Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

ALBERTONE...
Campagna elettorale...
Soliliquio...
L’AMORE VERO DIO LO ...
Anche se pioveva...
Ne riparliamo domani...
Scrivere poesie...
L'odiamore...
Causa sui...
Vivo...
ER BOVE PIO di Enio ...
UNA DOMENICA INSIEME...
Il vento...
Un giorno da uomo...
Mia cugina Maria...
Incompleta...
Ricordi?...
Valigie Di Emozioni...
Io sono il fulcro di...
Mare...
Speriamo.......
Raul...
Ai posteri...
...ma le gambe ?...
Come quando piove...
AD ALDO MINIUSSI (+2...
Per la felicità?...
Confini e certezze...
A te. A me....
Cocci... d'Eternità....
Paralisi....
UN CORIANDOLO DI CAR...
LO SFRATTO...
Addio Divano...
Un solo pedone...
GLI OCCHI DEL F...
A piedi nudi...
A piedi nudi...
Un Sole stanco, un C...
AMICA PER SEMPRE...
Volare nel cielo del...
POMERIGGIO A VILLA B...
E' amore...
FINALMENTE DONNA...
VIBRANO I RICORDI...
Il cerchio della vit...
SFUMATURE...
Amici miei...
Quest\'amore...
ARTE INFINITISAMENTI...
comprenderesti quan...
Sconfessare sempre i...
Mirando le stelle....
Ho bisogno di parole...
Chi sei?...
CUORE NOMADE...
SABATO DIVERTENTE...
Primo binario...
Ogni giorno......
Tempo Antico...
DISTANZE (filo…sof...
Il silenzio è la vit...
Riflessi dimenticati...
NON HO MAI SEDOTTO L...
Melodia della malinc...
Più sento e più pens...
Niente e così sia...
Oggi...
Un pezzo di me....
LA BARCA DOPO UNA CE...
La libertà di scrive...
Stella Luminosa...
Il primo incontro...
Sarà neve...
Dille ch'è suo...
Scritture del cielo...
Bacio in Metrò...
Ghirlanda di mani...
La Furba Nana di Bre...
Sul cuore bianco...
Nuvole...
Isola amara...
IL SAPORE PERDUTO...
L' ECLISSI DI ...
FIGLI...
Il Caso di Gianni Is...
La tua pelle II...
Pioggia...
Un prete anarchico...
Gli occhi di una mad...
Sfida all'ultimo ban...
L'ispirazione...
senza aprire gli occ...
L\'intimità di picco...
La camicia rossa...
Corri tu...
Soliloquio d'inverno...
LA CIOCCOLATA...
Inno ad Afrodite...
Haiku 24...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Il gigante buono

Mi ricordo'
il gigante buono
ma aveva il passo
claudicante
e mi chiese perdono,
non mi voleva importunare,
ma era propio con me
che voleva parlare.
Con quelle mani enormi,
ruvide e callose,
sfioro' le mie,
porgendomi due rose.
"Covo amore per lei"
mi disse
con voce suadente
"ma se non vuole,
faccia finta
che non abbia
detto niente".
Io non lo corrisposi
ma gli saro'
per sempre grata,
perche' in quel freddo
giorno d' inverno
io mi sentii davvero
amata


Share |


Poesia scritta il 29/06/2015 - 13:30
Da Maria Carla Pellegrini
Letta n.383 volte.
Voto:
su 5 votanti


Commenti


Ciao M.Carla sai mi ricordo che da bambina fui ricoverata per l'appendice, nel reparto accanto vidi un'uomo che soffriva di gigantismio, ti dirò non mi fece paura, anzi il suo sguardo mi sembrò tanto tenero, che trovai il modo per dagli la mano, e ricordo bene il suo sorriso, quando dolcemente prese la mia piccolissima mano...che bel ricordo che mi hai regalato..grazie.. Mi è piaciuta molto questa tua dedica.. Ciao cara e dolce notte.

Maria Cimino 29/06/2015 - 23:41

--------------------------------------

Che tenerezza... nel gigante buono... Versi elogiabili... per il loro adorabile corredo...

Rocco Michele LETTINI 29/06/2015 - 15:35

--------------------------------------

Un dolce e commovente ricordo di quel "gigante buono", espresso con teneri versi. Un gesto d'amore offerto spontaneamente con due rose, contenute in mani "ruvide e callose", che, pur se non corrisposto, ha lasciato una traccia indelebile nel cuore dell'autrice. Testo gradevolmente apprezzato.

Arcangelo Galante 29/06/2015 - 15:04

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?