chi sia il pazzo
o io o la societą,
sņ solo che per la societą
il pazzo sono io.


Share |


Poesia scritta il 29/06/2015 - 08:31
Da Lorenzo pietrini
Letta n.254 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Dalla tua riflessione... il vissuto rubato dal molesto altrui... Espressiva la chiusa...

Rocco Michele LETTINI 29/06/2015 - 15:55

--------------------------------------

Un momento particolare della propria vita,introspettivamente ci si ritrova a riflettere su se stessi e sui mali della vita . Amare considerazioni che poi trovano sfogo in abili versi.

luciano rosario capaldo 29/06/2015 - 09:14

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?