Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

DIARIO DELLA PRI...
Stare tra le tue bra...
ARTE di Enio 2...
Il destino, ordine e...
Di nero vestita...
troppa tecnologia ....
Le foglie smarrite...
Avere in dote un’ind...
Scorie di città....
L'Airone sul filo...
Listen to you...
Aylan...
Ovunque vi sia un os...
A PROPOSITO DI BACI...
Idolatria d'amore...
LA Piaggia tra le ro...
Sorrisi che illumina...
Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Il gigante buono

Mi ricordo'
il gigante buono
ma aveva il passo
claudicante
e mi chiese perdono,
non mi voleva importunare,
ma era propio con me
che voleva parlare.
Con quelle mani enormi,
ruvide e callose,
sfioro' le mie,
porgendomi due rose.
"Covo amore per lei"
mi disse
con voce suadente
"ma se non vuole,
faccia finta
che non abbia
detto niente".
Io non lo corrisposi
ma gli saro'
per sempre grata,
perche' in quel freddo
giorno d' inverno
io mi sentii davvero
amata


Share |


Poesia scritta il 29/06/2015 - 13:30
Da Maria Carla Pellegrini
Letta n.405 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Ciao M.Carla sai mi ricordo che da bambina fui ricoverata per l'appendice, nel reparto accanto vidi un'uomo che soffriva di gigantismio, ti dirò non mi fece paura, anzi il suo sguardo mi sembrò tanto tenero, che trovai il modo per dagli la mano, e ricordo bene il suo sorriso, quando dolcemente prese la mia piccolissima mano...che bel ricordo che mi hai regalato..grazie.. Mi è piaciuta molto questa tua dedica.. Ciao cara e dolce notte.

Maria Cimino 29/06/2015 - 23:41

--------------------------------------

Che tenerezza... nel gigante buono... Versi elogiabili... per il loro adorabile corredo...

Rocco Michele LETTINI 29/06/2015 - 15:35

--------------------------------------

Un dolce e commovente ricordo di quel "gigante buono", espresso con teneri versi. Un gesto d'amore offerto spontaneamente con due rose, contenute in mani "ruvide e callose", che, pur se non corrisposto, ha lasciato una traccia indelebile nel cuore dell'autrice. Testo gradevolmente apprezzato.

Arcangelo Galante 29/06/2015 - 15:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?